Esattamente 39 anni fa l’ultimo Scudetto del Torino

Esattamente 39 anni fa l’ultimo Scudetto del Torino

Memorie Granata / Il ricordo della vittoria dell’indimenticabile tricolore del ’76

Anniversario speciale in casa granata. Esattamente 39 anni fa, infatti, il Toro vinceva il settimo Scudetto della sua storia al termine di un’indimenticabile 1 a 1 contro il Cesena firmato dal vantaggio di Pulici e l’autogol di Mozzini. È l’ultimo tricolore del club granata, il trionfo del gruppo, dei Gemelli del gol, di Zaccarelli e Sala, ma soprattutto di Gigi Radice, il grande condottiero di una squadra capace di tornare nuovamente in vetta all’Italia a distanza di 25 anni dalla tragedia di Superga. Di seguito il tabellino della partita contro i romagnoli del 16 maggio 1976.                                  

TORINO – CESENA 1-1 (0-0)
Torino 
(4-4-2): Castellini, Santin, Salvadori, P.Sala, Mozzini, Caporale, C.Sala, Pecci, Graziani, Zaccarelli, Pulici. A disposizione: Cazzaniga, Garritano, Gorin II. All.: Radice.
Cesena (4-4-2): Boranga, Ceccarelli, Oddi, Festa, Danova, Cera, Rognoni, Frustalupi, Bertarelli, Bittolo, Urban. A disposizione: Bardin, Zuccheri, Petrini. All.: Marchioro.
Arbitro: Il signor Casarin ha diretto bene, ma ha commesso un errore piuttosto grave nella valutazione di un fallo da penalty commesso da Ceccarelli ai danni di Claudio Sala 
Reti: Pulici 61′ (T), Aut.Mozzini 70′ (C) 
Spettatori: 64.790, tra cui 14.225 abbonati più 50.565 paganti per un incasso di lire 181.041.200. Record d’incasso e d’affluenza per lo stadio Comunale nella stagione 1975-76.
Note: Giornata di sole, temperatura estiva, terreno in perfette condizioni. Nessun uncidente di rilievo, qualche problema di ordine pubblico fuori dal Comunale dove oltre 15.000 persone senza biglietto hanno aspettato il triplice fischio per festeggiare assieme ai fortunati possessori del biglietto per assistere alla partita. Ammonito Festa per proteste. Sorteggio per il controllo antidoping negativo. Presente in tribuna d’onore il responsabile della Nazionale A, Enzo Bearzot.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy