Torino, Gaston Silva: in mezzo a molti dubbi, qualche certezza c’è

Torino, Gaston Silva: in mezzo a molti dubbi, qualche certezza c’è

Palermo-Torino 2-2 / Contro i rosanero l’assenza di Moretti si è fatta sentire, ma l’uruguaiano è un talento che merita fiducia

Commenta per primo!

La partita tra Palermo e Torino ha rappresentato un’importante occasione per un giocatore che dal suo arrivo in granata ha avuto poche possibilità di mettersi in mostra. Stiamo parlando del giovane Gaston Silva, centrale difensivo classe ’94 capitano dell’Uruguay vice campione del mondo nei Mondiali 2013 Under20.

PECCATI DI GIOVENTÙ – Alla sua terza presenza in Serie A, la settima in stagione contando anche le 4 apparizioni in Europa League, in quel del Barbera il numero 21 granata ha offerto una prestazione che se da un lato può indurre ad un cauto ottimismo in ottica futura, dall’altro ha evidenziato diverse lacune probabilmente attribuibili ai suoi appena 21 anni. Che le sbavature dettate dall’inesperienza siano comprensibili se commesse da un talento della sua età è indubbio, tuttavia, almeno durante la prima frazione di gioco contro i rosanero, l’assenza di Moretti sul centro-sinistra della retroguardia si è fatta sentire, e non poco. Incomprensibile l’amnesia sua e di Molinaro in occasione del raddoppio dei padroni di casa e percepibile l’insicurezza dei granata nelle situazioni di calcio piazzato senza un abile marcatore come l’ex Genoa.

MA IL TALENTO NON MANCA – Come riportato poc’anzi, però, la gara disputata dall’uruguaiano non è completamente da buttare, anzi. Il talento, la tecnica palla al piede e la personalità, infatti, non sembrano mancare, motivo per cui rinnovargli la fiducia in funzione della prossima stagione, quando Moretti andrà per i 35 anni per intenderci, potrebbe rivelarsi un’intelligente operazione di mercato. Il campionato non è ancora terminato e Gaston Silva potrebbe avere altre chance di scendere in campo. Dopo mercoledì, però, sappiamo indubbiamente qualcosa in più sul suo conto: nonostante alcune disattenzioni il potenziale c’è, ora spetta anche a Ventura e alla società riuscire a farlo esplodere definitivamente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy