Torino-Fiorentina, è Chiesa l’uomo in più della viola

Torino-Fiorentina, è Chiesa l’uomo in più della viola

Il talentino classe ’97 è l’unico attaccante che in questa stagione ha rispettato le aspettative di Stefano Pioli

di Redazione Toro News

Dopo aver analizzato difesa e centrocampo della squadra viola, è arrivato il momento di passare in rassegna il reparto offensivo della squadra di Pioli. Nonostante la grande qualità offensiva a disposizione del tecnico viola, i numeri degli attaccanti della Fiorentina non sono molto esaltanti. La freccia più pericolosa all’arco viola è sicuramente il giovane figlio d’arte Federico Chiesa.

Le due punte Thereau e Simeone, arrivate entrambe in estate, stanno infatti faticando da ormai diversi mesi a questa parte. L’ex attaccante dell’Udinese è stato schierato 16 volte dal 1′, ma è riuscito ad andare in rete appena in 4 occasioni. Poco meglio ha fatto il Cholito Simeone: 27 partite da titolare e solo 7 gol e 3 assist all’attivo, per un rendimento finora sotto le aspettative di inizio stagione. Chi invece non ha deluso, fino a questo momento, è il giovane classe ’97 Federico Chiesa: esterno tutto fare, 26 le sue presenze complessive condite con cinque gol e due assist.

A fare da cintura tra attacco e centrocampo, poi, la Fiorentina ha scoperto in questa stagione la qualità del portoghese Gil Dias. Giocatore tecnico e dalla grande fantasia, l’ex Monaco può essere una vera e propria spina nel fianco per la sua capacità di svariare tra le linee. Nel mercato di gennaio, la viola ha poi deciso di rinforzare ancora il proprio pacchetto offensivo: dal Sassuolo è infatti arrivato Diego Falcinelli, sino a questo momento poco utilizzato però da Pioli – con appena 4 presenze di cui solo una da titolare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy