Torino, i tifosi si divertono: l’attacco è da lotta Champions

Torino, i tifosi si divertono: l’attacco è da lotta Champions

L’analisi / Belotti e compagni hanno siglato tredici gol con una media di 1,86 reti a partita e sono la quarta squadra del campionato per reti all’attivo

1 Commento

Il Torino sta conducendo un ottimo campionato, ed è a quota undici punti dopo sette giornate. La squadra di Mihajlovic, dopo un periodo di assestamento, sembra aver trovato la giusta formula per vincere: i giocatori s’intendono alla grande, la squadra fa vedere un ottimo gioco e vince le partite. Il modo di interpretare le partite però, come è stato anche ribadito dal presidente Cairo, è cambiato rispetto a quello che applicava Ventura. Ora la squadra gioca con il sangue agli occhi ed è molto più aggressiva, meno possesso palla e più verticalizzazioni.

Questo cambiamento ha portato a bucare più volte la porta a Belotti e compagni che sono il quarto attacco del campionato insieme alla Lazio. La squadra piemontese e capitolina hanno una media di 1,86 reti a partita ed hanno segnato tredici gol, solo uno in meno del Napoli che è al terzo posto. Le prime due squadre di questa speciale classifica sono:  Juventus con quindici reti siglate e Roma grazie alle sue sedici segnature. Sotto i granata c’è il Milan con dodici gol all’attivo.  Rispetto alla scorsa stagione, Iago Falque e compagni hanno segnato solo una rete in più ma come detto con il tempo il distacco dovrebbe diventare maggiore visto che il gioco è versato principalmente sul fronte offensivo rispetto al Torino di Ventura.

Ottimo risultato per la squadra di Mihajlovic che con il suo trio d’attacco formato da Iago Falque, Belotti e Ljajic può veramente far sognare i tifosi granata. Nonostante siano già arrivati così tanti gol quest’ultimi due sono stati assenti per problemi fisici: il primo, per l’infortunio conseguito in Nazionale, ha saltato le partite contro Atalanta, Empoli e Pescara per poi ritornare contro la Roma ed andare subito a segno. “Il gallo” è l’attuale capocannoniere granata grazie ai suoi cinque gol in altrettante presenze: è un caposaldo per Miha e rappresenta anche il futuro per la Nazionale italiana.

Ljajic, invece, ha giocato qualche minuto contro Milan e Bologna, in entrambe le partite ha avuto problemi fisici ed è rientrato solo nel match contro la Fiorentina dal 14′ del secondo tempo. Il fantasista ha fatto intravedere di avere grandissime qualità ma per esprimerle ha bisogno di continuità e tempo. Iago Falque è uscito fuori nelle ultime due gare dopo diverse prestazioni incolori. L’attaccante ha siglato doppietta contro la Roma ed ha sbloccato la partita contro la Fiorentina con un gran gol, segnato dopo un’azione personale. Senza dimenticare la punizione trasformata nella partita contro l’Atalanta che lo portano a quattro reti all’attivo, una in meno di Belotti.

Quando tutti e tre questi attaccanti saranno nelle migliori delle condizioni la formazione piemontese potrà veramente fare faville ed entusiasmare tutto lo stadio “Grande Torino”. A completare la classifica marcatori granata ci sono Baselli con due reti all’attivo, Benassi e Martinez a quota un gol. I tifosi sono entusiasti di questo nuovo Toro che magari qualche gol in più e rischia maggiormente ma fa divertire a suon di gol!

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. robert - 2 mesi fa

    Attenzione alla difesa !!!Anche le squadre di Zeman facevano molti gol e tutte sono retrocesse in B !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy