Torino-Genoa 0-0, la moviola: Irrati, meglio nel secondo tempo

Torino-Genoa 0-0, la moviola: Irrati, meglio nel secondo tempo

Moviola / Gli episodi arbitrali più discussi del match dell’Olimpico tra i granata di Mihajlovic e i genoani guidati da Ballardini

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17
Irrati Inter Torino

Si conclude con un pareggio a reti bianche la partita tra Torino e Genoa, valevole per l’ultima giornata del girone di andata di Serie A  Il direttore di gara designato per l’incontro dell’Olimpico era Massimiliano Irrati della Sezione AIA di Pistoia. Il fischietto abruzzese, è stato coadiuvato rispettivamente dagli assistenti Alassio Rossi, con il quarto uomo Marini e alle postazioni Var Maresca e Lo Cicero. Nonostante i molti falli – ben 47 nel corso della gara – il match è stato tutto sommato corretto e guidato discretamente da Irrati.

LEGGI: Toro: se in casa non vinci mai, i fischi ci possono stare

PRIMO TEMPO – Qualcosina da segnalare nella prima frazione di gioco, al 38′ giustamente ammonito Rosi per un netto fallo su Berenguer. L’esterno genoano è andato vicino al doppio cartellino giallo in altre occasioni, sulle quali Irrati sorvola. Al 45′ poi il Torino guadagna un calcio d’angolo e l’arbitro fiorentino si dimostra troppo fiscale nell’occasione fischiando la fine della prima frazione di gioco non permettendo ai granata di sfruttare l’occasione, nonostante la partita fosse stata spezzettata più volte nel corso del primo tempo.

SECONDO TEMPO – Pronti, via e al 48′ viene ammonito Valdifiori che strattona in maniera evidente Bertolacci: giusta l’interpretazione di Irrati. Da qui in poi non ci sarà molto da evidenziare nella direzione di gara e arriveranno altri due giusti cartellini gialli per Rigoni al 67′ in uno dei tanti falli su Berenguer  e al 91′ per Spolli che entra in netto ritardo su Niang. Il difensore centrale ex Chievo poteva forse essere ammonito prima, consideraati anche i tanti falli fatti nel corso della gara.

Gli incroci tra Irrati e il Toro restano, dunque in equilibrio con questo pareggio, infatti lo score ci racconta di 5 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renato - 1 anno fa

    Desidero precisare (ero presente) che alla fine del primo tempo Irrati non ha permesso di battere il calcio d’angolo e ha fischiato la fine del tempo quando il cronometro del tabellone (che era giusto) segnava 44′ 56″. In vita mia non ho mai visto nulla di simile. Non aggiungo altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy