Torino-Juventus, una difesa granata spaesata

Torino-Juventus, una difesa granata spaesata

Focus On / Su tutti e quattro i gol c’è la responsabilità del reparto arretrato, Padelli compreso. La retroguardia che un tempo era una risorsa, ora è un pericolo

difesa

Un altro Derby è stato archiviato, un’altra sconfitta è arrivata per la truppa granata, che cercava il riscatto proprio nella stracittadina, salvo poi trovarsi annientata dai cugini, di molto superiori tecnicamente. Però, il divario tra le due squadre è emerso particolarmente nella prima frazione di gioco, in cui la Juventus sembrava dover uscire dall’Olimpico con una goleada ancora più imponente di quanto sia successo. Ma, ad essere onesti, nonostante sia il centrocampo che l’attacco della Juventus siano di altissimo livello, buona parte della responsabilità dei gol è della difesa.

difesa
Maksimovic si dispera dopo il fischio finale

TROPPI ERRORI – Lo avevamo sottolineato anche per le scorse partite, ed è emerso anche dalle nostre pagelle (LEGGI QUI): la difesa ha delle grandi colpe riguardo al match di ieri, ma andiamo per gradi. Nella prima mezz’ora di gioco, quasi nulla da evidenziare, con poco gioco e pochi rischi: sembrava che i difensori granata potessero reggere l’onda d’urto bianconera. Dopo la sostituzione di Dybala e prima dell’intervallo (un quarto d’ora circa) il Torino ha preso due gol: il primo ha un doppio errore, il primo di Glik, che fa il fallo al limite dell’area (successe anche lo scorso anno, con il gol di Pirlo), ed in più ci si mette anche Padelli, che parte in netto ritardo, sfiora il pallone ma questo si insacca ugualmente. Il secondo errore è ancora più evidente: Khedira prende palla a centrocampo, arriva al limite dell’area agevolmente (pur non essendo tra i migliori velocisti nella squadra bianconera), Glik aspetta troppo prima di andare sull’uomo e il tedesco, facilmente, insacca il secondo gol.

Padelli, pagelle, Torino-Roma

MOMENTO SBAGLIATO – Nel secondo tempo il match sembrava poter cambiare, con un rigore a favore e Belotti che accorcia le distanze: Maxi Lopez fa 2-2, ma viene ingiustamente annullato. Dopo pochi minuti la Juve torna in doppio vantaggio, con Maksimovic che perde totalmente Morata, il quale è anche bravo a mettere dentro il pallone della disfatta; ma non è finita, perché Glik fa il secondo fallo al limite dell’area, dal quale nascerà il rocambolesco secondo gol di Morata, che sentenzia il Toro. La difesa dello scorso anno, che aveva gli stessi esatti componenti, dov’è finita?

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. miele - 2 anni fa

    Se Cairo volesse riportare il Toro al ruolo che gli compete, ammesso che quest’anno non si retroceda, dovrebbe provvedere il prima possibile allo smaltimento della merce avariata e cioè cedere Padelli il gruviera, Glick lo scarpone, molinaro l’incapace, Vives il pensionando, Bovo, Obi, Avelar, Farnerund sempre rotti e soprattutto esonerare Ventura e Petrachi.
    Siccome tutto questo non succederà, noi tifosi continueremo a farci un fegato a melone ed a invidiare società più serie e competenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy