Torino, i cross l’arma in più per l’attacco granata

Torino, i cross l’arma in più per l’attacco granata

Le fasce / I granata ai vertici per i pericoli che vengono dagli esterni: la via più rapida per ricominciare a carburare in avanti

La palla corre veloce nei pressi della linea laterale, traversone in mezzo, spizzata ad anticipare la difesa ed a sorprendere il portiere, gol. Una delle soluzioni più ricercate dagli allenatori di mezzo mondo: sulle fasce la densità di giocatori è minore, e una volta che la palla è stata crossata in area il tocco risolutivo può arrivare in qualsiasi momento. Per questo motivo il cross dalle fasce è sempre ricercato come cura ai malanni offensivi di ogni squadra: è sufficiente avere un uomo di peso in area (e il Torino non ne difetta, anzi) per mandare alle stelle l’indice di pericolosità offensivo di una compagine.

avelar cross
Il Torino aspetta Avelar, che in 3 presenze è stato il granata più preciso dagli esterni

I granata, in questo fondamentale, sono tra le squadre più attrezzate e pericolose dell’intera Serie A: la banda di Ventura è al terzo posto per traversoni utili (dietro solo a Lazio e Palermo), ma anche al sesto per il minor numero di cross sbagliati. Per fare un confronto, i biancocelesti sono diciannovesimi, i rosanero tredicesimi. La conseguenza è evidente: i granata non solo crossano molto (anche se meno di altri) ma soprattutto crossano bene, con il risultato che il 67% dei palloni dalla fascia creano pericolo; in questa graduatoria il Torino è al secondo posto, sorpassato di un soffio (0,6%) soltanto dall’Inter di Mancini – che proprio da una punizione dalla fascia hanno punito Glik e compagni nell’ultimo incontro giocato all’Olimpico.

La strada segnata, dunque, è quella giusta, e le potenzialità dei granata assecondano questa soluzione offensiva, sia per le capacità degli esterni (Zappacosta o Peres a destra, Molinaro o Avelar a sinistra) sia per quelle degli avanti, che, ad eccezione, del solo Martinez, il quale punta più sulla rapidità, possono mettere in campo chili e centimetri per impensierire le difese avversarie. La soluzione per scardinare l’arcigna retroguardia dell’Atalanta può e deve passare anche da qui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy