Torino: il peso di quel “meno male che è finita”

Torino: il peso di quel “meno male che è finita”

Post Empoli-Torino / Lo sfogo del tecnico Ventura è significativo: la stagione è stata un flop per quasi tutti, a mente fredda occorrerà analizzare gli errori fatti

Meno male che è finita” è stata l’esclamazione con cui Giampiero Ventura, l’allenatore del Torino, ha accolto il fischio finale di Saia di Palermo, che ha decretato la fine di Empoli-Torino e della stagione 2015/2016. Un’esclamazione condivisa largamente all’interno dell’universo granata, c’è da scommetterlo, dentro e fuori la società. La stagione è stata oggettivamente magra di soddisfazioni e al di sotto delle attese per quelle che erano le potenzialità della rosa; terminare nella parte destra della classifica è un passo indietro notevole rispetto alle scorse annate, in quella che doveva essere l’annata dell’innalzamento dell’asticella.

Una stagione travagliata, epperò iniziata nel migliore dei modi, con una piazza incoraggiata dal mercato estivo sulla carta ottimo, che aveva visto la conferma di tutti i “big” Darmian escluso, oltrechè gli innesti di numerosi giovani di prospettiva da consegnare nelle mani di un indiscusso valorizzatore di talenti come Giampiero Ventura. La stessa piazza che poi si è lanciata in (ingiustificati e frettolosi, bisogna dirlo) voli pindarici dopo i 13 punti nelle prime sei partite per poi cadere bruscamente a terra dopo la sconfitta di Modena contro il Carpi. Da lì è iniziata l’involuzione del Torino, culminata poi con il Derby di Coppa Italia del 16 dicembre; un 4-0 che ha spazzato via i granata, arrivati allo Stadium per giocarsela e usciti umiliati e invisi alla piazza.

Da lì in poi, tre mesi di grandissime difficoltà. Un filotto di risultati da zona retrocessione, i casi Quagliarella e Maxi Lopez, infortuni come se piovesse, una squadra involuta sia collettivamente che nei singoli, con quasi tutti i giovani di proprietà su cui si era costruita la squadra che hanno fatto una gran fatica a diventare protagonisti (eccezione per Belotti). Un bel mese di aprile, con 12 punti in 6 partite, ha scacciato gli incubi peggiori e salvato almeno la faccia a tutti. Ma i giudizi definitivi sull’annata non possono essere che negativi.

Le pagelle di Empoli-Torino  – Il commento: la 17° sconfitta chiude la stagioneLe parole di Ventura

“Meno male che è finita”, dice Ventura. Una frase pesante, che testimonia insofferenza di fronte a una situazione che ormai aveva stufato. La stagione è stata piatta e scolorita, da “vorrei ma non posso”, per una squadra e una società che ora sono chiamate ad analizzare quanto fatto per individuare gli errori fatti e adottare le giuste contromisure. E’ necessario, a tutti i livelli, prendere atto che la stagione non è andata come ci si aspettava e far sì che l’esperienza di questa annata possa risultare utile in futuro. Uno spunto di riflessione può essere questo: senza la giusta determinazione nessuna “asticella” si alza. E per sua natura, un Torino senza rabbia non sarà mai il Toro.

17 commenti

17 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Brawler Demon - 10 mesi fa

    La soluzione quale sarebbe? Tornare in B, azzerare di nuovo tutto e ricominciare daccapo come 5 anni fa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. LUCAT - 10 mesi fa

    Ribadisco. Io confermerei Ventura. Abbiamo acquistato dei giovani talentuosi, bene. Ora, è arrivato il momento di costruire una rosa oggettivamente competitiva. E perché no, spettacolare. Diversamente, sì rischiamo di vivere una stagione peggiore di quella appena trascorsa (leggi lotta per la Serie B). Questo deve essere il vero obbiettivo. Questo è ciò che pretendo da tifoso. Del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Brawler Demon - 10 mesi fa

      Concordo con quello che hai scritto. Più che il ciclo dell’allenatore, penso che sia finito il ciclo di alcuni calciatori al Toro.
      Mi auguro che Immobile venga riscattato, sarebbe un segnale forte che Cairo da ai tifosi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. aterreno - 10 mesi fa

    Ah a proposito, leggendo un altro articolo sul Toro mi son reso conto che l’anno passato arrivammo settimi pur giocando in Coppa Italia e in Europa League per un buon pezzo della stagione (inclusi preliminari)
    Quest’anno i gobbi ci hanno amazzato in coppa italia e niente Europa League.
    La crescita, ovvero, meno partite, piu’ stanchi e fermi, 5 posizioni piu’ in basso, 5 punti sopra l’obiettivo minimo dei 40 punti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guascone Granata - 10 mesi fa

      Credo che l’anno scorso (quello in cui abbiamo disputato l’Europa League e la coppa Italia fino agli ottavi di finale facendoci spazzare via malamente dalla Lazio alla prima partita) siamo arrivati noni. L’anno in cui siamo arrivati settimi è quello in cui ci siamo qualificati per l’Europa (grazie al Parma). Comunque meglio di quest’anno.
      Non facciamoci accecare dalla rabbia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. NeroWolfe - 10 mesi fa

    Ho appena parlato con N.F.: da far venire la pelle d’oca a proposito del Water e di come ha fatto carriera….!!!!

    Vi sintetizzo il tutto in poche righe (d’altro canto non ho dubbi che i tifosi granata VERI conoscono benissimo “l’argomento Water):

    leccaculo e lacchè dei vari Presidenti delle squadre in cui ha allenato, si attacca sempre al carro del padrone e lo intorta ed influenza come meglio crede. Si porta sempre appresso il suo “entourage” quando cambia squadra facendogli occupare tutti i posti disponibili nella nuova società al fine di avere dei “guardaspalle” e tutelarsi così dai “nemici”. Quando era al Bari ha sicuramente preso parte allo scandalo del calcioscommesse, ma è riuscito a farla franca poichè la sua specialità è quella di scaricare le responsabilità sugli altri (VI DICE NIENTE QUESTO…????) e di arrogarsi meriti che non ha mai avuto (ANCHE QUESTO VI DICE NULLA…???)

    Non ha mai avuto ambizioni di alta classifica in quanto, da buo genovese, la cosa che più gli interessa è di riempirsi di quattrini in associazione con il suo padrone attuale. I giocatori (giovani e non) che riesce a lanciare e a far rendere sono il suo “fiore all’occhiello” in quanto, quando vengono “monetizzati” e viene realizzata una bella plusvalenza, lui partecipa attivamente alla spartizione della torta.

    Con Petrachi e Cairo sta adottando, da quando è nel Toro, questo obiettivo: arrivare ad una salvezza più o meno tranquilla e contemporaneamente “spremere” bene i giocatori per poi rivenderli a prezzi elevati rispetto al prezzo d’acquisto.

    E’ pressochè certo che per i prossimi due anni il trio continuerà su questa strada senza guardare in faccia nessuno, tantomeno i tifosi.

    Vi basta…???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gian.ca_665 - 10 mesi fa

      Deprimente e, benché chiaro a molti di noi, allucinante…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. NeroWolfe - 10 mesi fa

      Dal numero di “non mi piace” direi che sono arrivati a frotte i gobbi raglianti sostenitori del Water. Ed in effetti l’olezzo di fogna diCalcutta che emanano costoro ha reso l’aria insostenibile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Massimo Ñ - 10 mesi fa

        secondo me hai sbagliato tutto, non puoi pretendere che la gente creda a quello che scrivi e ciò che scrivi non è un opinione, solo è una propaganda personale contro una persona che non sopporti a livello personale. chissà i “non mi piace” sintetizzano quello che dico e non di certo vogliono dire che sono pro o contro Ventura (suppongo che il nomignolo water si riferiva a lui, anche questo ti giudica come persona)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. NeroWolfe - 10 mesi fa

          Ciò che scrivo viene da “dentro” il Troino FC, che tu ci creda o no…e tra qualche giorno ne avrai la conferma.

          Tutto il resto è fuffa…!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 10 mesi fa

            Stai tranquci o, non abbiamo tutti la stessa capacità critica ne la stessa onestà intellettuale ne le stesse opinioni, personalmente penso che tu non sia in malafede e visti come si sono dipanare gli avvenimenti negli ultimi anni mi sa che non sei così distante dalla realtà. Per quanto riguarda le querele mi pare che qualcuno sia stato punto sulla vivo, forse qualche difensore d ufficio…

            Mi piace Non mi piace
    3. AmmaMi71 - 10 mesi fa

      Hai PROVE di quanto dici? Perchè sei PASSIVO DI QUERELA bella e buona!… Inventarsi cazzate e illazioni solo perché ti sta sul culo qualcuno è inconcepibile…e poi ti stupisci dei “non mi piace” ricevuti? Fatti una domanda e datti una risposta.. (se ci riesci)..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. NeroWolfe - 10 mesi fa

        Cosa sei, l’avvocato del Water e del “duo delle meraviglie”, forse…???

        Qui lo stare o meno sul culo non c’entra una beneamata cippa.
        Aspetta qualche giorno e vedrai…!!!

        In quanto alle cazzate e alle illazioni quelle sono farina del tuo sacco.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Brawler Demon - 10 mesi fa

          Ciao Nero, purtroppo, qui su TN, di cazzate se ne sono lette fin troppe (sul calciomercato e non solo), la tua fonte può essere attendibilissima, per carità, però è altrettanto normale che ci siano moltissimi tifosi che non credono ad una virgola di quello che hai scritto.
          Chi è questo NF? A questo punto, posso scrivere che AA mi ha riferito tutto il contrario di quello che scrivi tu…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nick - 10 mesi fa

    Redazione il problema qui è molto piu semplice seconds me. Non è questions di rabbia, i giocatori correvano e pure tanto. Qui è questione di gioco, manca una base moderna. Giochiamo come gli anni 80.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pimpa - 10 mesi fa

    Io continuo a chiedermi perché i tifosi non vadano da Ventura e da Petrachi a dirgli che la permanenza di questa conduzione tecnica non è accettata e che nel caso in cui la società decidesse di continuare su questa strada non ci saranno abbonamenti ma una enorme contestazione fino dal ritiro.
    I tifosi contano qualcosa o no, di fronte a questo progressivo declino?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rossogranata - 10 mesi fa

    CAIRO HA PROLUNGATO IL CONTRATTO PER IL SEMPLICE MOTIVO CHE HA RICONOSCIUTO IN VENTURA IL CLASSICO ALLENATORE CHE GARANTISCE AL TORO DI NON ANDARE IN SERIE B E BASTA.
    Quindi cari fratelli, mi spiace ma non facciamoci illusioni, con questi signori…Il primo è tutto impegnato nei suoi affari che lo vedono in corsa come un nuovo Berlusconi…e l’altro con tutta l’esperienza passata riesce a dare quella tranquillità e di tenere la squadra col suo “gioco prudente” (noioso e schifoso spesso!) SEMPRE IN SERIE A e che ogni tanto riserva delle piccole soddisfazioni (rare!) di battere qualche grande squadra, grazie alla furbizie strategiche maturate in quarant’anni di attivita’ . QUINDI NIENTE ILLUSIONI DI ANDARE IN EUROPA perchè di Parma non ne capiteranno più…
    IN ULTIMO MI CHIEDO, QUELLO STRISCIONE ALLO STADIO ERA UNA SEMPLICE INVOCAZIONE O UN PROGRAMMA DA RISPETTARE ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy