Torino, la continuità è una chimera; l’Atalanta, occasione per il riscatto

Torino, la continuità è una chimera; l’Atalanta, occasione per il riscatto

Verso l’Olimpico / I granata non vincono due partite consecutive dallo scorso novembre: per riaccendere la fiamma in questo fine stagione occorre un successo in casa

1 Commento
Torino-Bologna, Belotti

Se il successo contro l’Inter di domenica scorsa ha riportato il sorriso sulle labbra increspate al ribasso dell’ambiente granata, la sfida contro l’Atalanta ha il difficile compito di restituire un Torino ritrovato anche tra le mura amiche, dove Glik e compagni, soprattutto nella seconda metà di stagione, hanno spesse volte deluso. Qualche occasione mancata di troppo che ha fatto mormorare un Olimpico che da questi ragazzi si aspettava di più, mentre i punti sfuggivano e la classifica si allungava.

Per tornare a esultare anche in casa, i granata devono riabbracciare quella figura che nell’ultimo periodo è risultata ostile, ossia la continuità: un contorno sfumato che accompagna prestazioni e risultati di settimana in settimana, affiancata da fiducia e, perché no, anche un pizzico di fortuna. In sostanza, tutto ciò in cui il Torino è mancato negli ultimi mesi, ma che la vittoria contro l’Inter potrebbe riaccendere. 2 successi consecutivi, in casa granata, mancano in sostanza da un girone intero. L’ultima volta fu a novembre, con le vittorie sull’Atalanta – cerchio che si chiude – e Bologna, in quello che apparve come uno dei più felici momenti granata, prolungato con un buon pareggio contro la Roma. Di lì, il rinvio della partita contro il Sassuolo e il derby di Coppa Italia. Black out.

Glik, Atalanta, Torino, Bologna
Glik contrasta Denis in Atalanta-Torino

Per aprire nuovamente un ciclo positivo, ai ragazzi di Ventura è chiesto necessariamente un successo contro l’Atalanta (che, dalla sua, non vince 3 partite di fila dal 2014) che permetta di riscoprire la bellezza di una striscia positiva come a Torino non si vede da tempo. La vittoria contro il Frosinone di gennaio, infatti, fu seguita da una scialba prestazione (e relativo 2-0) in casa della Fiorentina, mentre il rotondo successo sul campo del Palermo (1-3), ha avuto come erede il grigio pari contro il Carpi. L’Atalanta, dopo la vittoria del Meazza, è l’occasione del riscatto, per ritornare a ricevere, fiducia e applausi.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 1 anno fa

    Partita il cui risultato non frega a nessuno, xke non partire x una volta col tridente (anche senza ciro) o provare baselli dietro le punte?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy