Torino: i gol arrivano dalla mediana. Obi sottotono alla prima in campionato

Torino: i gol arrivano dalla mediana. Obi sottotono alla prima in campionato

Verona-Torino 2-2 / Se Baselli continua ad impressionare ed Acquah spacca le partite, l’ex Parma delude alla prima in campionato

Se nella scorsa stagione si faceva un gran parlare sui pochi gol che arrivavano dai centrocampisti, quest’anno il trend sembra completamente diverso: Baselli e Acquah, infatti, segnano un gol a testa a Verona, rispettivamente il terzo e il quarto gol realizzato da un centrocampista in stagione, sui 7 totali fin qui messi a segno.

VIVES ED OBI- Il numero 20 nel primo tempo si prende qualche pausa di troppo e la squadra ne risente. Cresce al pari dei compagni nella ripresa e si dimostra il solito mediano affidabile di esperienza. In partite come quella del Bentegodi, il suo ordine tattico deve però essere più continuo:i granata hanno bisogno di lui, anche e soprattutto senza Gazzi. Completamente da dimenticare, invece, la prima in campionato con la nuova maglia per Joel Obi: fuori tempo, impacciato e prevedibile, l’ex Parma non si è dimostrato ancora in condizione. La strada, per lui, è dunque molto in salita e con un Baselli ed un Acquah così, scalare le gerarchie di Ventura diventa ancora più complicato. Tanto da lavorare.

BASELLI ED ACQUAH – I migliori in campo, un’altra volta. Il primo sta crescendo partita dopo partita, e se i i gol contro Fiorentina e Frosinone erano nati da tiri da fuori area, questa volta è un inserimento a regalare la terza gioia personale all’ex Atalanta, suggerendo ancora una volta l’ottima lettura tattica di Ventura, che lo vede mezz’ala e il campo risponde positivamente a questa visione. Il secondo, invece, è lo spacca-partite dei granata: contro la Fiorentina il suo ingresso in campo aveva cambiato il match, e anche contro l’Hellas accade la medesima cosa; il suo ingresso dà nuovi polmoni alla squadra, e il suo tiro che vale il 2-2 è da vero opportunista. Promossi a pieni voti.

Per un Baselli ed un Acquah che continuano a salire, dunque, c’è da registrare un Obi ancora molto lontano dalla condizione ottimale, ed un Vives un po’ intermittente: il tempo per migliorarsi c’è, e già contro la Sampdoria servirà un riscatto immediato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy