Torino, grinta Molinaro: vuole accelerare il rientro

Torino, grinta Molinaro: vuole accelerare il rientro

Focus On / Il laterale sinistro spera di rientrare con l’inizio del nuovo anno, ma probabilmente ci vorrà qualche settimana in più

Un inizio di campionato da titolare, poi il brutto incidente contro l’Empoli: un movimento autonomo e innaturale, che tramite una serie di accadimenti biomeccanici ha provocato la lesione completa e isolata del legamento crociato anteriore. Operato lo scorso 20 settembre dal dottor Renato Misischi, consulente ortopedico del club granata, Molinaro ha già iniziato la fase di recupero, con una ferrea volontà di voler tornare in campo il prima possibile, magari già entro il mese di gennaio 2017.

Chi conosce quanto sia grintoso e coraggioso Molinaro, uno che non ha certo paura di sobbarcarsi dosi extra di lavoro, non si sarà stupito di come il 33enne terzino campano abbia reagito allo shock del grave infortunio occorsogli. I tempi di recupero, però, saranno probabilmente un po’ più lunghi. Tra qualche giorno, Molinaro inizierà a poter camminare senza l’ausilio delle stampelle, sottoponendosi alla rieducazione assistita, tramite stimolazioni elettromeccaniche, messaggi drenanti e contrazioni isometriche. In seguito inizierà il protocollo riabilitativo al fine di ripristinare la completa mobilità del ginocchio, nonchè la funzionalità dei muscoli della gamba.

Torino-Roma 3-1, la dedica per Molinaro

Per quanto riguarda i tempi di recupero, è pronosticabile che Molinaro impieghi meno tempo del previsto per tornare a correre: un soggetto normale, dopo un infortunio al crociato anteriore, può tornare a correre dopo circa tre mesi, ma per un atleta come Molinaro si può pensare a qualche settimana in meno. Difficile, però, vederlo di nuovo a disposizione di Mihajlovic prima della seconda metà di febbraio. L’obiettivo di tutti è comunque rivedere presto il solito Molinaro. La ricostruzione del legamento ha avuto successo; il periodo post-operazione si è svolto senza intoppi, e si potrà arrivare al recupero completo senza problemi, al fine di permettere a Sinisa Mihajlovic di riavere il terzino sinistro arruolabile per la parte finale della stagione, ossia da marzo in avanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy