Torino-Juventus quando il derby si tinge di vergogna bianconera

Torino-Juventus quando il derby si tinge di vergogna bianconera

Derby story / Tra striscioni e bombe carta, tra pessimo gusto e delinquenza. A fine mese il processo Saurgnani

5 commenti

Non è una partita come le altre, per nessuna delle due. Al di là delle dichiarazioni e delle frequenti manifestazioni di disinteresse da parte dei sostenitori bianconeri di fronte a una partita che non ha il significato di predominanza campanilista che ha in altre città e che a Torino ha avuto in altri tempi, è innegabile che il derby sia comunque da considerare a parte, e ne sono testimonianza i numerosi tentativi da parte delle tifoserie di superare se stesse, con il risultato, spesso catastrofico, di superare anche la linea del rispetto comunemente accettata. E se da un lato il tifo granata – se non altro negli ultimi anni – si è limitato a sani sfottò, il lato bianconero della città ha voluto a tutti i costi sfociare in pessimi episodi di violenza verbale e anche fisica.

Tra le tracce più evidenti del cattivo gusto di una parte della tifoseria bianconera ci sono, certamente, alcuni striscioni apparsi durante la sfida del 23 febbraio 2014 allo Juventus Stadium, che ironizzavano, in maniera pittorica, per giunta, con scarso talento comico sulla tragedia di Superga, portando, tra l’altro, alle lacrime Sandro Mazzola, che su quel colle vi ha perso il padre, capitan Valentino. Il fatto seguiva l’increscioso accadimento di un anno prima, quando tra le tribune del nuovo impianto dei bianconeri apparve uno striscione analogo: l’indignazione suscitata evidentemente non ha avuto effetto sulla capacità di censura del cattivo gusto – anzi, probabilmente l’ha ulteriormente allentata – di qualche “tifoso” (?) con un rivedibile senso dell’umorismo.

quando volo striscione

Anche in trasferta, tuttavia, i tifosi della Vecchia Signora si sono messi in evidenza con un certo successo: ultimo caso, la bomba carta tirata dal settore settore ospiti da Giorgio Saurgani. L’ordigno ferì undici sostenitori granata in curva Primavera, e ha portato Saurgnani in un processo che verrà aggiornato il 30 marzo e contro cui il Torino, la Juventus e la FIGC si sono costituiti parte civile. Sperando di poter chiudere, in questo modo, definitivamente la questione, nella speranza – labile – che si tratti dell’ultimo, vergognoso caso.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. mimmo-granata - 2 anni fa

    Speriamo che si organizzzi la super liga europea così questi “signori” andranno a giocare lì. vedrete, poi, che bel campionato sarà la serie A. Sarà finalmente un campionato”pulito”con gli arbitri che non devono fare delle cose assurde per far vincere questi “signori”. Altrimenti potremmo consegnargli lo scudetto alla fine del primo tempo della prima partita, così sono felici e il canpeonato si svolgerà per le altre squadre più sereno e tranquillo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Spygor - 2 anni fa

    Spero che Domenica quando il sig.Rizzoli(protagonista in negativo)fischierà la fine del Derby,tutti i tifosi del Toro potranno godere per la vittoria della nostra squadra.Voglio dare una lettura diversa per la partita più importante dell’anno.Lasciare da parte per 90 minuti i malesseri,gli sbagli,le lacune di giocatori e della società e concentrarsi sulla coreografia e il tifo per il Toro e vorrei che i giocatori facessero così anche con i tifosi e pensassero a tutti i momenti che sono stati sostenuti anche oltre confine.Vorrei di nuovo andare fiero e potere sfottere i gobbi così come abbiamo fatto Giovedì mattina dopo le 4 sberle prese dal Bayern.Sperando che si avveri tutto ciò,mi auguro che questa feccia che si presenta agli stadi e che non sa nemmeno il nome dei giocatori che militano nellla propria squadra,venga messo alla sbarra operchè la libertà di fare certi atti arriva anche da una società che è sempre pronta a giustificare le porcate!Ricordatevi tutti la storia!I tribunali negli ultimi anni hanno avuto a che fare più con la Rubentus che con tutte le squadre di serie A messe insieme.Marotta e gli Agnelli sono incompetenti con la pappa pronta,senza rispetto per gli altri,Almeno il “vecchio” avveva un po di stile,questi sono cialtroni che per fortuna non rappresentano Torino,Torino è stata e resterà GRANATA!Forza vecchio cuore granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ddavide69 - 2 anni fa

    Penso che lo striscione si commenti da solo …

    ma la tentazione sarebbe forte .. quella cioè di augurare agli artefici del medesimo ,
    qualora dovessero volare la stessa sorte del TORO .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Luigi-TR - 2 anni fa

    dovremmo cominciare a distinguere i tifosi di una squadra di calcio dai delinquenti…che non hanno bandiera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Achille - 2 anni fa

    E la dirigenza juventina ha anche tentato di coprire questo farabutto bastardo, in perfetta linea con il celeberrimo “stile giuve”, dicendo che la bomba era stata lanciata dai granata stessi. In quanto allo striscione su Superga non ci sono commenti da fare, si commenta da solo, dico solo che se fosse stato il contrario, avremmo avuto squalifiche a vita etc. Questi mafiosi continueranno a fare il bello è il cattivo o tempo,e credo che sarebbe ora di ribellarsi,non ha più senso continuare a sottostare e sottomettersi a questi mafiosi delinquenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy