Torino, ingranare a Bergamo per riprendere il ritmo verso l’Europa

Torino, ingranare a Bergamo per riprendere il ritmo verso l’Europa

Verso Atalanta-Torino / Terminati gli impegni dei nazionali, ai ragazzi di Ventura servirà dimostrare subito di non aver perso nulla a livello di concentrazione e spirito, per uno sprint finale che si prospetta dall’emozioni forti

 

I tre punti, nel gioco del calcio, hanno sicuramente un valore prevalentemente di classifica, ma non solo: dopo un momento di pausa come questo, infatti, il risultato pieno alla ripresa a Bergamo darebbe un’impulso non indifferente al morale della squadra di Ventura in vista del finale di campionato

QUESTIONE DI RITMO – In tutti gli sport, si sa, è questione di ritmo, e in questo momento, con la Serie A ferma, occorre riprenderlo sin da subito, quel ritmo, e pazienza se in trasferta, pazienza se contro un avversario ostico e che ha bisogno di quei punti per la salvezza: il Toro contro l’Atalanta deve giocare per avvicinare il sogno che tutto il mondo granata continua a coltivare, ovvero quel sesto posto che vorrebbe dire ancora una volta Europa League, e non c’è scusa che regga.

SQUADRA STANCA? – La pausa, comunque, dovrebbe servire per riposare le membra e ripartire più forti di prima, ma il Toro si è trovaTO nella situazione di avere ben 11 giocatori impegnati con le rispettive nazionali, e quando tutti questi torneranno potrebbero risentire della fatica dovuta a trasferte così lunghe. E’ il caso di Martinez, ad esempio, che è il più lontano geograficamente e sarà l’ultimo a rientrare alla base. 

SPRINT FONDAMENTALE – Tuttavia, i giocatori che non sono rimasti fermi, ma hanno lavorato con le rispettive nazionali, dovrebbero aver mantenuto la “guardia alta” e dunque potrebbero non avere perso nulla a livello di “ritmo partita”, e sopperire ad un’eventuale stanchezza con la grande concentrazione tattica propria di chi è impegnato su due fronti, quello della Nazionale e quello del club di appartenenza. In ogni caso, servirà l’energia di tutti per queste ultime 10 partite di fuoco. 

Un Toro, dunque, che sabato dovrà mostrare all’Italia intera di avere quella determinazione e quella coscienza nelle proprie capacità utili per superare l’ostacolo Atalanta, vincendo contro la squadra di Reja e guadagnando punti fondamentali per la rincorsa al sesto posto, non badando al risultato altrui, ma pensando solo ed esclusivamente a fare bene nei 90′ di Bergamo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy