Torino, Iago Falque: “È stata la mia miglior stagione. Qui ho trovato continuità”

Torino, Iago Falque: “È stata la mia miglior stagione. Qui ho trovato continuità”

Il fantasista spagnolo si racconta a Goal.com: “Mazzarri? Schierandomi da seconda punta mi ha fatto crescere”

di Redazione Toro News

12 gol e 6 assist: questi i numeri dell’annata 2017/2018 di Iago Falque. Il fantasista spagnolo, a 28 anni compiuti, è sempre più un punto di riferimento per il Torino. E proprio sotto la Mole l’ex Genoa e Roma sembra aver trovato la sua dimensione: “È stata la mia stagione migliore di sempre, sono riuscito finalmente a trovare la mia posizione in campo ed i risultati si sono visti. Ho giocato e mi sono sentito davvero molto bene a livello individuale. Barcellona e Juventus mi hanno formato ma al Torino ho finalmente trovato stabilità e lo dimostrano le prestazioni sul campo“.

Lo spagnolo parla poi così del suo rapporto con Mazzarri, in una lunga intervista rilasciata a Goal.com: “Mi ha dato un sacco di fiducia da quando è arrivato. Con lui ho sempre giocato e mi ha permesso di fare un passo avanti in termini di rendimento da seconda punta, dopo che per un anno avevo giocato da esterno. Questo cambio di posizione è stato molto positivo per me e mi ha fatto crescere“. Ma la crescita passa anche dalle delusioni. Come quelle dovute smaltire alla Roma, dove Iago non è mai riuscito a imporsi in maniera decisiva: “Alla Juventus non ero ancora pronto per giocare in prima squadra. In compenso alla Roma ero già più preparato ed ho giocato abbastanza con Rudi Garcia, che mi ha dato fiducia anche in partite importanti come quella contro il Barcellona in Champions. Ma poi ho subito un infortunio e ho giocato per tanto tempo con problemi. È stato un mio errore non fermarmi quando avrei dovuto. Mi allenavo poco e ho perso il posto. E’ un peccato perché pensavo davvero di potermi imporre alla Roma e non sono felice per come è andata“.

In tema di delusioni è doveroso parlare della stagione del Torino. Un’annata, quella appena conclusa, che ha visto sfumare in maniera prematura l’obiettivo Europa League: “Abbiamo fatto un mercato importante la scorsa estate ed era quello il nostro obiettivo. Alla fine ci sono squadre molto forti come la Lazio o il Milan, ma noi dovremo seguire l’esempio dell’Atalanta, perché abbiamo le capacità e la squadra per farlo. Non esserci arrivati quest’anno è un peccato, ma stiamo ancora crescendo“.

 

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Kalokagathia - 4 mesi fa

    Grazie Iago.
    Il toro necerssiterebbe in rosa di più personalità come la tua. Spesso vieni criticato per scomparire nelle partite che contano, io credo che il tuo evanescente apporto in situazioni coplicate sia semplicemtne frutto della confusione tattica che ci ha incalzato per questi due anni. Un giocatore come te è un gioiello per questo team e, senza nulla togliere al Gallo (che considero fenomeno puro), credo che la squadra sia da costruire su giocatori dotati del tuo temperamento e della tua classe cristallina.
    Se il CT nel futuro avrà l’illuminazione di progettare una tattica offensiva che esalti in prima istanta le tua qualità sono sicuro che ne vedremo delle belle!
    Questo il mio omaggio al giocatore più talentuoso e virtuoso della rosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gikappa67 - 4 mesi fa

    Forte,costante, umile e rispettoso della maglia che indossa…….granata a vita!
    grande Iago!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BeuoGranata03 - 4 mesi fa

    Uno dei pochi giocatori veramente forti che abbiamo! Grande Iago!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy