Torino-Frosinone: attacco ritrovato, ma attenzione agli errori in difesa

Torino-Frosinone: attacco ritrovato, ma attenzione agli errori in difesa

L’analisi / Il risultato fa bene alla squadra e all’ambiente, ma alcune sviste non si possono ripetere

errori

Il Torino ha conquistato tre punti contro il Frosinone di Roberto Stellone, raggiungendo quindi quota 25 in classifica, interrompendo una striscia negativa lunga quattro partite. La vittoria contro i ciociari ha fatto molto bene a tutto l’ambiente granata, restituendo fiducia ai giocatori, soprattutto per l’inserimento in rosa di Ciro Immobile, innegabile protagonista del match di sabato sera. Anche lo stesso Andrea Belotti è apparso molto in forma e ispirato, riuscendo a realizzare due gol e un assist. Tuttavia ci sono degli elementi che vanno rivisti con attenzione, e che sarebbe meglio che non capitassero nei prossimi match.

ERRORI DIFENSIVI – Il Toro ha messo a segno 4 gol, però ne ha subiti 2: il primo è stato realizzato a causa di una “dormita” della difesa granata, che ha permesso l’ottimo inserimento del centrocampista del Frosinone Sammarco. Quel gol si poteva evitare, se soltanto la difesa avesse lanciato via il pallone, come solitamente riesce a fare Kamil Glik. Il secondo gol è arrivato anche per un pizzico di sfortuna, con Avelar che colpisce la palla che si insacca nella porta di Ichazo da calcio d’angolo: nonostante il coefficiente di sfortuna, sui calci piazzati è necessario essere attenti come nelle partite precedenti.

Andrea Belotti, tre gol con la maglia del Torino: due li ha segnati sabato contro il Frosinone, errori
Andrea Belotti, tre gol con la maglia del Torino: due li ha segnati sabato contro il Frosinone

UN ATTACCO NUOVO – Ma un aspetto positivo, da sottolineare, è senz’altro quello dell’attacco: ripercorrendo il match contro l’Empoli si può vedere palesemente che se Martinez fosse riuscito a mettere a segno almeno una delle occasioni avute nel corso della partita, quasi sicuramente i granata non sarebbero usciti dall’olimpico con zero punti. Perciò è giusto lodare la forza di volontà di Ciro Immobile, che si è sforzato di creare superiorità numerica in attacco, si è preso la responsabilità di ben due rigori (il primo era da ripetere) ed ha indubbiamente aiutato Belotti a scatenarsi. Infine, anche il centrocampo si è comportato bene, con Baselli che ha avuto un’occasione per tornare al gol ed è riuscito a servire l’assist per il secondo gol del “Gallo”; una buona prestazione anche degli esterni, in particolare Bruno Peres, molto ispirato e con tanta voglia di fare, che però è incappato in un infortunio (lieve) che lo terrà fuori dai campi di gioco per almeno una settimana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy