Torino-Frosinone 4-2, Cairo: “Maksimovic resta, Maxi Lopez dimagrisca. El Kaddouri? Il Napoli si è offeso…”

Torino-Frosinone 4-2, Cairo: “Maksimovic resta, Maxi Lopez dimagrisca. El Kaddouri? Il Napoli si è offeso…”

Postpartita / Le parole del presidente granata: “Immobile e Belotti sono un bel vedere, ma non dimentichiamoci di Quagliarella e Martinez…”

10 commenti
Cairo, calciomercato

Al termine di Torino-Frosinone ha parlato Urbano Cairo, il presidente del Torino. Ecco le sue parole:

Una bella vittoria, con quattro reti segnate. La coppia Belotti-Immobile ha fatto molto bene. Credo che comunque avere un giocatore come Quagliarella, piuttosto che Martinez, sia importante per noi. Certo che il “Gallo” che è esploso ci fa piacere, come aver visto Immobile subito inserirsi bene nella squadra. Belotti è stato l’investimento più importante: ha lavorato tanto, in questi mesi, adesso questo inizia a vedersi. Ho fiducia in lui: non dimentichiamo che ha solo 22 anni. Può fare molto bene”.

Cairo ora guarda avanti:

“Adesso abbiamo due partite durissime in trasferta contro Sassuolo e Fiorentina. Ma siamo una buona squadra, con l’arrivo di Immobile che ci ha resi più forte. E stiamo recuperando giocatori importanti come Maksimovic. Ho fiducia per il prosieguo del campionato”. 

“Quagliarella? E’ un ragazzo d’oro, veramente. Sarebbe stato un peccato non riuscire a ricucire: sono contento che sia avvenuto. Maxi Lopez? Lo teniamo. Non è sul mercato: ma deve dimagrire. Noi lo stimiamo e pensiamo possa essere un valore aggiunto. Padelli? Oggi si è fatto trovare pronto Ichazo, è stata una semplice alternanza e non esistono casi di sorta”.

Cairo parla poi anche di calciomercato:

“Maksimovic resta assolutamente. Da qui a giugno lo voglio assolutamente tenere e non si discute. Poi vedremo, io non tarpo le ali a nessuno. El Kaddouri? Il Napoli è un po’ offeso, è un po’ come fanno i bambini: non mi vendi il tuo? Allora io non ti vendo il mio…” 

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Leo - 2 anni fa

    E’ significativo che qualsiasi intervista o dialogo del Presidente (e di molti – ma non tutti – i presidenti di calcio) verta ormai quasi esclusivamente su cessioni o acquisti o valutazioni di giocatori. I giocatori non sono più, ahimè, il MEZZO per raggiungere un risultato sportivo ma lo SCOPO. Il risultato sul campo, in campionato come in coppa, conta nella misura in cui rende possibile la VALORIZZAZIONE DEL GIOCATORE ed una utile cessione con plusvalenza. Questo però è già qualcosa rispetto alla precedente “versione” presidenziale che prevedeva semplicisticamente il risparmio e la minimizzazione dell’investimento. Detto questo c’è da essere felici che, per la prima volta dopo molto, anche in piena ed evidente crisi tecnica godiamo di margini di sicurezza sulla zona retrocessione veramente elevati, merito certo del mutato atteggiamento di Cairo e della società nella politica di investimento. La crisi tecnica però permane. Ho scritto oggi il Corriere della Sera, a commento della partita Torino – Frosinone : “…la squadra di Ventura compie un passo avanti rispetto alle ultime opache prove ma dimostra di non essere ancora guarita…”. La precisione tattica nella gestione del centrocampo, con ordine e pressing e comprensione condivisa del momento più adatto per ripartire non la vedo più, purtroppo. Forse per gli eccessi di paura, come sostiene Ventura? Forse per carenze di organico nel mezzo del campo? Sinceramente non saprei dire…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. WGranata76 - 2 anni fa

    Se davvero ci fossero PSG e Bayern su Bruno Peres per una valutazione da circa 25 milioni, allora venderei lui che il sostituto già è in casa. Zappa è meno estroso in attacco,ma più solido in difesa e regala meno palloni di Bruno.
    A quel punto con quell’incasso puoi tenere Maksi, che è l’unico che imposta il gioco da dietro. Ieri di nuovo due azioni da gol e i pochi scambio sono passati dai suoi piedi nel triangolo Maksi-Peres-Benassi. Prima di venderlo pensare bene se abbiamo un sostituto degno.
    Quaglia arrivasse un’offerta valida per conto mio può essere venduto tranquillamente, non per la questione scuse, ma perchè è ormai stanco e con la suà età non riesce a giocare con Ventura che richiede troppo sacrificio alle punte ed in effetti la sua resa quest’anno è bassissima, tanto che Maxi con molti meno minuti e molti più kg ha fatto gli stessi gol…
    Resta sempre la questione centrocampista, ricordiamoci che ieri era il Frosinone e che ne abbiamo presi 2, uno di sfiga, ma con squadre ben più solide si pagano sti errori.
    Vives non serve, un regista deve essere il primo acquisto per garantire la qualità in mezzo al campo.
    Non si fidano di Prcic, a mio avviso buono, comprate un regista. Ieri di nuovo le uniche azioni impostate sono partite da Maksi/Benassi/Peres mentre Vives è sterile e Baselli patisce l’assetto di vecchi che ha intorno Vives/Moretti/Molinaro,passando più tempo a riparare in difesa e coprire che veramente spingere. Serve un DeRoon come esempio senza chiedere fenomeni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mik - 2 anni fa

    Di nuovo con sta frase “non tarpo le ali a nessuno”! Sembra quasi che si disperi quando vende un calciatore a 20ml o piu. Presidente dica la semplice verità senza tanti fronzoli. L’avrò detto 1000 volte, il suo vendere per far cassa, visto che non siamo il PSG, non fa una piega. Ma non ci parli di europa league e di crescita, perche non si puo avere l’uovo e la gallina. Quest’anno abbiamo potuto verificare causa infortuni cosa vuol dire giocare senza i nostri pochi big in campo. È sotto gli occhi di tutti. Quindi poche balle. Sono disposto ad accettare la sua politica, anche se le ali le tarpa a me come tifoso che ancora sogna e si illude di vedere un giorno il toro ritornare ai fasti di un tempo. Ma non faccia tanti giri di parole sulle cessioni illustre ed eviti dichiarazioni in contrasto tra loro. E sopratutto rispenda tutti i soldi presi nel toro, senza piu costringerci a vedere in campo bolliti tipo amauri o nocerino per dirne solo 2, che ti fan passare la voglia di andare allo stadio! E caro presidente la smetta di sottolineare che nel toro ci ha solo speso di tasca sua senza un tornaconto, perché non le ho mai visto fare delle spese di una certa entità senza aver prima o dopo la certezza di recuperarle con i dovuti interessi. Facciamo l’esempio di immobile, visto che è l’ultimo roboante arrivo, di cui gliene do atto a lei e petrachi. Se, come speriamo, ridiventerà quello di 2 anni fa, può darsi che lei a giugno lo riscatterà versando gli 11ml richiesti o giu di li. Ma nel frattempo si è fatto 2 conti ed ecco che la cessione del buon maksi in estate cadrà giusto a fagiolo. La piazza sarà contenta e magari la partenza dell’ottimo difensore finirà in secondo piano, senza cosi scaldare troppo gli animi, no?! E di soldini in tasca, tolti quelli per ciro, gliene resteranno pur sempre un bel po. Peccato che per un reparto rafforzato ce ne sia uno nuovamente indebolito. È la solita storia della coperta troppo corta. Ricordo che certi risultati si raggiungono con una squadra valida in tutti e 3 i reparti e non solo uno. Questa è la differenza che passa tra fare campionati anonimi di metà classifica, quando ci va bene, e campionati di un certo spessore. Ho piu volte letto in passato di accostamenti tra lei e pianelli, che dopo quest’ultimo è stato il migliore presidente del toro. Io eviterei di mischiare il sacro al profano e di inserire nella stessa frase il suo nome e quello di Orfeo. Seppur ragazzino ho seguito le gesta del toro di pianelli e del suo presidente e siamo su tutt’altro pianeta. Riconosco certamente che lei,Cairo, è certamente un presidente migliore di alcuni che son venuti dopo Orfeo. Mi riferisco ai vari vidulich,goveani,calleri,ciminnelli! Ma è pur vero che bastava veramente poco per esserlo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 2 anni fa

      Ma perché non lo fai tu il presidente del Toro, hai delle ottime idee e immagino anche che tu abbia 2/300 milioni di euro da buttare nel calcio, senza avere innanzitutto certezza di vincere… Caro tifoso granata, tra Pianelli e Cairo tu scegli il primo io nettamente il secondo per il semplice motivo che fare il presidente oggi è 100 volte più difficile e dispendioso… Tu credi che ai tempi di Pianelli era più facile o difficile comprare i calciatori più bravi? Credi che ci fossero i divari di stipendio che ci sono ora tra i nostri Top placer e quelli di Milan, Inter, Napoli, Roma etc…. Oggi per ri-comprare un Immobile (intendo Ciro non un palazzo) e poterlo far giocare questo si deve dimezzare lo stipendio che stava guadagnando facendo panchina in Spagna in una squadretta che lotta per Europa League… Capisci che sono periodi calcistici non minimamente paragonabili…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rossogranata - 2 anni fa

    PRESIDENTE non sarebbe il caso di VENDERE MAXIMOVIC al Napoli con la CLAUSOLA di tenerlo fino a GIUGNO e finalmente prendere EL KADOURI !!! E poi 22 milioni penso che bastino NO ?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ziocane66 - 2 anni fa

    Presidente : a quelli del Napoli digli pure de dà via i ciàp e di tradurti cosa hanno capito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. maxmurd - 2 anni fa

    Io sinceramente El Kebab non lo rivorrei… gioca 1 partita su 3, non è da Toro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bertu62 - 2 anni fa

    Dove sono quelli che dicevano che Cairo/Ventura avevano messo LOPEZ in vendita? E che Cairo/Ventura avrebbero venduto adesso Maksi? …… MUTI!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Brawler Demon - 2 anni fa

      Ma lasciali perdere, non ne val neanche la pena.
      Mi fa anche piacere aver compreso i possibili problemi di Quaglia, ora tutto mi pare che abbia una spiegazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

      Be veramente è stata la Gazzetta dell Sport a scrivere che la Società dava 15 giorni per dimagrire dopo di che sarebbe stato ceduto in Arabia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy