Torino, il messaggio è forte: Ventura saldo al timone del progetto

Torino, il messaggio è forte: Ventura saldo al timone del progetto

Il presente e il futuro / Cairo dice che “I matrimoni si fanno in due”, il tecnico parla di “Mercato estivo organizzato da qualche mese”. La direttiva è chiara

6 commenti

Non è stata l’annata più facile del Torino targato Ventura quella che va a tramontare nelle ultime partite del campionato: la fase calante che ha attanagliato i granata a cavallo del Capodanno 2016 ha pesantemente condizionato, com’è normale che sia, il giudizio sull’operato della società e di Ventura. I rinnovi forse affrettati, un modulo forse vecchio, un gioco forse prevedibile. Tanti forse che sono andati a incidere in maniera evidente sulla serenità e sulle certezze della squadra, cui si sono aggiunte le voci provenienti da Coverciano per un possibile interessamento di Tavecchio e vertici per Ventura come prossimo commissario tecnico della Nazionale.

Tante voci che si rincorrevano e su cui è stata data una risposta netta solo ieri, quando, all’incontro con i giornalisti (QUI le dichiarazioni complete), Ventura ha annunciato: “Ho già parlato con Cairo, due mesi fa ha saputo cosa fare nel prossimo mercato estivo”. Questa dichiarazione, arrivata in risposta alle parole di Cairo (“I matrimoni si fanno in due“), dà un segnale forte sul futuro della barca granata: al timone c’è ancora Ventura, che non ha nessuna intenzione di lasciare il veliero.

Cairo con Petrachi e Barile nel pregara contro la Roma
Cairo con Petrachi e Barile nel pregara contro la Roma

Una risposta chiara dopo mesi di segnali contrastanti, con la società che smentiva un prossimo cambio tecnico nella figura di Cairo, ma poi ritornava possibilista con le parole di Petrachi: una nebbia diffusa che non ha aiutato né tifosi né giocatori ad avere le idee chiare sul futuro del Torino. Ora in quello futuro – che rimane nebuloso per sua natura e definizione – si apre uno spiraglio di certezza che vede ancora Ventura a capo della guida tecnica granata. I risultati diranno poi la loro, ma intanto il segnale di progetto è arrivato. Certo, nel calcio mai dire mai, le Sirene omeriche sono sempre dietro l’angolo: forse, sulle orme di Ulisse, Ventura si legherà all’albero maestro per resistervi, o magari vi cederà. Risposte che si attendono da quel nebuloso futuro che diventerà, presto o tardi, presente.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. LoviR - 11 mesi fa

    Verdura ormai troppo lento di mente nel leggere le partite…..si vede dalle sostituzioni/formazioni….. e poi quel gioco inguardabile del tikitaka fra i difensori e il portiere brocco che si fa autogol!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

    In effetti progetto che ci sia o no, e abbastanza lento come progetto di crescita in cinque anni siamo venuti in serie A ma a livello di risultati abbiamo conseguito una partecipazione EL non sul campo e gli anni dopo siamo leggermente peggiorati, abbiamo si giocatori di proprietà, una ottimo parco giovani, ma sinceramente la vedo dura diventare “Grandi” squadre tipo Sassuolo ci hanno al momento superato in fatto di risultati sul campo, purtroppo sono sempre più convinto che creando e andando per plusvalenze sia difficile rimanere su certi livelli ed inoltre si rischia che gli arrivi non siano all’altezza delle partenze, per il futuro non vedo orizzonti rosei che vadano oltre qualche sporadica partecipazione in Europa, purtroppo nel calcio di oggi ci vogliono investimenti o negli ingaggi, o sul mercato o nello stadio di proprietà e ad oggi e dopo 11 anni vedo che Cairo non ha intenzione di fare, Su Ventura mi auguro che sia meno testardo e meno presuntuoso, già ieri ha ammesso che il modulo è relativo ed è la qualità dei calciatori che fa la differenza, dunque gli chiedo ma come si fa ad avere un centrocpo senza inventiva, fantasia, fosforo e qualita’ e praticare sempre lo stesso modulo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

      Ai non mi piace chiedo senza polemica perché ognuno e libero di avere la propria idea, di esporre la sua. Non è forse vero che nel calcio d’oggi per stare a livelli non stratosferici bisogna investire dove ho detto io? Non è forse vero che abbiamo un centrocampo senza qualità più di rottura che di costruzione? Non è forse vero che stiamo solo assestandoci a metà classifica e non crescendo per stare stabilmente in Europa ? Non è forse vero che vendendo il miglior prodotto non sempre se ne compra uno di pari qualità?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. vandekorput - 11 mesi fa

        caro rds, le tue opinioni meritano approfondimenti difficili da dare in un sola risposta perchè, nel tuo post, tocchi diversi argomenti. In generale tu vedi il bicchiere mezzo vuoto, io no. Io vedo che da cinque anni siamo in crescita, siamo stabilmente in serie A, i conti sono a posto, abbiamo giocatori di proprietà, i giovani vogliono venire al toro perchè sanno che verranno valorizzati, quelli che se ne sono andati sono scomparsi. La stagione attuale non è stata all’altezza delle aspettative e questo lo condividono tutti, sulle cause potremmo disquisire per anni. Quello che mi infastidisce è la continua critica nei confronti di mister e società, anche nei momenti in cui le cose girano meglio. Io personalmente mi fido di chi ci lavora dentro e sono soddisfatto del lavoro svolto in questi ultimi 5 anni; spesso noi tifosi spariamo sentenze senza sapere cosa succede realmente all’interno della società e, soprattutto, nel campo di allenamento. Perchè è proprio lì che bisognerebbe stare per poter valutare capacità, stati d’animo, stato di forma, affidabilità dei giocatori. Ripeto, il discorso è lungo, ma accolgo il tuo invito a scambiarsi opinioni diverse. Un saluto e fvcg

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabrizio - 11 mesi fa

    Altro giro altra asticella? Speriamo si alzi sul serio questa volta, non solo a parole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. gian.ca_783 - 11 mesi fa

    Se così fosse la prossima stagione non avrà più alibi…o si esce dalla mediocrità o tanti saluti!!!

    Spero sempre nella Nazionale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy