Torino: Glik, l’Empoli e il possibile commiato del capitano

Torino: Glik, l’Empoli e il possibile commiato del capitano

Finale di stagione / La 136esima presenza in maglia granata rischia di essere l’ultima per l’uomo che arrivò nell’estate del 2011

2 commenti

Potrebbe non essere la solita passerella di fine stagione per il Torino la sfida contro l’Empoli in programma questo pomeriggio. O meglio, lo sarà sul campo, ma tra qualche settimana potrebbe assumere contorni nuovi, soprattutto nel caso che diventi l’ultima presenza in granata di Kamil Glik, attuale capitano, su cui i canti delle sirene d’Europa si fanno sempre più forti e invitanti (QUI gli ultimi aggiornamenti).

Genoa CFC v Torino FC - Serie A

Sia chiaro, le vie del calciomercato sono infinite. Niente è ancora stato messo nero su bianco, ma è certo che quello del centrale polacco è, insieme a Peres e Maksimovic, il profilo più atteso alla porta delle trattative, visto il largo interesse di moltissime squadre. Quella con l’Empoli, dunque, potrebbe essere ricordata per essere stata l’ultima partita del capitano, proprietario indiscusso da tre stagioni della fascia e a più riprese additato dalla piazza come il calciatore che, nell’ultimissimo periodo, ha più di tutti incarnato in campo il Cuore Toro tanto richiesto dai tifosi. E a cancellare questo sentimento non è bastata neanche una stagione sottotono, dopo i fasti dell’anno passato che ne avevano alzato alle stelle la valutazione – per la gioia di Cairo.

In caso di partenza, Glik lascerebbe Vives come unico reduce dell’anno in Serie B sotto la guida Ventura, la prima del regno del tecnico genovese.Il polacco, infatti, era rimasto assieme al mediano l’ultimo protagonista della cavalcata che porto dalla cadetteria direttamente in Serie A, partecipando in prima persona a tutte le gioie – e a tutti i momenti negativi – che negli ultimi cinque anni hanno accompagnato i colori granata. Quegli stessi colori che Glik al Castellani potrebbe vestire ed onorare un’ultima volta, fino al triplice fischio, come sempre ha fatto. Poi, la palla uscirà dal campo ed entrerà nelle hall degli hotel: a quel punto, ci sarà solo da attendere.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Brawler Demon - 10 mesi fa

    Cairo non è uno sprovveduto, attenderà la fine dell’Europeo, Kamil attende questa competizione da troppo e sicuramente non sfigurerà.
    In bocca al lupo, Capitano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. aterreno - 10 mesi fa

    Ciao, grazie per gli anni passati, arrivederci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy