Torino, Gaston Silva a Granada dal Ventura di Spagna

Torino, Gaston Silva a Granada dal Ventura di Spagna

Focus on / Tante le analogie di Paco Jèmez con il tecnico ligure: gioco propositivo, modulo definito, grande talento nel lavoro con i giovani. Una “continuità tecnica” che può essere una ghiotta occasione per l’uruguagio

2 commenti

Come ormai noto, il Torino ha compiuto negli ultimi giorni una vera e propria operazione di rifondazione del pacchetto difensivo: volti nuovi (Rossettini, Castan, De Silvestri), addii (Bruno Peres, in attesa di definire la questione Maksimovic) ed arrivederci (Jansson e Gaston Silva) Proprio per il giovane uruguagio è arrivata nella giornata di ieri l’ufficialità del trasferimento in prestito secco al Granada: il duttile difensore trascorrerà quindi una stagione in Spagna con l’obiettivo di maturare ulteriormente per poi fare ritorno alla base granata la prossima estate. Proprio in terra iberica, potrebbe non a caso arrivare la definitiva consacrazione: il neo tecnico del Granada è infatto Paco Jèmez, considerato una sorta di “Ventura di Spagna”

L’allenatore di Las Palmas sembra infatti corrispondere ad un alter ego del ligure, per differenti motivazioni: si tratta di un tecnico in patria molto apprezzato per il bel gioco che conferisce alle proprie formazioni, molto propositivo ed incentrato su un lungo e manovrato giro palla, ed è inoltre uno dei pochissimi tecnici spagnoli, se non l’unico, che non cambia mai modulo o filosofia di gioco nemmeno di fronte a corazzate quali Real Madrid o Barcellona. Proprio quelle big dalle quali finora non è mai arrivata una chiamata: come per Ventura, infatti, il suo curriculum parla di una carriera vissuta tra panchine di medio-basso livello; Alcalà, Còrdoba, Cartagena, Las Palmas, Rayo Vallecano ed ora Granada. Ancora: il suo nome era uno di quelli maggiormente caldeggiati negli ultimi anni come sostituto di Del Bosque sulla panchina della Nazionale, strada che invece il tecnico genovese ha intrapreso davvero.

Gaston SIlva, Le formazioni ufficiali di Bologna-Torino

Ultima, ma fondamentale, analogia: il talento e la predisposizione a lavorare molto con i giovani. Negli ultimi cinque anni Paco Jèmez ha infatti lanciato giocatori quali Salomon Rondon (ai tempi del Las Palmas), Saul Niguez (il centrocampista-copertina dell’Atletico Madrid negli ultimi mesi per via della rete segnata in semifinale di Champions’ al Bayern Monaco) e Diego Llorente (canterano del Real Madrid l’anno scorso con lui al Rayo Vallecano) In più, il tecnico ha il merito di aver “resuscitato” proprio lo Iago Falquè del Torino quando era stato scartato da Barcellona, Juve e Tottenham ed il Mudo Vazquez, quando la sua stella al Palermo doveva ancora brillare e la permanenza in rosanero non era così scontata. Una grande occasione quindi per Gaston Silva, che in questa nuova avventura spagnola ha davvero l’occasione per veder sbocciare definitivamente il proprio talento sotto una guida tecnica di sostanziale continuità rispetto a quella di Giampiero Ventura.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro for ever - 7 mesi fa

    Il Napoli le sta provando tutte per avere Maksimovic,ha offerto al Toro 25 milioni + bonus,+ una percentuale del 20% sulla rivendita del giocatore,+ valdifiori ,Cairo mollalo subitoooo…ormai non ci sono più presupposti per poterlo trattenere, e dico che all’estero nessuno ti pagherà questa cifra. Sarebbe una bella vendita speriamo vada in porto io lo cederei subito…Speriamo che la prima a san siro possiamo portare a casa i primi 3 punti per iniziare alla grande una stagione da protagonisti.FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi-TR - 7 mesi fa

      d’accordo su tutto ma 3 punti a San Siro con una squadra praticamente nuova la vedo molto ma molto difficile

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy