Torino, hai imparato a battere le grandi ormai: con la Roma è tempo di conferme

Torino, hai imparato a battere le grandi ormai: con la Roma è tempo di conferme

Approfondimento / Sconfiggere le big del nostro campionato non è più un tabù ormai: contro gli uomini di Garcia, i granata possono ragionevolmente sperare nel colpaccio 

Commenta per primo!

La notizia non è nuova: il Toro non soffre più del complesso delle grandi. Già, perchè solo nella passata stagione, gli uomini di Ventura hanno sì disputato un campionato sopra le righe, ma non hanno mai gioito contro una big della Serie A (eccezion fatta per la Lazio, che però si è piazzata dietro ai granata nella classifica finale).

POCHE SODDISFAZIONI CONTRO LE BIG NELLE PRECEDENTI STAGIONI – Che tale curiosità stesse diventando un vero e proprio tabù era comprensibile: troppo lontane le ultime vittorie dei granata ai danni di Juventus, Milan, Inter e Roma, e troppo frustrante assistere alle imprese di formazioni come Catania, Atalanta, Sassuolo e Pescara contro i club più blasonati del nostro torneo. La domanda che era spontaneo porsi era la seguente: ma il Toro cos’ha in meno rispetto a queste squadre?

QUALCOSA E’ CAMBIATO ORA – Ovviamente nulla. Probabilmente si trattava solamente di sbloccarsi psicologicamente una volta per tutte. E così è stato: dopo un inizio in sordina, quest’anno il Toro si è reso protagonista di un cammino ancor più sorprendente di quello della scorsa stagione, un cammino culminato con l’impresa del San Mames e i prestigiosi successi contro due tra le compagini più attrezzate del nostro campionato: Inter e Napoli. Ecco, è stata proprio la partita con i nerazzurri ad aver rappresentato in tal senso un punto di svolta. Con il gol a pochi secondi dalla fine di Moretti, il Toro è finalmente tornato a sbancare San Siro acquisendo così molta più fiducia nei propri mezzi. 

CONTRO LA ROMA PER LA CONFERMA – Le conseguenze del trionfo sul campo dell’Inter non potevano che essere stupefacenti: nel giro di poche settimane i granata hanno piegato altre due grandi formazioni come Bilbao e Napoli. Domani arriverà sotto la Mole un’altra big del nostro campionato, la Roma di Rudi Garcia. L’incontro non è affatto semplice, ma non impossibile: i giallorossi sono reduci da due vittorie consecutive e sono intenzionati a blindare il secondo posto, vero, ma Glik e compagni, ormai, sanno di avere molte frecce nel loro arco. Il prossimo bersaglio potrebbe quindi essere la compagine capitolina, senza dimenticare che ci saranno ancora i confronti con Juventus, Fiorentina e Milan

Solo il campo darà le risposte che cerchiamo. Nel frattempo, però, sperare non costa nulla e i tanti tabù sfatati nel giro di pochi mesi rappresentano un ottimo punto di partenza: il Toro è davvero tornato ad incornare le grandi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy