Torino, Josef Martinez e i segreti di una crescita evidente

Torino, Josef Martinez e i segreti di una crescita evidente

Focus On / Il venezuelano, messosi in mostra proprio con la Vinotinto, è reduce da un’ottima prestazione contro il Bologna

10 commenti
Martinez

La sorpresa di questo nuovo Toro ha un nome e un cognome, ovvero Josef Martinez, attaccante classe ’93 venezuelano, già protagonista in quest’estate di una super Coppa America, competizione nella quale, già all’esordio contro la Giamaica di capitan Morgan – fresco campione d’Inghilterra in carica – ha siglato la prima rete, valida per i tre punti che hanno portato la nazionale Vinotinto ai quarti di finale contro l’Argentina del re albiceleste Leo Messi.

A sprazzi, qualche intenditore di football, già in quel mese di giugno ricco di calcio internazionale, aveva intuito il salto di qualità messo in atto dal venezuelano, il quale ha migliorato nettamente soprattutto dal punto di vista mentale, diventando sempre più sicuro delle proprie abilità e potenzialità, le quali hanno un ampio margine di miglioramento vista la sua  verde età. Contro il Bologna, allo Stadio Grande Torino, è entrato a partita in corso, al posto del neo arrivato Adem Ljajic e, proprio quando tutto sembrava in stallo, Martinez, a suon di inserimenti e tiri nello specchio – 4 in tutto – ha rivoluzionato il corso della partita, segnando anche una rete, facile ma altrettanto importante: un chiaro segnale inviato a Mihajlovic, il quale non resterà impassibile alla sua ottima prestazione contro i felsinei. La fiducia da parte del serbo non gli manca di certo, il quale lo ha sempre rassicurato, indicandogli sempre i suoi errori al fine di migliorarlo giorno dopo giorno. Anche il nuovo ruolo gli calza a pennello: le prestazioni di Martinez come esterno d’attacco gli permettono chiaramente di sfruttare al meglio le proprie abilità offensiva, ovvero la velocità e la grinta, caratteristiche che, nella scorsa stagione, da seconda punta, non poteva usare al meglio.

Sarà dunque un futuro aureo quello a cui andrà incontro il venezuelano di Valencia e i numeri, al momento, parlano chiaro: è un giocatore da Toro. Sacrificio, testa e abilità, sono queste le sue caratteristiche, tutte apprezzate dai tifosi granata e che, in vista della stagione appena iniziata, gli saranno di certo molto utili, anche e soprattutto per convincere Sinisa Mihajlovic di valere un posto da titolare, al momento occupato da un Adem Ljajic non del tutto in forma dal punto di vista fisico.

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto Fava - 9 mesi fa

    Vai così Josef, quest’anno ci darai e ti toglierai tante soddisfazioni !
    Bravo !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Yuri - 9 mesi fa

      Sapevo che valeva la pena apettarlo..mai criticato, infatti.
      Se avessero dato retta alla maggioranza, invece…era a far i botti da qualche altra parte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luigi-TR - 9 mesi fa

    Ho sempre creduto nelle sue qualità tecniche e l’ho difeso anche sul forum adducendo la motivazione che se non si gioca è quasi impossibile trovare sia una condizione fisica accettabile che il feeling con il campo e con la rete
    Questo non toglie che sembrava in fase di involuzione e le sue ultime prestazioni e i suoi molti errori sottoporta non deponevano in suo favore
    Spero sia veramente una nuova ripartenza…per lui e per la squadra
    Forza Josef…e sistemati i capelli in modo umano :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Yuri - 9 mesi fa

      Ma dai, quel taglio da moicano/indio gli stà a pennello a mio parere…poi, per me, può giocare anche con la parrucca. :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luigi-TR - 9 mesi fa

        sarà che a me i calciatori e gli atleti in generale mi piacciono puliti, non gradisco molto i tagli strani di capelli e i tatuaggi :)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ospunda - 9 mesi fa

    In tanti l’avevamo scritto in tempi non sospetti: da attaccante esterno può fare bene. Speriamo che questo sia solo l’inizio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. stefano.siclar_122 - 9 mesi fa

      E che ti aspettavi? Che Mr.Alibidine lo capisse? Quello non ha mai capito niente di calcio e ora sta pure in Nazionale…orrore…

      Finalmente un Toro con gli attributi, specchio del proprio allenatore

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 9 mesi fa

        No non sono d’accordo. Mister Ventura è un grande maestro di calcio e con noi ha fatto un grandissimo lavoro, ci ha ridato la dignità perduta. Secondo me solo liui, i suoi predecessori …. Bah meglio non parlarne.
        Oggi è iniziato un nuovo ciclo per il Toro, è tornato il tremendo amo che tutti noi stavamo attendendo da tanto, troppo.
        Mister Ventura sta raccogliendo i frutti della sua esperienza, sono sicuro che farà benissimo in Nazionale.
        Secondo me l’ha meritata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alberto Fava - 9 mesi fa

          Tremendismo,,,,

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Zlobotan - 9 mesi fa

    Ecco.. E ljialic? Cosami è fatto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy