Torino, il calendario è ancora il più difficile del campionato

Torino, il calendario è ancora il più difficile del campionato

Volata / La posizione media delle future avversarie è 8,50, la più alta di tutta la Serie A. La parola d’ordine: niente panico

3 commenti

Il peggio è tutt’altro che passato: nonostante nelle ultimissime giornate il Torino di Ventura abbia affrontato squadre come Milan, Lazio, Juventus, il calendario del Torino rimane il più difficile di tutta la Serie A. Non è questione di sensazioni soggettive o ipotesi. Lo dicono i numeri.

La posizione media delle 8 squadre che i granata dovranno affrontare di qui fino alla fine del campionato, infatti, è la più alta del campionato: 8,5 (all’inizio del campionato e del girone di ritorno, quando bisogna affrontare ancora tutte le squadre, il dato è di 10,5). Ben 5 avversarie su 8 stanno nella parte destra della classifica, e non solo: il Torino, insieme a Empoli e Bologna,dovrà affrontare ancora 3 squadre tra le 5 al vertice della classifica (Napoli, Roma, Inter, già passate Juventus e Fiorentina). Va peggio solamente alla Lazio, che, escluso il Napoli, deve ancora scendere in campo con le prime cinque della classe, al momento ancora tutte in corsa per obiettivi di grande importanza. La squadra più fortunata? Il Sassuolo: 13,13. Attenzione però al rovescio della medaglia: affrontare squadre di bassa classifica a fine campionato in cerca di punti salvezza è sempre molto rischioso, motivo per cui ciò che sembra un vantaggio potrebbe tramutarsi in un handicap.

Un momento della sfida d'andata tra Torino e Inter
Un momento della sfida d’andata tra Torino e Inter

Il calendario, dunque, non sorride alla risalita del Torino, che dopo la sconfitta nel derby dovrà provare a ripartire in vista di chiudere la stagione in maniera quantomeno tranquilla. Il gruppo granata ha dichiarato a più riprese di non sentirsi invischiato nella corsa salvezza, nonostante la linea rossa non sia a distanza abissale, tutt’altro. La parola d’ordine che vige è niente panico, perché questo Toro è conscio delle qualità, che tuttavia finora sono rimaste troppo a lungo inespresse. Se non vuole sentire definitivamente il fiato sul collo, la squadra di Ventura dovrà tornare a fare punti, al di là del calendario.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mik - 1 anno fa

    Ho letto oggi che i palpabili sostituti di ventura sarebbero stellone o gasperini.
    Basta presidente, basta! Quando lo capirà che questo è il toro e non la cairese !!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ToroUD - 1 anno fa

      Gasperini è un gobbo. Ma cosa c’è di male su Stellone? Con il suo Frosinone ha solo 6 punti in meno di noi, ed ha una squadra di sconosciuti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nick - 1 anno fa

    Nelle condizioni in cui siamo penso ci sia poco da pensare al panico ma molto alla matematica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy