Torino, gli 11 nazionali sono la riprova di tutto il buono fatto in stagione

Torino, gli 11 nazionali sono la riprova di tutto il buono fatto in stagione

Nazionale/ Conte convoca 3 granata a Coverciano. Anche Prandelli ne aveva convocati 3 per i Mondiali 2014 ma ora molte cose sono cambiate

A fine campionato è il momento di tirare le somme. Evitando di pensare a ciò che è stato lasciato sul terreno di gioco, il giudizio per il Torino deve essere indubbiamente positivo. La dimostrazione è stata data dall’abbraccio tra tifosi e giocatori giunto alla fine della partita contro il Cesena; un altro segnale è giunto sempre dai tifosi con quegli striscioni esposti all’Olimpico che ricordavano i momenti clou della stagione e invitavano i campioni a rimanere sotto la mole, sponda granata ovviamente. Il segnale decisivo,  a conferma dell’ottimo lavoro svolto in questa stagione, sia da Ventura che dai giocatori, è arrivato con la convocazione di ben 11 giocatori nelle rispettive Nazionali. Sta per partire infatti un periodo molto caldo anche per le Nazionali, con in programma amichevoli, qualificazioni agli Europei Francia 2016, e la Copa America.

Per quanto riguarda la Nazionale italiana di calcio, sono 3 i granata convocati da Conte: Padelli, Moretti e Darmian. 

Tre giocatori granata nella Nazionale “A” quest’anno, così come per gli sfortunati mondiali brasiliani del 2014. Molte però sono le differenze. Di quel terzetto ritroviamo solo Darmian. L’anno scorso il difensore aveva all’attivo 37 presenze e zero reti. Quest’anno, con 33 presenze in campionato e 12 in Europa League, più 4 gol messi a segno, il giovane difensore non solo ha nuovamente conquistato la maglia azzurra ma tiene sul filo del rasoio tutti i tifosi granata che lo invitano a resistere alle tentazione da “grande club”. Gli altri due torinisti presenti nella Nazionale di Prandelli erano Alessio Cerci e Ciro Immobile, che hanno lasciato Torino nel mercato estivo dello scorso anno. Per Alessio Cerci una stagione sfortunata quella di quest’anno, con 16 presenze in campionato e una sola rete all’attivo. Nella stagione 2013-2014 l’attaccante collezionò 37 presenze e ben 13 gol in campionato con la maglia granata diventando uno dei nomi più gettonati del mercato. Stessa sorte per Ciro Immobile, capocannoniere della serie A nel 2013-2014 con la maglia del Toro, 22 reti in 33 presenze. Quest’anno, in forza al Borussia Dortmund, il campano ha collezionato 24 presenze e solo 3 reti.

In vista della partita contro la Croazia, valida per le qualificazioni agli Europei, Conte ha convocato Moretti e Padelli per lo stage a Coverciano, che si spera abbia esito positivo. Il primo quest’anno ha vissuto una seconda giovinezza, una delle migliori stagioni in carriera, con 35 presenze e due gol. Per Padelli una stagione ricca, 25 presenze, qualche errore difficile da perdonare ma ugualmente premiato da Conte come uno dei migliori portieri in Italia.

Ci si augura che i tre vivano una bellissima ed importante esperienza in azzurro per poi portare quanto appreso sui campi internazionali nello spogliatoio granata. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy