Torino: Jansson e Gaston Silva, un bel pezzo di futuro granata

Torino: Jansson e Gaston Silva, un bel pezzo di futuro granata

In ritiro / I due difensori sono apparsi decisamente più consapevoli e ora sono pronti a dare una mano a Ventura

 

Il Torino è pronto a raggiungere Chatillon sede della seconda parte del ritiro estivo. Ventura sale in quota con qualche certezza in più e se Benassi è tornato dalle vacanze con maggior grinta e personalità, Jansson e Gaston Silva appaiono decisamente più consapevoli rispetto alla scorsa stagione.

LO SVEDESE – Il centrale svedese, sino a questo momento si era mostrato gagliardo e battagliero, soltanto a parole. Con frasi del tipo: ”Sarà il mio anno. Sarò molto più competitivo, vederete”. E ora alle parole sono seguiti i fatti, il centrale di difesa è apparso molto più convinto dei propri mezzi e il gap con il capitano Kamil Glik si è decisamente ridotto. Il polacco resta una spanna sopra, ma quest’anno ci sarà una belle concorrenza anche in quel ruolo.

L’URUGUAGIO – Arrivato in sordina, quasi in punta di piedi. In pubblico non parla mai: silenzioso, a tratti timido. Gaston Silva è rientrato in campo la scorsa settimana a Bormio e a preparargli il terreno ci aveva pensato un certo Emiliano Moretti. ”Nel mio ruolo c’è un ragazzo che presto vi stupirà”: queste le parole del senatore granata alla stampa. Gaston Silva ha recuperato in fretta il gap atletico che lo separava dai compagni – i quali avevano iniziato prima la preparazione – e si è immediatamente fatto trovare pronto da Ventura. 

Questa stagione sarà ricca di ballottaggi in mezzo al campo e probabilmente anche in attacco. Ma lì dietro in difesa, se non sarà proprio una lotta continua per un posto da titolare, in ogni caso il livello di competizione sarà alto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy