Torino-Empoli: Martinez a vuoto, Maxi Lopez il più in forma

Torino-Empoli: Martinez a vuoto, Maxi Lopez il più in forma

Torino-Empoli 0-1 – L’analisi dell’attacco / Quagliarella dovrebbe caricarsi la squadra sulle spalle ma – soprattutto nel primo tempo – è scarsamente efficace. Insufficiente la prova del venezuelano: tanta corsa, ma poca, pochissima concretezza

 

In una partita senza gol, ma soprattutto con pochissimi sussulti dalla parte di Sepe, non ci si può sorprendere che ad essere mancato sia in primissimo luogo l’attacco granata.

MARTINEZ – Schierato titolare, il venezuelano avrebbe la grande chance per zittire le critiche e mostrare il suo valore. Tuttavia, i suoi movimenti sono spesso fini a se stessi, e dalle parti di Sepe si fa vivo in una sola occasione, ma è troppo defilato e conclude male. Poca lucidità anche per lui come per il resto della squadra, deve crescere moltissimo. 

QUAGLIARELLA – Insieme al centrocampo, il numero 27 doveva essere il principale motore dell’azione granata, ma di cambi di gioco veri e propri ce ne sono davvero pochi. Lodevole la sua elegante apertura d’esterno su Molinaro nel primo tempo, ma in fase di conclusione non riesce ad incidere come dovrebbe (e vorrebbe), scaldando comunque un paio di volte i guantoni di Sepe. Con l’innesto di Maxi Lopez si nota la maggiore complicità tra i due rispetto a quella con Martinez, ma non basta.

MAXI LOPEZ – E’ l’attaccante più in forma nel roster granata e sivede. Non incide particolarmente in area avversaria, ed avrebbe anche il pallone giusto per il pareggio, ma dopo essersi incuneato splendidamente in area con una finta di corpo apre troppo il diagonale. Ottimo in fase di controllo palla, se fosse partito dall’inizio avrebbe probabilmente dato un volto diverso alla partita dei granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy