Torino-Inter: torna il tabù lunchmatch, troppo spesso indigesto

Torino-Inter: torna il tabù lunchmatch, troppo spesso indigesto

Da quando sono tornati in Serie A, solamente una vittoria negli anticipi delle 12,30 per i granata: bisogna invertire la tendenza al più presto

2 commenti

Domenica si rivede un chiodo fisso del Torino, in particolare da quando i granata sono risaliti in serie A con Ventura, un tabù che allenatore e squadra finora non sono riusciti a sfatare praticamente in nessuna occasione: l’anticipo delle 12,30. Il bilancio della squadra nei lunchmatch dal 2012 ad oggi è infatti di cinque sconfitte, sei pareggi ed una sola vittoria; in particolare i granata hanno trovato difficoltà nei match in trasferta. Andiamo a vedere i precedenti casalinghi.

glik
Kamil Glik, il capitano granata dovrà guidare i compagni verso un risultato positivo per invertire la tendenza

L’unica vittoria in un lunch match risale al 13 gennaio 2013, quando il Torino ebbe la meglio sul Siena per 3-2 con reti di Brighi, Cerci e Bianchi davanti al proprio pubblico; resta comunque negli occhi il calcio di rigore fallito nei minuti finali da Alessandro Rosina sotto la Maratona, che avrebbe potuto regalare il pareggio ai bianconeri. questa l’unica partita a portare i tre punti ai granata giocata in quell’orario.  Nella prima stagione in A con Ventura il Torino giocò solamente un altro anticipo delle 12,30 tra le mura amiche, che si concluse a reti inviolate: pareggio per 0-0 con il Palermo. Nella stagione successiva i numeri iniziano a peggiorare drasticamente, con l’unico lunch match giocato all’Olimpico che coincide con la sconfitta per 0-1 nel derby (e quel famoso gol di Pogba in fuorigioco).

Anche durante la passata stagione un solo lunchmatch tra le mura amiche per granata: la pesante sconfitta interna contro il Sassuolo 0-1 firmata dalla rete di Floro Flores, nella quale il Toro fallì anche un rigore con Sanchez Mino. Per quanto riguarda gli anticipi delle 12,30 giocati in trasferta, il primo anno di Serie A con Ventura il Torino portò a casa due punti in due partite, in virtù dei pareggi con la Sampdoria, 1-1  a Marassi, e con il Chievo al Bentegodi sul finale di stagione: 0-0. La stagione successiva allo stesso orario arrivò la sconfitta esterna al San Paolo di Napoli, 2-0; mentre nella scorsa i granata totalizzarono un punto in due lunchmatch, con i risultati di Sampdoria-Torino 2-0 e Sassuolo-Torino 1-1. Per quanto riguarda l’annata corrente, l’unico match delle 12,30 disputato finora dalla squadra di Ventura è quello valido per la terza giornata, al Bentegodi contro l’Hellas Verona, chiusosi con il risultato di parità finale: 2-2.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. gantonaz64 - 2 anni fa

    E ALLENARSI ALLA STESSA ORA TUTTA LA SETTIMANA?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pazko - 2 anni fa

    Direi che questa storia dei tabù deve finire. Mi piacerebbe che i facessero anche le statistiche delle partite alle 18,00 e delle 20,45 in anticipi del sabato e delle 20,45 dei posticipi di domenica, chissà cosa ne uscirebbe ………, forse altri tabù ! Ormai le partite i giorno. Tutte le ore e si deve entrare determinati SEMPRE . Speriamo che domenica se la cavino al meglio, così passiamo la pausa tranquilli .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy