Torino-Frosinone passa dai pali: è Padelli contro Leali

Torino-Frosinone passa dai pali: è Padelli contro Leali

Testa a testa / Storie diverse: chi si affaccia alla Serie A da predestinato, chi dopo una lunga gavetta. Ma l’obiettivo oggi è lo stesso

8 commenti
Padelli

Il duello che andrà in scena oggi, a cento metri di distanza malcontati l’uno dall’altro, parte, in realtà, qualche anno fa: precisamente nella stagione 2012/2013, quando il giovanissimo Nicola Leali era già sotto i riflettori dei media nazionali per il suo acquisto da parte della Juventus dal Brescia. Il ragazzo è un predestinato, dicono. I bianconeri se lo assicurano e poi lo mandano in prestito in giro per l’Italia: Lanciano, Spezia, Cesena (esordio in Serie A). Insomma, un po’ di esercizio prima di arrivare a quello che pare essere l’obiettivo finale: la porta bianconera.

In quella stessa estate del 2012, invece, Daniele Padelli si stava preparando a un’altra stagione da comprimario a Udine: zero spazio con Handanovic in porta nel campionato appena concluso, in estate la maglia da titolare passa sulle spalle di Brkic, con il risultato che il portiere di Lecco rimane imprigionato nella dimensione di secondo. È solo l’ultimo passo di una lunga e faticosa gavetta che Padelli ha dovuto affrontare prima di abbracciare la causa granata e respirare l’aria della Serie A da protagonista. Un sogno cullato da tempo, ma reso realtà solo all’ombra della Mole.

Padelli esulta con Gazzi dopo il match contro l'Atalanta, quando il portiere non subì gol
Padelli esulta con Gazzi dopo il match contro l’Atalanta, quando il portiere non subì gol

Oggi i due si troveranno uno davanti all’altro – metaforicamente. Padelli sta cercando di trovare la quadra dopo un momento molto difficile causato da qualche errore di troppo, mentre Leali sta pagando il fatto di trovarsi di fronte una difesa tutt’altro che perfetta – situazione non dissimile da quella dell’estremo difensore granata, peraltro. Certamente gli obiettivi delle due compagini passano anche sempre e soprattutto dalle prestazioni dei due portieri, che finora non sono riusciti a portare abbastanza spesso a casa la porta inviolata (2 il gialloblù, 4 il granata). Abbassare la saracinesca oggi sarà decisivo.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mik - 2 anni fa

    Se come dice l’articolo toro-frosinone oggi passa dai pali…stiamo freschi!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG sempre - 2 anni fa

    Padelli non è un fenomeno e l’ abbiamo testato sulla nostra pelle, ma certo è che ogni domenica di “padellate ” se ne vedono su tutti i campi. E anche da parte di certi fenomeni….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 2 anni fa

      Si è vero che anche i migliori sbagliano, incluso il super Handanovic, ma quanto spesso? E soprattutto, quanto spesso gli altri fanno parate decisive?
      Le rarissime volte che Padelli fa una parata decisiva è ormai tardi perchè ha già regalato un gol.
      La differenza la fanno le parate decisive in rapporto con le cappelle, che designano Padelli come un portiere da Lega Pro.
      A confronto Zaccagno è un supereroe se lo paragoniamo a Padelli…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. WGranata76 - 2 anni fa

    Parliamo di portieri più forti di lui nel nostro campionato oggi:
    Sorrentino
    Mirante
    Perin
    Sportiello
    Marchetti
    Consigli
    Viviano

    Sono tutti italiano e non mi sembrano per nulla inferiori, anzi, a Padelli. Se contiamo anche quelli stranieri ce ne sono più forti, vedi Bizarri ad esempio.
    Il portiere è un ruolo troppo delicato per lasciare Padelli, specie se si fanno proclami sulle prestazioni e sul far giocare chi rende di più e che tutti devono lavorare per la squadra. Allora che si faccia da parte lasciando spazio a qualcuno più sereno o motivato, Ichazo ad esempio o più esperto Castellazzi.
    Si esclude Maxi per 2 kg in più, ma si continua a mettere Padelli che ci è costato già almeno 6 punti o un Vives che non serve assolutamente a nulla in campo, rovinando così un giocatore di grandi prospettive come Benassi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabio972 - 2 anni fa

      Ciao wgranata76. Condivido quasi tutto tranne: il sovrappeso di Maxi è molto più elevato e sta facendo danno quanto i pretoriani di Ventura (tra cui Padelli)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …se in Nazionale è convocato Padelli e non leali un motivo ci sarà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 2 anni fa

      Si Perin infortunato…
      Padelli non potrebbe far parte neanche della selezione nazionale Lega Pro.
      Se parliamo di calcio, diciamo le cose come stanno,Padelli è da Lega Pro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fabio972 - 2 anni fa

    Se Leali ha esordito in serie a a 18 anni e Padelli a 25 un motivo ci sarà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy