Torino-Inter: Molinaro vuole blindare la fascia sinistra

Torino-Inter: Molinaro vuole blindare la fascia sinistra

L’esterno granata sta attraversando un buon periodo di forma: contro i nerazzurri è atteso da un’altra prova di sacrificio

1 Commento
Molinaro in Lazio-Torino pagelle

Uscito al minuto 61 del derby per fare spazio ad un più fresco Zappacosta, Cristian Molinaro ha comunque disputato una buona partita e rimane uno dei giocatori più in forma del Torino in questo periodo; una nota positiva per Giampiero Ventura, “costretto” a schierare l’ex Parma titolare ormai da mesi per via dell’infortunio che sta tenendo Danilo Avelar lontano dal terreno di gioco per più tempo del previsto. Molinaro sembra invece in una condizione fisica e atletica invidiabile, e finora ha trovato anche quella continuità che era sembrata mancargli durante la scorsa stagione.

molinaro
Cristian Molinaro in azione durante Torino-Udinese della scorsa stagione

Il numero 3 granata è sempre uno dei più pericolosi del Torino e, oltre alla fase difensiva che deriva dagli anni di esperienza, si sta mettendo in mostra per le innumerevoli accelerazioni palla al piede ed incursioni sulla fascia, senza contare gli innumerevoli traversoni tentati; corsa e grinta sicuramente non gli mancano, attraverso la continuità è diventato un elemento di rilevante importanza nel collettivo granata in questo momento. C’è un altro elemento inoltre che favorisce la titolarità dell’ex Parma: il giocatore è infatti abituato a giocare anche terzino sinistro in una difesa a quattro, dunque non risentirebbe di un eventuale cambio di modulo, soluzione che è stata studiata a causa dei vari infortuni.

Hellas Verona FC v Torino FC - Serie A
Molinaro prende istruzioni da Ventura: ottimo momento di forma perl’esterno

Dunque Molinaro si candida nuovamente per una maglia da titolare anche contro l’Inter: sembra infatti difficile che Ventura voglia schierare dall’inizio Zappacosta insieme a Bruno Peres, mentre invece è più plausibile che il tecnico voglia tenere questa soluzione per attuarla a partita in corsa, quando gli avversari sono più stanchi. Il mancino è caldo e l’esterno vuole conservare la titolarità sulla fascia sinistra: dovrà dimostrare di saper mantenere la forma mostrata finora anche nei futuri impegni, a cominciare da quello contro i nerazzurri.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. brusbi - 2 anni fa

    Molinaro è un incursore, un giocatore d’assalto, sicuramento adatto alla posizione esterna ma non a operare in difesa (diversamente da Avelar e all’ex Darmian).
    La marcatura arretrata non gli si addice non avendo la pazienza e l’orientamento del marcatore di posizione.
    Per lui andrebbe bene il 4 – 4 – 2 come esterno di centrocampo. L’indole battagliera gli consentirebbe di recuperare un’enormità di palloni e di spingere immediatamente in avanti con efetti dirompenti.
    Nel 3-5-2 non può concretamente dare una mano a centrocampo perchè in fase di non possesso è costretto ad arretrare per costituire la linea a 5 in difesa, dove non brilla.
    Inoltre nelle trame di Ventura deve impostare l’azione di rimessa dialogando con il centrale avanzato (Baselli o Benassi), con esiti non sempre brillanti.
    Troppo marginalizzato a sinistra per poter operare nel cuore del gioco e mostrare le sue qualità di lottatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy