Torino-Juventus: ennesimo derby non giocato ad armi pari

Torino-Juventus: ennesimo derby non giocato ad armi pari

Il punto / Niente di nuovo sotto il sole: altra stracittadina, altro “aiutino” per i bianconeri

Altro derby, altro episodio, altro aiutino. La Juve vince, il Torino gioca poco e nemmeno così bene, ma al di sopra di tutto, ancora una volta siamo costretti a commentare l’ennesimo derby non giocato ad armi pari. E di precedenti in tal senso ce ne sono eccome…

28 aprile 2013: il neopromosso Torino di Ventura, alla ricerca di importanti punti salvezza, ospita all’Olimpico la Juventus di Conte, che proprio con una vittoria nel derby potrebbe festeggiare lo Scudetto, in caso di concomitanza con un risultato negativo del Napoli. Sotto una pioggia battente, la partita viene vinta dalla Juventus in extremis, con le reti di Vidal al minuto 87 e Marchisio al minuto 92. Ma sullo 0-0, al Torino manca un rigore: su un cross dalla sinistra, la palla può essere insaccata da Jonathas, che però al momento deciso viene strattonato e sbilanciato da Bonucci. Ma per Bergonzi di Genova è tutto regolare.

29 settembre 2013: il Torino di Cerci e Immobile ospita la Juventus di Pogba e Tevez. Pochi spettatori all’Olimpico: neanche 19mila, complici l’orario scomodo delle 12.30 e prezzi dei biglietti un po’ eccessivi. Il derby viene vinto di misura dai bianconeri, e la rete decisiva è irregolare. Segna Pogba, ma Tevez, entrato nell’azione in modo decisivo, è in chiaro fuorigioco, tutt’altro che difficile da ravvisare. Mazzoleni di Bergamo convalida la rete. I granata, poi, giocheranno una partita deludente, con pochi pericoli creati.

23 febbraio 2014: lo squadrone di Conte, quello dei 102 punti, ospita il Torino allo Stadium. Sblocca il risultato Tevez alla mezzora, con un tiro da fuori che si insacca inesorabile. Nella ripresa, due fattacci per Rizzoli: prima Pirlo ferma El Kaddouri con un intervento da calcio di rigore, non visto dall’arbitro. Poi Vidal, già ammonito, praticamente ferma la palla con le mani ma non viene sanzionato con la doppia ammonizione. La partita finisce così, ancora 1-0, ancora con recriminazioni da parte granata.

Pogba gol Derby centrocampo numeri
Pogba realizza l’1-0 nel derby di andata

31 ottobre 2015: la Juventus vince il secondo derby consecutivo allo Stadium negli ultimi secondi di gara: prima Pirlo, poi Cuadrado sentenziano le ingenuità del Torino di Ventura. L’azione che porterà al goal del colombiano è però originata da un mancato fallo concesso a Belotti. Rocchi di Firenze lascia correre, poi Alex Sandro azzecherà il cross decisivo per il “gollonzo” di Cuadrado.

L'autore dei primi due gol bianconeri nel match di Coppa Italia, Simone Zaza
L’autore dei primi due gol bianconeri nel match di Coppa Italia, Simone Zaza

16 dicembre 2015: nel Derby di Coppa Italia, sullo 0-0, un nervosissimo Zaza viene ammonito per un fallo da “arancione” su Bruno Peres. Poi l’attaccante cerca di togliere palla al portiere Ichazo gettandosi sul pallone con un intervento che prende le gambe del portiere. Doveri di Roma sorvola, sia in quel momento che successivamente, quando l’attaccante lucano spinge in malo modo Glik nei pressi della linea laterale. Sarà proprio lui a siglare l’1-0 che darà il via a una clamorosa debacle dei granata.

20 marzo 2016: due mancate espulsioni per i bianconeri (Alex Sandro e Bonucci), un goal regolare annullato ai granata (a Maxi Lopez), fanno da prologo alla doppietta nella ripresa di Morata, che fisserà il risultato finale sull’1-4 a favore della Juventus.

La storia recente dei derby della Mole vede un copione visto e rivisto. Superiorità tecnica non evidente, ma stra-evidente di marca bianconera (il 10-2 racimolato dai granata, nei derby di quest’anno, la dice lunga). Una superiorità che però è stata corroborata, aiutata, a tratti sorretta da tanti, troppi errori, sempre a favore della stessa parte. Errori incomprensibili e molto spesso decisivi. Al termine dell’ennesimo derby col retrogusto amaro per il Torino, la domanda in casa granata sorge spontanea: a quando il sistema calcio saprà garantire un derby della Mole da poter giocare ad armi pari?

 

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. valex - 1 anno fa

    Basta con sta storia degli arbitri, non se ne può più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ciroforever - 1 anno fa

      si lo sappiamo che i gobbi non amano parlare delle loro rapine

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. aterreno - 1 anno fa

    Ma ventura allena ancora il torino?

    CMQ andate a quel paese a dare la colpa all’arbitro, con questa mentalita’ si resta una squadretta da salvezza/serie B.

    La juve non ha premuto sull’accelatore, se premeva erano c*** amari per tutti, sul 2-2 sul 0-2 abbiamo perso col Genova con la Juve perdere era scontato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

      Non mi sembra che abbiamo dato la colpa solo all’arbitro. Il primo tempo è colpa nostra, il secondo è dell’arbitro. La Juve non premeva perché era stanca non perche poteva far gol quando voleva.
      E a quel paese, abbi pazienza ma ancora mi girano le palle per ieri, a quel paese vacci tu e restaci, così stiamo bene tu e anche noi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Spero solo che le merde tra due anni vadano a perdere nella super lega dove non potranno più rubare come hanno sempre fatto in Italia.
    Di derby arbitrati così non ne voglio più vedere e non vorrei che si giocassero mai più.
    E una vergogna. E poi si scandalizzano se in Champions mezza Italia tifava per i tedeschi.
    Fanno schifo e ancora peggio lo fa la federazione italiana calcio.
    Con tutto che noi facciamo pena e abbiamo regalato un tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wendok - 1 anno fa

      “…Con tutto che noi facciamo pena….” Hai più che ragione. Ma se così nn fosse stato, non saremo qua a commentare pur evidenti errori arbitrali. Se mio figlio investe e uccide un bambino in macchina mentre era pieno di alcol e drogato, cn altri amici, non dico che purtroppo frequentava cattive compagnie di bastardi,… Semplicemente, come prima cosa lo asfalto da farmi sanguinare le mani, gli do una punizione epocale e spero che la giustizia faccia altrettanto.
      Facciamo pena. Schifo. Direi pietà. Con tutto quello che queste parole possano rappresentare. Il resto, pur i portante, per me ha solo valenza giustificativa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

        Ma si sono d’accordo. Era per dire che ieri peggio non poteva andare:
        1 dimostrato di avere un portiere da serie b o peggio.
        2 dimostrato che Ventura non sa caricare la squadra ne metterla in campo per vincere.
        3 dkostrato che GLIK non merita la fascia.
        4 dimostrato che si poteva vincere andado sul 2 a 2 e magari con un uomo in più.
        5 dimostrato che era impossibile farlo in Italia con un arbitro chiaramente di parte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ciroforever - 1 anno fa

        ma che discorso è? mamma mia ma tu un cervello ce l’hai?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

          Fammi capire dove lo avrei lasciato ? Cima …

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy