Torino, i dettagli del monte ingaggi: ecco dove finisce il tesoretto

Torino, i dettagli del monte ingaggi: ecco dove finisce il tesoretto

L’analisi / Il Torino è la settima squadra d’Italia per monte ingaggi: tutti gli aspetti più rilevanti che emergono dagli ultimi numeri

61 commenti

IL MONTE INGAGGI

Cairo 4

Ne avevamo già parlato in settimana: il Toro cresce negli investimenti per quanto riguarda l’acquisto di cartellini (vedi Niang), ma anche e soprattutto sul piano del monte ingaggi. La Gazzetta dello Sport ha pubblicato tutti gli stipendi delle 20 squadre di Serie A nel dettaglio, e per il Torino si tratta di cifre sorprendenti.

Per prima cosa, i granata sono saliti dal decimo al settimo posto in questa speciale classifica – passando dai 32 milioni lordi di monte ingaggi dello scorso anno, ai 45 milioni di questo. Un salto deciso, che va di pari passo agli ingaggi di Niang e Sirigu, e ai rinnovi a cifre importanti di Belotti e Baselli. I granata si lasciano dietro Sampdoria, Bologna (lo scorso anno avanti), e soprattutto Fiorentina, ferma a 35 milioni – e con un calo di 9 milioni rispetto al 2016. Un Torino, dunque, che si attesta alla portata della zona Europa anche per quanto riguarda il monte ingaggi, posizionandosi settimo e crescendo come mai aveva fatto nella sua storia.

LA CLASSIFICA DEI MONTI INGAGGI DI SERIE A (CIFRE IN MILIONI DI EURO)

Pos. Squadra Monte ingaggi
1 Juventus 164
2 Milan 117
3 Roma 91
4 Inter 82
5 Napoli 81
6 Lazio 62
7 Torino 45
8 Sampdoria 37
9 Fiorentina 35
10 Bologna 29
10 Sassuolo 29
12 Atalanta 27
13 Genoa 26
14 Verona 22
15 Cagliari 21
15 Spal 21
15 Udinese 21
18 Chievo 18
19 Benevento 15
20 Crotone 12

61 commenti

61 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. christhrash - 2 mesi fa

    Se vogliamo andare in europa , quella che conta , bisogna avere giocatori forti. I giocatori forti hanno ingaggi alti, gli ingaggi alti si coprono con buone operazioni di mercato spendendo poco per rivendere a molto e finora mi sembra che non sia stato fatto un brutto lavoro dalla società. Per il pubblico e gli abbonati la situazione viene dal fatto che le nuove generazioni di ragazzini tifano le merde a strisce perchè vincono mentre noi veniamo da 20 anni di bastonate nei denti , tra la serie A e la B . Ci vuole tempo e magari che le merde sprofondino per qualche decennio verso metà classifica , ma lo vedo improbabile…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. underground_336 - 2 mesi fa

    Prima di inserire questo commento ho dato una lettura a tutti i commenti precedenti, e ne ho lette tante inserite da parte di pseudo commercialisti che non condivido. Una società di calcio è un’azienda e come tutte le aziende per crescere deve aumentare gli investimenti e conseguenza aumentano i costi, nel calcio il rientro è dato dai diritti TV, dagli sponsor che pagano in proporzione alla visibilità, ai risultati, ed infine, ahimè, dal botteghino.
    1)Riguardo agli investimenti è da decenni che non vedo calciatori che vengono da squadre con le maglie a strisce e scegliere il TORO significa che si ha piena fiducia alla nuova squadra e alla società in crescita.
    2) I soliti maicuntent che indicano la squadra di nuovo da decimo posto, forse sono un tipo ottimista, ma francamente oltre le merde e il Napoli non vedo squadre superiori alla nostra ( si indicano il Milan, e addirittura la Lazio ).
    3) quello che mi duole maggiormente è il numero di abbonamenti che molti giustificano con la qualità della rosa, questa è l’ennesima volta che sostengo che siamo un pubblico la lega Pro, ( che non si offendano i tifosi del Lecce o del Catania )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      Magari è Come dici tu: una azienda come le altre. Io non sarò troppo ferrato in materia, ma investire significa metterci soldi propri, attraverso mutui prestiti o semplicemente cash. Altrimenti mi sembra solo una partita di giro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. underground_336 - 2 mesi fa

        Si possono reinvestire anche gli utili.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 mesi fa

      Per quanto riguarda gli abbonamenti invece secondo me bisogna guardare le presenze allo stadio. L anno scorso sono state poco meno di ventimila. Mi sembra che in uno stadio da ventisei dove le curve e i settori più popolari contengono circa quindici mila posti, non è una brutta media. Se poi vediamo che a gennaio avevamo già perso il treno della europa league e coppa Italia…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granatadellabassa - 2 mesi fa

    L’articolo è molto semplicistico. Così come sono semplicistici coloro che riducono tutto al saldo delle compravendite. Ciò premesso è evidente che l’incremento del monte ingaggi testimonia il fatto che l’asticella si è alzata. I grandi giocatori pretendono più soldi di quelli meno bravi. Poi si sa che non sempre più spendi e più vinci. Però è chiaro che la società sta facendo sul serio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. tric - 2 mesi fa

    Meglio pensare a tifare, specie se di ragioneria non si capisce una banana! Lasciamo fare a Cairo, tanto noi non abbiamo titolo per agire al posto suo. Comunque l’aumento degli ingaggi è un’operazione giusta per alzare il livello qualitativo dei giocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. IlGrandePolicano - 2 mesi fa

    A me Cairo non piace. Credo si sia capito dagli interventi che ho fatto nell’ultima settimana.
    Ma non sparerò sulla croce rossa: questo articolo è palesemente troppo facile da attaccare per ribadire critiche a Cairo che ormai tutti conoscete benissimo…
    Mi sembra che qualche giornalista della Gazzetta molto zelante abbia voluto fare una “leccata” all’editore…scrivendo che il Toro è arrivato ad avere il 7° monte ingaggi della serie A (e il 4° tecnico più pagato), un po’ per continuare il discorso che suona come “tecnico e squadra sono stati pagati, ora se non arrivano i risultati crocifiggeteli ma non toccate Cairo”….peccato che se scrivi di numeri devi sapere cosa scrivi se no scopri il fianco…e di brutto.
    Mi limito a dire due cose:
    – adesso come adesso poco serve continuare a fare polemica…mi rimetto a tifare come al solito (continuando a tenermi la mia opinione che Cairo sia un presidente inadeguato per il Toro)
    – Ansaldi che guadagna 1,4 milioni di euro netti all’anno non si può proprio sentire…davvero.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. prawda - 2 mesi fa

    Articolo scritto da chi non ha mai visto un bilancio per lavoro o per studio. Intanto scrivere che il tesoretto dovuto alle plusvalenze andrebbe a coprire dei costi fissi quali sono le spese per ingaggi e’ una castroneria da un punto di vista contabile (quasi peggio di quelle che ogni tanto si leggono magari per eccesso di libagioni :-) ), inoltre andrebbe sempre ricordato che il Torino chiude il bilancio al 31 dicembre e non 30 giugno come altre societa’, per esempio i gobbi e quindi questo aumento va ripartito su due esercizi fiscali ed incidera’ solo al 50% sul 2017. In definitiva come scrivevo pochi giorni fa il 2017 probabilmente avra’ ancora una gestione ordinaria in pareggio visto che nel 2016 era in attivo di 5M, mentre nel 2018 senza un aumento dei ricavi e’ probabile che vada in passivo per alcuni milioni; mantenendo infatti costanti i ricavi, a parte l’ultimo aumento dei diritti televisivi, e gli altri costi sulla base del bilancio 2016 andrebbe in passivo di circa 6M per quanto riguarda la gestione ordinaria, da coprire con il risultato dopo il player trading od eventualmente se non vi fosse nulla con una parte del patrimonio netto costituita dagli utili degli ultimi 4 anni. Sarebbe stato piu’ corretto scrivere che gli ingaggi sono arrivati ad un livello pari agli incassi da diritti televisivi (45M di spese per ingaggi a fronte di probabilmente di 45/46M di diritti televisivi per la stagione 2017/2018) e che le altre voci di ricavo a quel punto non sarebbero piu’ sufficienti a garantire una gestione ordinaria quanto meno in pareggio. Riporto le cifre del bilancio 2016: ricavi da diritti televisivi 44.6M, ricavi da botteghino 5,1M, ricavi commerciali e altri ricavi 14M, fatturato netto 63.6M. Costo del personale 42.8M altri costi operativi 15.8M, gestione operativa in attivo per circa 5M.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata70 - 2 mesi fa

      Non si parla di bilancio….bisogna capire prima di attaccare….si parla di monte ingaggi ed è chiaro che se gli incassi non sono al livello per tenere i bilanci in equilibrio bisogna necessariamente aver plus valenze che sono componenti positivi frazionati per gli esercizi di competenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 2 mesi fa

        Da quello che scrivi credo che dovresti prima comprendere cosa e’ un costo fisso quali sono gli ingaggi ed una entrata non ripetitiva quale e’ una plusvalenza, ricordando che contabilmente e’ una castroneria pensare di coprire costi fissi con entrate non ripetitive; dovresti anche conoscere quali sono i costi e i ricavi che determinano il risultato di gestione. Hai dato una definizione di plusvalenza completamente errata, una plusvalenza e’ la differenza in positivo dovuto alla vendita di un cespite rispetto al suo costo d’acquisto al netto degli ammortamenti e ricade interamente come competenza fiscale nell’anno della cessione, al contrario del costo d’acquisto che viene ammortizzato in diversi esercizi, nel caso dei giocatori sulla base della durata contrattuale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

          Sì prawda senza contare che il nostro granata70 evidentemente non sa che solo fiscalmente le plusvalenze possono essere spalmate in più anni…È ora di smetterla. Se si vuole parlare di bilancio prima si studino i principi contabili altrimenti limitiamoci a tifare e non scassiamoci i coglioni…E non mi riferisco a te ovviamente

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. granata70 - 2 mesi fa

            Avete idee confuse. E parlate di cose che non ho detto. Il maggior valore di un cespite è il plusvalore acquisito nel tempo ed è corretto contabilmente imputarlo ai periodi coinvolti da qui nasce la normativa fiscale. Di professori e di allenatori ne abbiamo piene le strade ed è l’anticamera a l’osservazione dei cantieri.

            Mi piace Non mi piace
          2. prawda - 2 mesi fa

            granata70 – Scusami ma mi sembra che chi abbia le idee confuse sia proprio tu e lo dimostra anche il tuo primo post. Come ha giustamente scritto Granat….iere di Sardegna le plusvalenze possono essere eventualmente rateizzate, ossia puo’, a scelta del contribuente, concorrere al reddito di impresa in quote costanti nell’anno in cui si e’ verificata e nei successivi ma non oltre il quarto. Con questo la finisco perche’ diventa una discussione eccessivamente tecnica ed ha poco senso in un forum di calcio. Pero’ come diceva giustamente Granat….iere di Sardegna se si vuole scrivere un articolo che tratta argomenti contabili e’ doveroso farlo in modo corretto, altrimenti e’ meglio non farlo e limitarsi a parlare di sport.

            Mi piace Non mi piace
        2. granatadellabassa - 2 mesi fa

          Quella che tu definisci castroneria, è il modus operandi di tante società come ad esempio il Benfica. Per competere in Europa, i lusitani hanno bisogno di giocatori di valore con relativo monte ingaggi elevatissimo. Ma gli altri ricavi non sono sufficienti a coprire tutti i costi. Quindi, ogni anno, sono costretti a fere le tanto discusse plusvalenze per potersi permettere certi giocatori. Vai a vedere su trasfermarkt…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. prawda - 2 mesi fa

            Coprire costi fissi quali sono gli ingaggi con entrate non ripetibili quali sono le plusvalenze qualsiasi studente di economia, non serve nemmeno essere laureati, affermerebbe che e’ una castroneria. Ognuno gestisce le proprie societa’ come vuole e restando in Portogallo il Porto che opera nel modo da te descritto con la necessita’ di coprire i maggiori costi di gestione con il player trading ha chiuso il bilancio 2016 con una perdita di 58M e con una perdita complessiva di 93M se si considerano gli ultimi cinque esercizi. Il Benfica invece non e’ nelle condizioni che tu descrivi, negli ultimi cinque esercizi il fatturato netto e’ sostanzialmente analogo al totale dei costi operativi, nell’ultimo bilancio 2016 e’ in positivo di 8M; quello che penalizza maggiormente il bilancio dei lusitani sono gli oneri finanziari dovuti all’indebitamento .

            Mi piace Non mi piace
        3. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

          Mi dispiace granata70 ma le idee confuse le hai tu…A parte che il plusvalore è 1 concetto marxiano che non centra nulla con quello di cui si sta parlando la cessione di un cespite (come il diritto alle prestazioni sportive di un giocatore) ad un valore superiore al valore residuo a bilancio è una plusvalenza e viene rilevata nell esercizio in cui si manifesta e non c è bisogno di professori per saperlo anche perché è intuitivo che non si manifesterà in altri esercizi…poi per carità ognuno è libero di pensare ciò che vuole quindi va bene anche così

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ddavide69 - 2 mesi fa

    Se andate a vedere il sito dotsport.it per il 2016 il toro ha un lordo monte ingaggi+premi di 45 milioni. Sono considerati anche gli stipendi pagati parzialmente dalla società di origine, tipo hart e credo iturbe. Quindi mi sembra non ci siano le idee chiare su cosa considerare per il monte ingaggi. In ogni caso la differenza non è certo di tredici milioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      …Ma tanto è inutile sperare……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Maroso - 2 mesi fa

    Scusate, ma non capisco. Si concentrano tutti gli ingaggi su una sola voce a bilancio, cioè il tesoretto: A parte che non bisogna confondere i proventi dalle vendite con le spese correnti come gli ingaggi, comunque facendo l’ insalata mista indigesta a qualunque contabile, oltre al tesoretto ci sono anche i diritti televisivi anche se inferiori. E poi, qualche giorno fa, alcune persone come Prawda e Alessandro Fava ci avevano spiegato che gli ingaggi avrebbero eroso la rimanenza dei proventi per vendita, in misura molto piccola. Allora questo articolo confonde le ideee che avevo chiare quando leggevo l’ altra sera. Per favore, qualcuno può spiegare, dicendo, tra l’ altro, quanto sono i diritti ntelevisivi e i proventi del mechandising? Grazie a tutti.FVCG. poi credo che i conti siano in ordine altrimenti Cairo non avrebbe alzato nessun ingaggio, pur dovendo alzare l’ asticella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

      Scusa moroso ma visto che qui tutto dicono di non voler parlare di bilancio e poi tutti ne parlano proverò a rispiegare ciò che prawda ma anche ddavide hanno già spiegato. Nel 2016 il Toro copriva il monte Stipendi (dunque non solo ingaggi)con i diritti TV senza usare le plusvalenze. È possibile che nel 2017 1 (piccola) parte delle plusvalenze vada a coprire l aumento degli ingaggi (se avverrà perché ci sono state anche cessioni e fine prestiti non solo acqiisti). Dunque questo articolo, scusa la franchezza, è 1 cagata pazzesca. Detto ciò la squadra è forte e spendere per spendere non sempre aiuta a perseguire i risultati. Rimane il fatto che dire che il tesoretto copre i maggiori ingaggi è una bugia colossale. Se detta per ignoranza mi sta anche bene altrimenti è 1 presa per il culo e ci sto già meno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maroso - 2 mesi fa

        Ti ringrazio dei chiarimenti e sono contento di ricordare esattamente quello che poche sere fa hai detto in merito, tu assieme ad altri. Anch’io, pur non essendo uno specialista di bilanci, ma avendo avuto occasione di leggerne e capirne qualcuno, posso concordare con te che quest’ articolo è molto superficiale e fatto da chi di bilanci capisce poco. Grazie. Saluti. FVCG.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 2 mesi fa

        Mah magari sbaglierò, ma dalle mie bassissime competenze in materia ho capito ciò che ho scritto. Credo che però non ci si potrà nascondere in eterno dietro alle cifre…vedremo… Saluti granata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. prawn - 2 mesi fa

    -2.5 al calcio giocato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 2 mesi fa

      Bene…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Luke90 - 2 mesi fa

    Fino a qualche anno fa si rimproverava alla società che gli ingaggi erano bassi; è evidente che si sta lavorando anche in questa direzione. Dovrebbe essere positivo.
    Come monte ingaggi abbiamo superato il Bologna e la Samp, che hanno presenze medie allo stadio superiori alla nostra (se tanto mi da tanto significa che hanno una Storia più importante)… ma ancora un po’ lontani dalla Lazio, anche se, forse, a Belotti verrà nuovamente ritoccato l’ingaggio a cifre impensabili per il Toro di Cairo.

    e per quanto riguarda la classifica credo ci siano giocatori che guadagnano quanto tutta la squadra del Benevento … e .. che dire…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Torissimo - 2 mesi fa

    Il problema é che tutto il calcio sta andando alla deriva, prezzi dei giocatori e ingaggi hanno raggiunto livelli ridicoli. All’estera più ancora che in Italia. Onore a Cairo per aver fatto lo sforzo di essersi adeguato a questa folle corse. Però il titolo è fuorviante, perché le entrate da tv, cappellini, magliette, pubblicità copre ampiamente il costo degli stipendi. Il tesoretto ha preso un’altra direzione… ma va bene lo stesso, l’importante adesso è fare montagne di punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. DUDU - 2 mesi fa

    … ummm a me la somma dà meno di 20 milioni…. cosa sto dimenticando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RobyRaby - 2 mesi fa

      le tasse! i 45 sono lordi, gli ingaggi dei giocatori sono netti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Cholismo01 - 2 mesi fa

    Ciao a tutti sono a Torino con il mio figlio piccolo, volevo chiedere ai fratelli granata l’ orario dell’ allenamento di oggi pomeriggio anche se a porte chiuse. Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. costaemiliano7_475 - 2 mesi fa

    Comunque una cosa vorrei dire.. al di là della mia antipatia verso il mister.
    A me tesoretto, plusvalenze o cose del genere non mi interessano.. La squadra oggettivamente è una bella squadra.. sicuramente la più forte dai tempi di Borsano..
    TORINO E’ STATA E RESTERA’ GRANATA.. e poi ci presentiamo con la miseria di 11.000 abbonati????? Io non sono di Torino, nel passato pur vivendo a Genova ho fatto l’abbonamento per sostenere la società, e dare un segnale al Presidente.. Ma è possibile che a Torino e provincia non riusciamo a fare meglio??? Il Genoa pezzente, con Preziosi mafioso ecc.. ecc.. fà 20.000 abbonati tutti gli anni.. Idem i ciclisti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bogianen - 2 mesi fa

      Bravo costaemiliano, hai proprio ragione. Tutti a dare del ‘braccino’ a Cairo e poi facciamo meno abbonati di squadre molto meno blasonate e con bacini d’utenza neanche paragonabili. Io vivo all’estero ma l’abbonamento lo faccio tutti gli anni, anche se la mia media e’ di una partita vista ogni due o tre anni. E’ un sacrificio economico che faccio per il Toro. Fatti, non parole.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Scott - 2 mesi fa

    Non capisco il senso del titolo. Come si fa a discernere che il tesoretto copre gli ingaggi? Perchè non, a qusto punto, i diritti televisivi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torello_621 - 2 mesi fa

      Semplicemente perché i diritti televisivi sono inferiori agli ingaggi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. sergio_sandr_284 - 2 mesi fa

      Scusa Scott… ma la differenza la metti tu? Io no!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scott - 2 mesi fa

        Se l’articolista mi da il placet ad usare i proventi del mio fotovoltaico sono disponibile. Il mio stipendio no. Nel frattempo scrivo su ogni banconota che arriva dal GSE “stipendi Toro”. Così le distinguo senza equivoci da quelle del mio datore di lavoro sulle quali normalmente scrivo “mortadella”, “carta igienica” etc etc. Ridiamoci su, alziamo le chiappe dal divano e andiamo allo stadio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. ilporta - 2 mesi fa

    Quindi abbiamo il quarto allenatore meglio pagato e la settima rosa meglio pagata. I numeri pare non se li inventi la testata, ma la Gazzetta. Se qualcuno ha dei numeri diversi li tiri fuori, altrimenti non capisco le critiche.
    Leggo inoltre che siamo undicesimi per monte abbonamenti.
    Ma non e’ che son braccini i tifosi ben piu’ del presidente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Baveno granata - 2 mesi fa

    Lasciando perdere questo articolo dal sapore servile,mi auguro che questo sia l’anno della svolta.
    La squadra,nonostante la cessione di Zappacosta è senza dubbio la più forte dell’era Cairo,l’allenatore complessivamente è valido,mi auguro che quest’anno si arrivi tra le prime 6.
    SALUTI GRANATA E FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Forvecuor87 - 2 mesi fa

    Su dai ruffiani andiamo avanti così…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. alètoro - 2 mesi fa

    I calciatori in genere rimangono una categoria di super-privilegiati per stipendi che risultano una autentica offesa per tutti i comuni lavoratori in genere.
    Tuttavia la responsabilità di questi assurdi ingaggi è anche e soprattutto attribuibile a tutti noi tifosi, clienti di una passione sportiva oramai da decenni fuori controllo sotto l’aspetto finanziario.
    Sotto l’aspetto etico e morale sarebbe opportuno che tutti i tifosi reprimendo questa passione sportiva oppure almeno in parte soffocandola contribuissimo a fare saltare l’intero sistema, disertando in blocco gli stadi e non acquistando più né abbonamenti pay-tv nè prodotti del marketing della varie squadre. Sono consapevole che si tratta di riflessioni personali che riguardano un aspetto sociologico e culturale dell’azienda calcio, tuttavia è oggettivo che la gente comune rimane assolutamente offesa e irritata leggendo le cifre di ingaggio dei calciatori professionisti in genere. Nel mio animo mi auguro sempre si tratti di cifre al lordo ossia relative al costo complessivo (incluso quindi l’aspetto fiscale delle tasse)del calciatore professionista a carico delle Società di cui sono tesserati per cui in questa eventualità lo stipendio netto si dimezza. Purtroppo temo che in genere non sia così e quindi è assolutamente logico e naturale una generale disaffezione degli sportivi al calcio e quindi all’assurda gestione dello stesso esercitata dalle Società, le quali sono pure ricattate sotto l’aspetto finanziario dai procuratori dei calciatori, i quali, a mio parere, rappresentano il reale “tumore” dell’azienda calcio. MI auguro vivamente che questo commento personale inviti alla riflessione tutti i tifosi di calcio in genere. Ciao.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sergio_sandr_284 - 2 mesi fa

      Concordo con Forvecuor87! Ma il primo passo decisivo dovrebbe farlo l’UEFA facendo tornare i giocatori, anche se lautamente pagati, patrimonio societario e non dei singoli procuratori; abrogando di fatto la legge BOSMAN!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Akatoro - 2 mesi fa

      Dove girano tanti soldi girano alti compensi. Alla fine è la stessa cosa per gli attori, i cantanti i piloti ecc. A me più che gli ingaggi fan girare le palle i capricci dei calciatori

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Baveno granata - 2 mesi fa

    Ho sempre pensato che un vero giornalista è colui pone domande scomode al proprio interlocutore descrivendo la realtà dei fatti,ma purtroppo l’informazione non sempre è libera.
    Questo articolo descrive una realtà falsa ed incompleta,sa tanto di lecca natiche del capo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torissimo - 2 mesi fa

      Condivido

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Alberto Fava - 2 mesi fa

    Boooooom!!!! :-)
    FVCG e forza Mihailovic !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. costaemiliano7_475 - 2 mesi fa

    A parte che mi sembrano articoli veramente buttati a vanvera.. Ad es. io sono sicuro che Belotti, in un modo o nell’altro guadagna ben più del milione e mezzo dichiarato.. tanto sappiamo tutti che se ripete un’ottima stagione il prossimo anno lo salutiamo..
    MA LA COSA CHE MI SCONVOLGE E’ CHE UN ALLENATORE INCAPACE COME SINISA, SENZA UNA MINIMA IDEA DI COSA SIA UNA TATTICA DI GIOCO, RISULTI IL 4° PIU’ PAGATO!!!!!!
    QUESTA E’ FOLLIA PURA…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Torello_621 - 2 mesi fa

    È da quest’estate che appariva con evidenza che le plusvalenze del bilancio 2017 avrebbero finanziato, in parte, il decisivo aumento degli ingaggi. Ora, è altrettanto evidente che questa politica non può essere mantenuta a lungo termine, perché gli ingaggi non possono essere coperti, in una società sana, da introiti non ricorrenti. Oggi però vista la deludente campagna abbonamenti ed il bacino del Toro non è possibile. Mi pare chiaro che ci giochiamo tutto sull’ingresso in EL, anche se io dico che siamo da 4 posto, con il progetto di sostenere la crescita del Toro con i maggiori introiti delle coppe. Nella malaugurata ipotesi che la squadra fallisca si rischierebbe, salvo interventi della proprietà, di anadare verso un ridimensionamento stile Fiorentina. In sintesi ques’anno tutti cazzuti verso l’unico obiettivo. Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. costaemiliano7_475 - 2 mesi fa

      4° POSTO??????????

      BEATO OTTIMISMO… DUNQUE MERDE, NAPOLI, INTER, MILAN, ROMA, LAZIO E NON NE AGGIUNGO ALTRE..
      SECONDO TE ARRIVIAMO DAVANTI A 3 DELLA SQUADRE CITATE???? MA DAI..

      CI VORRA’ TUTTA ARRIVARE PRIMI DIETRO QUESTE 6 SQUADRE.. CON QUESTO ALLENATORE NON ANDIAMO DA NESSUNA PARTE… COL SASSUOLO NEL PRIMO TEMPO UNA SQUADRA TIPO SAMP CI FACEVA 3 PERE…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 2 mesi fa

        ti ricordo che lo scorso anno è arrivata 4 l’Atalanta …. per me la Roma con Di Francesco fa flop. Non regge la pressione che c’è a Roma. Il Milan è un’accozzaglia di prime donne e salta lo spogliatoio prima della società. Lazio siamo lì. Non è probabile, ma possibile sì.
        Uno dei modi per crescere sarebbe avere lo stadio di proprietà. Però l’investimento si basa su un BPlan che gira su introiti da vendita materiale, eventi, etc. Ma se la risposta e il bacino di utenza è di 11.000 abbonati, braccino o no, forse un dubbio viene a chi dovrebbe investire. Che dite? Ma i tifosi ci sono o no? Questo è il vero mistero del Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. costaemiliano7_475 - 2 mesi fa

          Ah… e ricordo a tutti la grandissima figura di m….. fatta dal grande condottiero serbo domenica, mettendosi a spintonare i suoi collaboratori per un cambio sbagliato.. che poi bisognerebbe vedere bene come sono andate le cose.. Secondo voi questo è un comportamento degno di un mister di Serie A?? Imparasse a portare rispetto alle persone.. Io sono di Genova, e qui, soprattutto a Nervi dove viveva, tutti si ricordano ancora la sua maleducazione, arroganza e prepotenza, nonchè le risse in strada per un parcheggio…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. LeoJunior - 2 mesi fa

          seguendo questa logica dovremmo aver criticato e cacciato via sia Giagnoni che Mondonico …. come la metti?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. costaemiliano7_475 - 2 mesi fa

          Sinceramente… non mi sogno nemmeno lontanamente di accostare sto incapace a due come Mondonico e Giagnoni.. se vuoi essere un personaggio ok.. però dimostra di saper fare il tuo lavoro almeno.. Quelli da te menzionati erano grandi allenatori con un carattere focoso… Questo è solo un maleducato arrogante senza un minimo di preparazione tattica

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        4. Baveno granata - 2 mesi fa

          I tifosi del Toro ci sono,se costruisci una buona squadra degna della nostra storia,la gente arriva allo stadio.
          Gli investimenti non si misurano in base agli abbonati allo stadio.
          Guarda il Napoli: gli abbonamenti sono inferiori ai nostri,la società è competitiva ed i tifosi riempiono lo stadio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. underground_336 - 2 mesi fa

            Pensi allora che questa non sia una buona squadra?, la verità purtroppo è un’altra ed è quella che siamo un pubblico da serie C. Se in A ci fossero Lecce, Catania, Foggia, Bari e qualche altra piazza importante, saremmo la ventesima squadra per abbonamenti

            Mi piace Non mi piace
  24. LeoJunior - 2 mesi fa

    fortunatamente il calcio non è una scienza e nemmeno un’equazione. non basta comprare e spendere per vincere. Il PSG non vincerà la CL. Il Milan non vincerà lo scudetto. Il Laicester vince la Premier e l’Atalanta arriva 4. Ci sono troppe variabili tra le quali ci sono convinzione, entusiasmo e spogliatoio unito che valgono infinitamente più dei nomi. Salvo i super campioni, gli altri si possono equivalere e la differenza la fa il contesto. I tanti dell’Atalanta venduti come fenomeni, ad inizio anno non valevano una cippa. E adesso sono sopravvalutati di certo e 3/4 di loro non ripeterà la stagione. La cosa più sana è crescere un pò alla volta e crederci, sempre. Dico una follia: ma anche noi, con la squadra che abbiamo, se azzecchiamo la stagione possiamo arrivare 4. Sempre, e dico sempre, una o due delle BIG sbagliano stagione. Quest’anno MILAN e ROMA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Akatoro - 2 mesi fa

    I numeri vanno studiati e analizzati a dovere. Nel nostro caso sono indice di crescita, ma non è scontato. Sì veda il Milan, che è partito a giugno da una rosa più competitiva della nostra, hanno speso 180milioni più di noi, hanno un monte ingaggi quasi il triplo del nostro, però, anche se ci stanno davanti , io tutta questa differenza rispetto a noi non la vedo. Il Napoli è sotto al Milan come monte ingaggi, non ha comprato quasi nessuno, eppure lo vedo bene più forte sia di noi che del Milan

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

    Meglio sarebbe stato dire ecco dove finisce una parte (circa un quarto) del tesoretto ma è inutile. Quando si decide di compiacere il presidente, probabilmente anche senza che ciò sia richiesto, si travisa la realtà dei numeri, senza peraltro capire che così facendo si sta facendo una pessima pubblicità proprio al presidente, inducendo a pensare che senza le plusvalenze il Toro non sopravviverebbe mentre il grandissimo merito del presidente è proprio quello di aver raggiunto un equilibrio che prescinde dalle plusvalenze tra l altro buttando giù numeri a vanvera…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 2 mesi fa

      Buongiorno Granat….iere
      Guardò distrattamente la tabella, e poi leggo i commenti.
      Sono molto d’accordo su quanto scrive @Akatoro, e rimango convinto che non sono solo i numeri ( riferito ai quattrini ovviamente) che determinano la tua forza.
      Quanto al tuo commento “far piacere al presidente”, si, anche questo potrebbe avere un riscontro, ma ti chiedo di provare a girare la medaglia : chiudere la bocca a chi critica sempre a prescindere,prendendo proprio questo tipo di argomento come supporto alla propria lamentela.
      Potrebbe essere altrettanto plausibile no?
      Ciao e buona giornata
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

        No Alberto, perché è proprio scrivendo questi articoli campati per aria che si da fiato a chi critica a prescindere il presidente…le plusvalenze (e parlo di numeri reali non pugnette) superano i 70 mln quindi è del tutto evidente che il tesoretto, anche a voler prendere per buone le fesserie scritte, non vanno a coprire gli ingaggi…quindi così facendo stai proprio dando fiato a chi dice che i soldi Cairo se li tiene per chissà cosa…torniamo al discorso che si è fatto tante volte: se si parla di numeri se ne parli bene e si dica che, pur essendoci un tesoretto, la squadra è forte lo stesso, altrimenti non se ne parli…con questo articolo basta fare una semplice differenza e subito viene fuori che il tesoretto c’è ancora ed anche cospicuo, anzi viene pure fuori che il presidente sta sbagliando a coprire ingaggi con le plusvalenze!!!!Altro che difendere il management Alberto, articoli come questo in realtà danno fiato alle trombe di quelli che tu chiami gobbi…il calciomercato è finito, i numeri sono quelli e così restano, eppure si continua a tirare fuori cazzate per dimostrare una bugia: che le plusvalenze coprono gli ingaggi. E sia ben chiaro che questa non è una bugia di Cairo ma di chi, in modo molto maldestro, cerca di difendere il presidente che invece a far di conto riesce benissimo. Bisognerebbe semplicemente smetterla di tritarci le palle con questioni di bilancio. Se ne parla a maggio dell’anno prossimo quando lo approvano…però è chiaro che io od altri sicuramente più preparati di me sulla materia intervengano quando si scrivono minchiate, io intervengo a favore del management nel caso specifico, ma non siamo tutti uguali…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alberto Fava - 2 mesi fa

          Perfetto, quindi secondo il tuo parere, la Redazione di TN scrivendo questo articolo che riporta un monte ingaggi X, in aumento rispetto al passato, e aggiungendo ( o magnificando) l’ingaggio di Niang e Sirigu avrebbe scritto una minchiata, nel senso che:
          1- il tesoretto ( mi fa ridere la parola , penso ai miei risparmi da bambino) ci sarebbe ancora, almeno parzialmente .
          2- abbia fatto un’operazione di leccaculismo a Cairo non dovuta, ma che in realtà sarebbe come una supposta nel senso che chi spara a raffica sempre e comunque, ha/ avrebbe con il suddetto articolo una freccia avvelenata pronta nella feretra.
          Quindi un trappolone tipico da politici scafati.
          Ho capito bene il tuo punto di vista?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

            Sì hai capito benissimo. Con una precisazione. Qui è semplicemente ignoranza allo stato puro. Se parli di bilancio ti devi studiare i principi che lo governano altrimenti fai più bella figura a parlare di sesso degli angeli…scusami ma sono abbastanza incazzato perché è ora di finirla con questo giornalismo economico da quattro soldi. Che si studino la materia prima di scrivere cazzate

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy