Torino, il modulo del Chievo è simile a quello della Sampdoria: varianti e soluzioni

Torino, il modulo del Chievo è simile a quello della Sampdoria: varianti e soluzioni

L’analisi tattica / Il Chievo giocherà, probabilmente, con lo stesso schieramento messo in atto dalla Samp domenica: ciò può dare fiducia

9 commenti

Di 4-3-1-2 il Torino, ormai, se ne intende. Dopo aver neutralizzato il modulo messo in piedi da Zenga e dalla sua Sampdoria domenica scorsa, infatti, i granata hanno tutta l’esperienza necessaria per affrontare, questa sera, quello con cui Maran, probabilmente, schiererà i suoi. Passato lo spauracchio Soriano, il nuovo pericolo che si presenta all’orizzonte è lo sloveno Valter Birsa, mancino dal piede dotato che i tifosi granata ricorderanno certamente bene.

Birsa ai tempi del Torino nella stagione 2012/13
Birsa ai tempi del Torino, nella stagione 2012/13

Il centrocampista classe ’86, infatti, militò nel Torino nel 2012-13, prima stagione in A del corso Ventura, mettendo a segno 17 presenze e 2 reti in campionato. Nonostante una stagione a discreti livelli, tuttavia, il Torino decise di non riscattarlo dal Genoa, e così le strade si separarono. Ora Birsa, che a Verona si sta esprimendo ai suoi massimi livelli, è pronto a infastidire la retroguardia granata agendo da trequartista, posizione in cui si sta difendendo bene, pur essendo più abituato a muoversi sulla fascia sinistra. Meno veloce e votato agli inserimenti di Soriano, la sua presenza costante tra le linee potrebbe creare qualche problema al Torino, che però ha già dimostrato contro la Samp di saper rispondere in maniera pronta a questa variante tattica. Davanti, inoltre, agiranno Meggiorini e Paloschi, due attaccanti meno rapidi di Eder e Muriel, affrontati domenica scorsa, ma più strutturati fisicamente: occhio dunque alle palle inattive, con il Torino che, soprattutto contro il Verona, ha dimostrato di soffrire chi è in grado di mettere chili e centimetri in area di rigore su calcio piazzato.

Moretti e Glik dopo il gol contro la Fiorentina
Moretti e Glik dovranno badare a Meggiorini – uno degli ex – e Paloschi

Il Toro dal canto suo, sta già studiando le contromosse: per credo venturiano e schieramento avversario, le corsie preferenziali per imbastire le azioni d’attacco sembrano essere le fasce, lungo le quali gli esterni granata (due tra Molinaro, Zappacosta e Bruno Peres) possono mettere in difficoltà i terzini clivensi, di qualità inferiore ma di grande attenzione quando si tratta di difendere. Altra zona nevralgica sarà il centrocampo, in cui più della quantità (si giocherà tre contro tre lì in mezzo) conterà la qualità, e anche qui il Toro, sulla carta, sembra avanti, anche qualora venga concesso un turno di riposo a chi, come Baselli, ha speso di più in questo inizio di stagione.

Zappacosta video
Zappacosta potrebbe, stasera, partire per la prima volta da titolare

Un’avversaria tosta e una serie di situazioni interessanti: le armi per ribattere il Toro ce l’ha e deve sfruttarle, perché non ci sono punti da perdere, e questo secondo posto piace troppo per lasciarselo sfuggire.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Se partiamo con lo stesso piglio con cui siamo partiti contro la Samp non ce ne per nessuno,
    se il Chievo poi farà un po di turn over, le loro riserve non valgono le nostre ed inoltre
    non sarebbe la prima volta che una squadra reputata all’inizio alla lotta salvezza perde due partite
    consecutive in casa che comunque gioaca ed ha giocato con la seconda e la prima in classifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pupi - 2 anni fa

    Sarà durissima per vari motivi, in primis è sempre statisticamente improbabile che una squadra perda 2 partite di fila in casa come è successo all’Udinese. In seconda istanza, avendo visto 2 partite e letto per le restanti, posso tranquillamente affermare che il Chievo è la squadra che ha giocato complessivamente tutti i 360 minuti fin qui concessi dal calendario in modo più autorevole sia come intensità e con ottime geometrie di gioco. Con la gobba ha vinto (non gli hanno permesso di farlo ma hanno vinto) e con l’Inter strameritava il pareggio ed avrebbe i suoi bei 10 punti come noi. Servirà una prestazione anche superiore a quella di domenica e confermerei la squadra vittoriosa con i ciclisti tranne Belotti con Maxi (che è tutt’altra pasta) dall’inizio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dbGranata - 2 anni fa

      Beh, io non esagererei con il Chievo. Hetemaj con la Juve ha azzeccato il Gol che non aveva mai fatto in carriera, e con l’Inter si è visto che è stato un caso più che altro. E’ da fare un plauso per i movimenti dei tre attaccanti che giocano a memoria e si muovono molto bene, ma per il resto la squadra mi sembra si possa sottomettere eccome. In più dobbiamo confidare nei nostri difensori che con la Samp hanno giocato in modo impeccabile, anticipando Ogni movimento di quelle due schegge blucerchiate. Io credo che i pericoli maggiori siano il fattore grinta e il fattore campo. Per il resto non credo di esagerare se dico che siamo superiori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pupi - 2 anni fa

        Non ho mica affermato che il Chievo è superiore a noi, solo che complessivamente hanno giocato meglio di tutte le squadre di serie A. Hatemaj ha azzeccato un tiro? Mi spiace ma il Chievo ha fatto un palo clamoroso su miracolo di Buffon e gli è stato annullato un goal solo perché Bonucci si è aggrappato, essendo in clamoroso ritardo, al giocatore del Chievo oltre ad aver subito il solito rigorino con Cuadrado che sposta volontariamente il piede verso il difensore. Il Chievo non ha avuto, in queste prime partite, spezzoni di gara imbarazzanti come noi con Frosinone, Fiorentina e Verona. Quindi bene quando tutto va bene ma riconoscere i propri difetti serve prevalentemente a non esaltarsi troppo e casomai a migliorarsi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. dbGranata - 2 anni fa

        Sulla partita della Juve contro il Chievo sono d’accordo però non credo sia la squadra che gioca meglio. Ad ogni modo speriamo vada bene sta partita, è comunque una squadra col coltello tra i denti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mark - 2 anni fa

    Qualcuno sa dirmi dove posso poi prendere i biglietti per la trasferta a Modena contro il Carpi ???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ObiWan - 2 anni fa

    In questa partita dobbiamo dimostrare di avere fatto il salto di qualità mentale gicoando come contro la SAMP. FORZA TORO !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. luca - 2 anni fa

    Rispetto alla Samp,sono meno tecnici ma molto,molto più aggressivi in difesa e a centrocampo.Il modulo è simile ma questi approcciano la partita con più rabbia,la stessa che dovremo avere noi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dbGranata - 2 anni fa

    La Samp con 3 davanti e solo 3 uomini a centrocampo l’altro giorno ha perso la partita. I nostri difensori marcavano ognuno un giocatore in modo impeccabile e a centrocampo in 3 contro 5 (+ Bruno Peres che salta pure sua nonna e fa aumentare su di lui la marcatura e sugli altri la libertà di gioco) era davvero una pacchia. Il Chievo con Birsa e Meggiorini che ritorna molto giocherà meno sbilanciato della Samp quindi dovremmo avere meno strapotere a centrocampo. Comunque è un modulo contro cui non dovremmo avere problemi se giocheremo tutti come sappiamo fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy