Torino, il faro Moretti tra novità da assimilare e la concorrenza di Castan

Torino, il faro Moretti tra novità da assimilare e la concorrenza di Castan

Focus On / Il difensore classe ’81 è il faro emotivo della nuova difesa di Mihajlovic, la quale sta andando incontro a varie difficoltà

6 commenti

Se dovessimo dare un’etichetta ad Emiliano Moretti, quella più adatta, sarebbe inevitabilmente quella del buon vino, il quale, più invecchia e più diventa buono. Una similitudine che descrive a pennello la carriera del giocatore romano di nascita, ma torinese d’adozione, città in cui ha dato il cuore e ha ritrovato l’amore, sentimento assai assorbito già ai tempi del Mestalla, stadio in cui, dall’estate del 2004 a quella del 2009, ha fatto appassionare migliaia e migliaia di tifosi “Valencianos”. Questa stagione però, non è iniziata nel migliore dei modi: sono di certo i primi errori con la maglia granata da parte del difensore ex Genoa, pecche difensive del tutto giustificate a causa del cambio di modulo effettuato da Sinisa Mihajlovic, il quale, dopo parecchi anni di regime Ventura, ha reinventato l’intero reparto difensivo.

Il lavoro da svolgere, al fine di migliorare, sarà tanto e, molto probabilmente, visto il carisma e la forza di volontà del classe ’81, i margini di miglioramento sono ampi, ma le insidie per Moretti non sono finite qui, poiché, l’acquisto di Castan, in questa sessione di mercato – difensore voluto fortemente da Mihajlovic – potrebbe essere un ulteriore ostacolo al mantenimento della maglia da titolare. L’insidia del brasiliano è molto concreta, poiché, l’ex Roma, da tempo, è abituato a giocare nella difesa a quattro,  il che, è un netto vantaggio in vista della stagione appena iniziata.

Nella partita contro il Milan non è stato di certo impeccabile ma, al fine di ricostruire un reparto che, al momento, è un cantiere in corso, la sua esperienza è più che indispensabile. Dovrà lavorare molto per assimilare tutti i movimenti e gli schemi della nuova difesa a quattro di Mihajlovic, ma nulla è impossibile e, per un giocatore del calibro di Moretti, i limiti sono soltanto ostacoli da abbattere, al fine di migliorare se stessi e il club per cui si gioca. La via per la prossima giornata è segnata e sarà quella del miglioramento, il quale dovrà essere un imperativo per tutta la squadra, soprattutto per il reparto difensivo, il quale, contro i rossoneri, ha peccato molto, ma come già descritto, i margini di miglioramento sono tanti, anche e sopratutto per il difensore classe ’81.

 

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Akatoro - 9 mesi fa

    Ho enorme rispetto, l’errore capita a tutti, e non metto in croce nessuno così come non ho messo in croce gomis, ma l’errore non è da cambio modulo per me, dall’angolo la si poteva solo crossare in aerea, e in aerea c’era solo bacca. L’unica cosa che c’era da fare per un difensore era marcare l’uomo. A maggior ragione che bacca non è l’ultimo arrivato. Ripeto poi che l’errore di domenica non cancella tutto quello che Moretti ha dato e sta dando al toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Brawler Demon - 9 mesi fa

    Per Moretti, solo massimo rispetto. I piani della difesa di Miha son saltati tutti quando quel bastardone di Maksimovic se n’è scappato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Akatoro - 9 mesi fa

    I margini di miglioramento sono tantissimi, a 35 anni ha tutto il tempo per migliorare….
    Con tutto il bene e la stima che ho per Moretti mi sembra una presa per il c. Questo articolo.
    E l’errore di Moretti a me sembra di distrazione più che per il modulo cambiato. Non credo che bisogna essere un esperto del modulo a 4 per capire che non si lascia l’avversario solo, e c’era solo bacca in aerea

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Yuri - 9 mesi fa

      Poi, non mi pare sia proprio l’ultimo arrivato Bacca, bravo anche questo a smarcarsi. Era in serata e s’è visto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 9 mesi fa

      In effetti parlare di margini di miglioramento ‘soprattutto per un classe ’81’ , sembra anche a me una cosa abbastanza risibile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Alberto Fava - 9 mesi fa

      Come a dire che ha un grande avvenire…… Dietro le spalle :-)

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy