Torino, Joel Obi: stagione a rischio, ma permanenza possibile

Torino, Joel Obi: stagione a rischio, ma permanenza possibile

Focus on / Il nigeriano ha mostrato lampi di calcio, uniti ad una fragilità muscolare evidente. Il club granata, ad oggi, è orientato dargli un’altra opportunità

8 commenti
Obi

Ha faticato più del previsto ad inserirsi e calarsi completamente nella parte e ogni volta che sembrava riuscirci, Joel Obi è stato colpito dall’ennesimo infortunio. Lo stesso è accaduto domenica scorsa, quando il nigeriano ha dato forfait prima del match (leggi qui) contro il Sassuolo.

La sua avventura in granata era proprio partita con il piede (anzi il ginocchio) sinistro: subito out all’inizio del ritiro a Chatillon e una preparazione pertanto non svolta come si dovrebbe. Quindi il ragazzo aveva cercato di recuperare il terreno perso sui compagni, talvolta anche forzando un po’ i ritmi.

Ecco, sotto il profilo caratteriale – la celebre entrata sul Mudo Vazquez ne è per certi versi la testimonianza – l’ex Inter non si discute. Obi non si è mai arreso davanti agli ostacoli e ha sempre cercato di superare al meglio le difficoltà. Anche e soprattutto quando in quel di ottobre gli viene diagnosticato un problema alla coscia che lo avrebbe tenuto fuori per circa 4 mesi. Tante le giornate passate tra le fila dei non disponibili, ben 18 per la precisione se contiamo anche l’ultima contro i neroverdi, nella quale ha dovuto alzare bandiera bianca prima del fischio di inizio.

toro, obi

In quell’occasione Obi aveva avvertito un forte dolore al gluteo e ora si attende il verdetto dello staff medico. La diagnosi, potrebbe non lasciare spazio all’immaginazione: stagione finita (o quasi) per lui. Per certi versi, mai iniziata davvero. Una carriera costellata dai problemi muscolari: 694 giorni di stop negli ultimi 5 anni, per 62 turni complessivi di campionato saltati.

E il futuro? Nell’immediato, il Torino pare intenzionato a concedergli un’altra opportunità, salvo soluzioni di ripiego che possano accontentare entrambi – leggasi prestito con opzione in altri lidi, oppure offerte che ripaghino l’investimento -. Perché in fin dei conti il club di Cairo ha davvero investito e non poco sul ragazzo e il così detto piano di ammortamento sul suo cartellino è appena iniziato.

L’Inter potrebbe tornare a pensare a lui nell’ottica di tener fede alla Riforma-Tavecchio (leggi qui) perché Obi conta come un prodotto del vivaio nazionale e nerazzurro. Una situazione, come del resto quella di molti altri, senatori compresi, ancora da valutare a fondo. Ma con l’idea piuttosto concreta di attendere il prossimo campionato per valutarne appieno le reali potenzialità, ma soprattutto la reale capacità di esprimerle in campo.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 9 mesi fa

    Qui, dopo l’uscita di Ventura sugli obbiettivi ancora da decidere da parte della società, le notizie del riscatto di Immobile ancora da decidere, Parigini richiesto da destra e manca, le partenze di Maksi e Peres e buon ultima la riconferma di Obi non si prospetta nulla di buono, anzi tutt’altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawda - 9 mesi fa

    Acquisto inutile, bastava gurdare le stagioni all’Inter o al Parma per capire che sono piu’ le volte che e’ rotto o fuori condizione, di quelle in cui puo’ giocare. Quelle rare volte in cui e’ stato schierato titolare (6 partite) o e’ subentrato, ha offerto quasi sempre prestazioni decisamente mediocri; tra l’altro l’entrataccia su Vazquez non la definirei un segno di carattere ma semmai di scarsa intelligenza, visto che a causa del suo comportamento ha lasciato la squadra in 9 e con il serio rischio di perdere due punti. Il problema e’: chi e’ cosi’ matto da prendersi un giocatore del genere? E’ praticamente senza mercato, per tentare di recuperare almeno qualcosa potrebbe essere mandato in prestito sperando di trovare qualcuno che se lo pigli, pregando che per una favorevole congiuntura astrale non si scassi cosi’ spesso ed offra delle prestazioni meno modeste di quelle di quest’anno. Mi pare oggettivamente molto difficile ed ecco perche’ credo che restera’ al Torino il prossimo anno, se non altro lo staff medico e fisioterapico avranno qualcosa da fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aterreno - 9 mesi fa

      plusvalenze, prezzo basso, se non si rompeva lo si teneva in semi-naftalina e rivenduto al miglior offerente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. aterreno - 9 mesi fa

    ha giocato bene una partita, e se non sbaglio ha giocato solo 90 minuti di fila.

    se lo tenete e’ solo perche’ non lo vuole nessuno, certo, c’e’ della stoffa, ma e’ rotto, e’ fragile, siamo un ospedale?

    quanti lungo degenti abbiamo in panca?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aterreno - 9 mesi fa

      I meno due che prendo costanti mi fanno pensare sempre di piu’ che son sempre gli stessi due pro ventura/martinez/cairo/petrachi

      chi siete? sempre meno due! hahaha fate ridere

      esser tifosi non implica incitare la squadra anche a far schifo

      almeno il diritto a scrivere la verita’ e sforgarci un minimo su sto sito da quattro soldi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

    Poi dicono che siamo troppo critici nei confronti di una società che pensa a confermare Obi e Martinez …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. uassing - 9 mesi fa

      Lo dice Toro news non la societa’.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

        Lo ha suggerito in certe dichiarazioni anche Pertachi, comunque se siete contenti di questo processo di crescita, buon per voi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy