Torino-Fiorentina, scontro tra difese granitiche. E Hugo torna disponibile

Torino-Fiorentina, scontro tra difese granitiche. E Hugo torna disponibile

L’avversaria / Milenkovic e Biraghi dovrebbero agire come esterni. Pezzella dovrebbe affiancare il brasiliano

di Marco De Rito, @marcoderito

La quarta e la quinta difese del campionato a confronto. Torino e Fiorentina domenica vogliono confermare la loro solidità difensiva anche in Coppa Italia. Meglio di granata e viola hanno fatto solamente Juventus, Inter e Napoli; le prime tre della classe. A differenza della squadra di Mazzarri, che gioca con tre difensori centrali e due esterni che corrono per tutto il campo, Pioli schiera la sua squadra con il 4-3-3: cambia l’impostazione tattica, ma non il rendimento difensivo, visto che la Fiorentina ha subito solo un gol in meno rispetto ai 19 subiti da Nkoulou e compagni.

I PROBABILI TITOLARI – Nell’ultima gara del 2018 contro il Genoa, l’allenatore viola ha optato per schierare Laurini e Biraghi come esterni mentre i centrali erano Milenkovic -sostituito da Ceccherini al 65′ – e Pezzella. La struttura dovrebbe essere confermata contro il Torino. C’è la variabile Vitor Hugo che ritorna disponibile – era assente per squalifica – e potrebbe ritornare titolare nello schieramento di Pioli. A farne le spese sarebbe Laurini. Il brasiliano si posizionerebbe al centro della difesa insieme a Pezzella, mentre sulle fasce agirebbero Milenkovic e Biraghi. Ceccherini dovrebbe partire dalla panchina.

LE MOSSE – Nulla è ancora deciso però, Pioli sta ancora valutando le scelte in vista della gara del Grande Torino, valida per gli ottavi di Coppa Italia. La difesa viola è variata molto durante il campionato, Pioli ha provato anche a schierarla a tre – come nel derby toscano contro l’Empoli. Anche se si tratta di Coppa Italia, la partita contro il Toro sarà importantissima, in quanto la coppa nazionale offre la possibilità di accedere all’Europa League, obiettivo di entrambe le squadre. Il tecnico dovrà ponderare bene le sue scelte, considerando che di fronte ci sarà un Belotti che sta recuperando la forma, senza dimenticare i pericoli che potrebbero provenire da Iago Falque e Zaza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy