Torino, Gattuso: “Dopo Sheva, ho visto solo Belotti allenarsi come lui”

Torino, Gattuso: “Dopo Sheva, ho visto solo Belotti allenarsi come lui”

Il campione del Mondo 2006: “Ha lavorato con me ai tempi del Palermo, mi ha dato le stesse sensazioni del mio ex compagno di squadra. Ha il veleno addosso”

6 commenti
Gattuso, Belotti

A distanza di quasi un anno, nel momento più difficile per il Torino, ma anche più prolifico dell’attaccante granata (6 gol sinora, di cui 5 nelle ultime giornate), ecco che ritornano in mente le parole di Gennaro Gattuso: leader rossonero di un tempo e di quella Nazionale che vinse il Mondiale nel 2006.

Il centrocampista tutto cuore e grinta, ha allenato il ‘Gallo’ ai tempi del Palermo, vedendo in lui un talento assoluto. Non tanto per doti gentilmente concesse da Madre Natura, quanto più per la voglia e la costanza di dare sempre il massimo.

“Dopo Sheva, in vita mia ho visto solo Belotti tirare quindici ma anche venti volte in porta, centrando sempre lo specchio – aveva aperto così in quell’intervista Gattuso. Per poi continuare: “In allenamento non si risparmia mai, ha una costanza incredibile”.

Quindi il paragone con un giocatore eccezionale: “Allenandomi con Shevchenko ho notato questa dote, difficilmente quando lui calciava a rete non beccava la porta. Belotti ai tempi del Palermo mi ha dato le stesse sensazioni, ha un veleno addosso incredibile. Si allena sempre a mille all’ora e ha voglia di imparare. Ancora non mi spiego come mai squadre come Roma, Milan e Lazio non abbiano puntato ad occhi chiusi su di lui”.

Già, chissà perché. Ma poco importa, perché Belotti ora è in una grande squadra e questa porta il simbolo del Toro.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nick - 12 mesi fa

    io penso che se avessimo avuto una mezzala degna di nota da affiancare a baselli, il gallo sarebbe esploso molto prima. cmq meglio tardi che mai. non ho mai avuto dubbi sulle potenzialità della ns squadra a scapito di qualche detrattore….la questione é mettere anche gli attaccanti in condizioni di segnare e non solamente andare a prendersi la palla nella ns metà campo….a buon intenditore…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. giancator - 12 mesi fa

    Incarna lo spirito granata ,grinta e voracità sotto porta accompagnata da una buona tecnica.E’ ancora un po acerbo,ma sta crescendo a vista d’occhio,con Immobile,finalmente,un attacco da vero Toro.Vederlo giocare è sempre un grande piacere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granata_91 - 12 mesi fa

    Purtroppo nel calcio si guardano solo i numeri, tutto il resto conta relativamente. Sono contento che finalmente stia segnando con costanza e le sue prestazioni sono sempre all’altezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Papa Urbano I - 12 mesi fa

    …tecnicamente il paragone con Sheva magari è un po’ azzardato…ma come intensità ho visto pochi giocatori al livello di Belotti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Papa Urbano I - 12 mesi fa

    …e pensa Ringhio che qua i genidelcalcio lo hanno smerdato fino a 1 mese fa…gente abituata a giudicare solo dai goal fatti o dal risultato…ma le prestazioni Belotti le ha sempre fatte…e adesso stanno arrivando anche i goal…ma su questo non avevo dubbi…e ne arriveranno tanti altri…Belotti i goal li ha sempre fatti…ma la potenza-cuore che mette in campo mi ha veramente stupito…questo è il prototipo di GIOCATORE DA TORO…22 anni…veramente tanta roba…c farà divertire parecchio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 12 mesi fa

      Eh dai! Ti ho appena lodato poco fa!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy