Juventus-Torino: ora le beffe finali non sono più un caso

Juventus-Torino: ora le beffe finali non sono più un caso

Derby della Mole, l’analisi a mente fredda / Negli ultimi cinque minuti i granata hanno abbassato il baricentro restando in balia della paura più che degli avversari

derby

Secondo derby consecutivo perso allo Juventus Stadium nel recupero, terza partita consecutiva in una settimana in cui ci si ritrova a commentare un goal preso allo scadere. La tremenda beffa subita nel derby della Mole dal Torino avrebbe dei risvolti quasi comici se non si parlasse della partita più importante e sentita da giocatori e soprattutto tifosi. Tornando sulla partita di sabato sera, è possibile dividerla in tre fasi.

ALTRO PRIMO TEMPO INCOLORE – Nel primo tempo si è assistito a un Torino ad andamento lento. Non che la Juventus avesse fatto molto meglio, ma è riuscita a passare in vantaggio con un tiro da fuori di Pogba infliggendo ai granata il decimo svantaggio su dodici partite ufficiali – e non ha corso grandi pericoli, togliendo l’unica, vera occasione granata dei primi 45’: una palla filtrante di Baselli finita sui piedi di Quagliarella, che non ha centrato lo specchio della porta da buona posizione.

SECONDO TEMPO, E IL PARI STAVA STRETTO – Per quanto visto nel secondo tempo, invece, al Torino sarebbe stato quasi stretto il pareggio. Dopo il siluro di Cesare Bovo, che sarà stato originato da un rimpallo ma che resta una prodezza memorabile, il Torino ha messo davvero paura alla Juventus, prendendo metri su metri di campo. Le maggiori occasioni sono scaturite da calci d’angolo, entrambe prodotte dalla testa di Glik, entrambe sventate da Buffon. Ma ci sono stati anche due-tre contropiede in campo aperto che il Torino avrebbe potuto e dovuto sfruttare meglio.

ULTIMI MINUTI E LE GAMBE MOLLI – Negli ultimi minuti, poi, il patatrac, con la beffa di Cuadrado che non è solo frutto di un colpo di fortuna granata ma è frutto di una fase finale della gara in cui il Torino ha di fatto tirato indietro la gamba. Accontentismo? Paura di perdere? Incapacità di mantenere la concentrazione? Solo i giocatori granata possono sapere cosa è passato per le loro teste ma sta di fatto che alla Juventus è passata la paura e tornato il coraggio. La traversa di Bonucci, originata da un fallo a dir poco ingenuo di Benassi nei pressi della linea laterale sulla trequarti e seguita dal buon intervento di Padelli su Marchisio, è stata una chiara avvisaglia di quanto poi sarebbe successo.

Il Torino adesso può solo leccarsi le ferite e cercare di trarre voglia di riscatto da questa nuova, incredibile beffa. Una beffa le cui cause non vanno semplicemente alla sfortuna o al caso, ma che trova la ragione in un inspiegabile calo degli ultimi minuti. E visto che si tratta del terzo goal subito allo scadere nell’arco della settimana, sarebbe opportuno che la lezione venisse imparata una volta per tutte: le partite si giocano al massimo, dal fischio iniziale a quello finale.

Torino, belotti, quagliarella, derby, juventus-torino, formazioni ufficiali
derby
Bovo pagelle
toro derby Cuadrado
Maxi Lopez
derby Bovo Juventus Torino
Pogba gol Derby centrocampo numeri
Ventura
Allegri
pagelle
vives hernanes derby della mole

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 anni fa

    Il Toro quest’anno ha perso il derby perché ha avuto paura di vincerlo, non credendoci pienamente nell’impresa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Frank Toro - 2 anni fa

    Se passi 10 volte su 12 in svantaggio perchè hai preparato una partita attendista… è ovvio che poi sprechi energie fisiche e nervose per rincorrerr l’avversario..m poi arrivi gli ultimi minuti che non ne hai più… Strano che Ventura non lo ha capito!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Jerry - 2 anni fa

    Lo scorso anno lo abbiamo perso per sfortuna, ma quest’anno gli e lo abbiamo concesso noi di fare bella figura a quella banda di pellegrini. Il momento clou è stato il cambio Maxi- Belotti. Hai tolto l’unico in grado di fare salire la squadra. Hai tolto l’unico in grado di occupare i due difensori centrali solo con la sua fisicità. Pet poi far stare in campo un Quagliarella che da quel momento in poi non ha toccato un pallone di numero. Per non parlare poi del fatto che quando sento l’odore del sangue della preda la devi azzannare… Se la vuoi veramente vincere nell’ultimo quarto d’ora butti dentro la terza punta e fai in modo che siano loro a rincorrere e sperare e non tu…. Mi spiace ma le mie non sono farneticazioni e deliri, ma è solo un analisi di tutto E lo so che mi farò nemici e insulti, ma questo derby lo ha perso Ventura, e non ha avuto l’obbiettivita’di amnetterlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS - 26/04/15 Toro 2 - Merde 1 - 2 anni fa

      sono d’accordo con te l’errore è stato togliere Maxi.. che è sempre l’unica vittima sacrificale (e non capisco il perchè) uscito lui si siamo chiusi e abbiamo concesso gli ultimi dieci minuti ai gobbi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lorenzovig_623 - 2 anni fa

    Da sempre il 1° tempo non si gioca ma con il “giro palla” e i retropassaggi si becca il goal che a volte non recuperiamo…ma sVENTURA è IL maestro più bravo
    nell’ostacolare i giovani, a demotivarli senza mai un minimo di grinta ed entusiasmo. Ci siamo persi Donadoni uomo e tecnico unico !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. loucyfer - 2 anni fa

    Il “baricentro” l’abbiamo perso a Carpi…con prime avvisaglie contro il Chievo…!!!

    In quanto a Ventura, a sentire le dichiarazioni di oggi, o ha “sbroccato” o ha manifestato in maniera sibillina l’intenzione di cambiare aria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. RDS - 26/04/15 Toro 2 - Merde 1 - 2 anni fa

    comunque non ho ancora capito il cambio di Maxi l’uomo che tiene palla e alza il baricentro della squadra e infatti uscito lui si siamo abbassati ed inevitabilmente chiudendosi abbiamo favorito il loro gol.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Kathmandu Granata - 2 anni fa

    Abbiamo perso 4 punti nelle ultime partite con le sbavture…Padelli comunque sembra ipnotizzato nell’oblio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy