Torino, la prima in casa con un restyling dell’undici titolare

Torino, la prima in casa con un restyling dell’undici titolare

Verso il match / Contro i felsinei potrebbero cambiare molte cose nella formazione di partenza: dalla difesa, all’attacco

39 commenti
Baselli

La partita di domenica pomeriggio contro il Milan ha fatto capire tante cose al neo tecnico Sinisa Mihajlovic: in primis di chi si può fidare sul serio in vista della stagione appena iniziata e di chi invece potrà fare a meno. Contro i rossoneri l’intera squadra è stata messa alla prova, dimostrando i punti forti e le debolezze, le quali,a suon di lavoro e magari di mercato, possono essere trasformate in certezze. Tutti i reparti sono stati messi in dubbio, nessuno escluso, dopo la mediocre prestazione della prima giornata di Serie A, Sinisa può finalmente tirare le somme e, finalmente, rischiare qualcosa in più nella formazione iniziale di domenic aprossima, partendo soprattutto dal far giocare dal 1′ Daniele Baselli: presente e futuro della mediana del Toro. Un Baselli che, entrato a partita in corso, ha messo in atto tutto il suo repertorio, il quale era già stato ammirato all’inizio della scorsa stagione ma che poi, o per scarsa umiltà o per mancanza di motivazioni, non è più riuscito a venire fuori. Altro campionato iniziato e si apre un altro libro, tutto da riscrivere e la penna, sta volta, è nelle mani dell’ex Atalanta, il quale può insidiare Joel Obi, titolare dal 1′ nella sfida contro il Milan di Montella.

Anche in difesa nessuno è certo del posto da titolare, primo tra tutti Emiliano Moretti, classe ’81 con un bagaglio di esperienza sopra le spalle da far invidia a parecchi difensori di Serie A. La sua unica pecca però, oltre che alla cattiva prestazione contro i rossoneri, potrebbe essere proprio l’età, la quale lo penalizza molto, a favore di Leandro Castan, un classe ’86 brasiliano in cerca di successo e rivincita, una sfida contro se stesso, contro il suo destino che, solo poche stagioni fa, lo dava per spacciato, ma, l’amore per il calcio e per la vita ha vinto ancora, incoronando l’ex Roma come grande uomo. Altro nuovo acquisto che potrebbe partire dall’inizio potrebbe essere Iago Falque, anch’egli un ex giallorosso con tanta voglia di far bene e stupire il pubblico italiano, il quale non lo vede far bene dai tempi del Genoa, quando in uno Stadio Luigi Ferraris sfoggiava perle di mancino a volontà. La carta da giocare a proprio favore sarebbe quella della cattiva prestazione di Josef Martinez, il quale, domenica, non ha convinto a pieno il tecnico granata.

iago falque

La mediana potrebbe subire un altro stravolgimento, tornando ai vecchi splendori dello scorso anno, quando, tra le fila del centrocampo, si vedeva correre un giovane con la barba sempre composto ed elegante: Marco Benassi, il cui profilo tecnico è l’ideale per il gioco di Mihajlovic. La sua presenza in campo escluderebbe quella di Acquah, mediano di rottura con scarsa abilità in fase di costruzione ma molto abile in fase difensiva. Contro il Bologna si potrà vedere dunque un altro tipo di Torino, magari migliore, ma questo sarà il campo a dirlo, la certezza è che sarà una formazione del tutto nuova e piena di novità.

39 commenti

39 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxmurd - 11 mesi fa

    Ok le pecche in difesa e il reparto da rivedere, ma chiamare “mediocre prestazione” una partita dove per un tempo si è chiuso il Milan a san Siro dentro la propria metà campo, mi sembra piuttosto miope!…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 11 mesi fa

      …ma si… se Belotti segne il rigore finisce tra gli abbracci e tutti a dire che stà squadra può solo migliorare… lo scorso anno a Bologna abbiamo fatto una partita pietosa, poi Belotti segna il rigore al 94esimo e il Toro rinasce! Stessa partita a Verona contro il Chievo… li le prendiamo e allora è tutto da buttare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pimpa - 11 mesi fa

    Le mie non sono certezze,purtroppo si fermano ad essere solidissimi indizi.
    Sull’ “allenatore”,per me,nulla quaestio:più della sua carriera,delle opinioni dei tifosi delle squadre che ha allenato,del uo sbandierare valori propri della tigre Arkan,più della prima partita di campionato che abbiamo perso,mai dominato come costui sostiene,contro una squadruccia davvero misera,più di tutto questo cosa altro serve perché ci si renda conto della scelta scellerata che è stata fatta nell’affidargli il Toro?
    Sui giocatori:sostengo dall’anno scorso che sono una manica di cialtroni,ad eccezione,guarda caso,di quelli che hanno ceduto e di Baselli e Belotti i quali,sia chiaro,sono giocatori discreti e niente di più,gente che comunque non giocherà mai nella Juve o in altre squadre europee equipollenti. Su ljaic mi ripeto:io non l’avrei preso neanche in regalo ma poiché tecnicamente è forte,aspetto la fine del campionato per vedere se alla fine saranno stati più i vantaggi o gli svantaggi. Comunque,come per il nostro “allenatore”,la sua storia era più che sufficiente per scacciarlo come la peste.
    Su quelli che c’erano prima:nessuno era un fuoriclasse ne’ un campione,ma certo migliori di questi altri cualtroni che hanno comprato. È’ naturale che al Toro nessuno voglia rimanere più dello stretto necessario,neanche io vorrei stare in una società del genere,qualcuno forse può dire uno,dico un solo motivo per cui,per esempio,Maksimovic come gli altri avrebbero dovuto rimanere? Poi è vero che Maksimovic si è comportato male,ma il peccato originale e’ nella società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. igor - 11 mesi fa

      Hai rotto i 3/4 con sto arkan. Lo sai che in una guerra civile non ci sono i buoni e i cattivi? Sai come si chiama il coltello tipico croato? Il tagliaserbi. Introdotto nella guerra mondiale, fatti due ricerche va, vedi come lo usavano. Miha che colpe avrebbe? Quella di non schierare barreca e gomis titolari? L’hai visto il precampionato? Nel chievo parigini fa panca, qui nel suo ruolo c’e’ ljajic falque e boye. Li leviamo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Torissimo - 11 mesi fa

        Evita commenti su Arkan, fai un favore a te stesso (l’apologia di crimini di guerra è reato) e a chi li legge.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. abatta68 - 11 mesi fa

      Il peccato originale stà nella società… e vabbè, ma su questo possiamo essere tutti d’accordo, nel momento in cui sogniamo una società e una presidenza che sia in grado di portarci agli antichi fasti di un tempo. Ma quella società non c’è e non ce l’hanno il 95% delle società di calcio italiane! Ma tu hai visto la Roma l’altra sera? avresti voluto essere al posto dei tifosi giallorossi? credi che quelli siano contenti più di noi, nonostante abbiano fatto quasi il doppio dei nostri punti lo scorso anno?
      Il Toro attuale (o Cairese che sia) è questo e non esiste un calciomercato estivo che ti permetta anche di cambiare una dirigenza!
      Relativamente a questo dobbiamo fare le nostre considerazioni, al nostro Toro attuale… poi ci stà che si critichi qualche scelta, ma quando sento dire da altri “tanto non vinceremo mai un cazzo” mi viene da dire “bella scoperta, adesso lo sai?” Dopodichè i giocatori che arrivano e l’allenatore per primo sono quelli che ci devono credere per primi e se Sinisa si trova a dire “abbiamo dominato” anche se non è vero, vuol dire che la sua intenzione è far credere che ciò sia possibile… che doveva dire? “mannaggia abbiamo perso per colpa di sti quattro brocchi senza speranza che ho in squadra?”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ajeti666 - 11 mesi fa

      I cialtroni sono i vari maksimovic peres immobile cerci gente che dosa il propio impegno in base allo stipendio e alla visibilita che hanno in quel momento, puntare su chi da tutto in campo questo sta insegnando miha , niente paraculi figli figliastri, martinez obi non sono fenomeni ma danno il massimo ed è quello che in questo momento miha vuole dalla squadra pressing alto difesa corta e tanta corsa , solo cosi vinci le partite anche contro chi tecnicamente ti è superiore niente prime donne ma 11 belotti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ajeti666 - 11 mesi fa

    Bene cosí ,sta nascendo un grande toro, tempo al tempo e ne vedremo delle belle, quando domenica sinisa ha tolto vives e inserito maxi ho capito che il toro era a una svolta, miha tempra d’acciaio occhi di ghiaccio, cairo gli da carta bianca e i giocatori danno il 100% perchè sanno che chi sgarra è out

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. igor - 11 mesi fa

      Uno che come nick usa ajeti é credibile quanto un drogato che dice che domani smette con le pere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 11 mesi fa

        …però è un atto sfrontato, di fede incrollabile! AhAh!!! io lo apprezzo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. igor - 11 mesi fa

    Cairo, beh, cairo é preoccupato di mogliorare i risultati sportivi del toro quanto Renzi della sorte dell’italia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. igor - 11 mesi fa

    Petrachi: Due parole anche su di lui. Fare la spesa senza portafoglio é difficile, ma buttare 2ml per rossettini, 1,3 per taxi é delittuoso. Gustavsoon e lukic ci stanno, ma prima compra i titolari scemo. Considerando che PERES l’ha portato ZAVAGNO e MACSI l’ha portato RAMADANI con sullo per ricambiare il favore bakic, questo in 7 anni ha scoperto d’ambrosio e basta. Glik darmian cerci e immobile sono figli illegittimi di ventura, belotti idem. I due dell’atalanta erano gia’ affermati, questo ha scommesso su: Statella salgado iunco arma pia d’aiello pereZ s.mino menga gonzalez prcic tacsidis bernacci pellicori surraco…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Yuri - 11 mesi fa

      Io ricordo i discorsi che si facevano qui sul forum a marzo/aprile, quando si parlava di cacciare via Ventura subito e di rivoluzionare la squadra, il modulo e l’atteggiamento, oltre al modo di comunicare con i tifosi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. igor - 11 mesi fa

        Non capisco la repplica. Ventura rimane un mediocre (7-9-12) donadoni 6 con il parma, miha 6 con la samp, gasparini 5 con il genoa gli sono stati davanti con rose inferiori. Ha fatto belle plusvalenze, ma ci ha ingolfati di ex bari, in cambio di omerta’ nel calcioscommesse. Petrachi é invece del tutto incapace.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Placebo75 - 11 mesi fa

        Leggo quotidianamente il forum e non ho mai letto di gente che volesse rivoluzionare la squadra anzi, qui la preoccupazione è sempre stata quella di tenere i pezzi migliori. Il 99% dei presenti chiedeva un gioco più dinamico e offensivo che non fosse il tiki tika tra i difensori + Padelli e l’inserimento della terza punta al 90° quando si era sotto e, per il resto, tutti in coro chiedevano/chiedevamo 1 portiere e un regista (+ l’inserimento di alcuni giovani del nostro vivaio).
        Al momento, il risultato è che abbiamo ceduto tutto il cedibile, i giovani quasi tutti epurati, non comprato regista e portiere e perso la prima con una difesa rivoluzionata e piuttosto imbarazzante. Però sì, do atto che non c’è stato il tiki taka nelle retrovie, quello ce lo hanno fatto Niang e Bacca.
        Sulla comunicazione, Miha ha il grande pregio di essere uomo diretto, al contrario di Ventura che faceva dichiarazioni filosofiche standard sulla crescita (altrui) che lasciamo stare… Temo però che il problema di comunicazione, visto l’andazzo del ‘progetto’, sia tra il mister e la dirigenza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. igor - 11 mesi fa

    Sulla rosa che dire: Perdi i 4 migliori: Ciro, maksi, peres e glik e in cambio ti arrivano solo falque e ljajic. Di certo non puoi che essere peggiorato come valore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 11 mesi fa

      Peres è andato via nella trattativa Falque-Ljaic, Maksimovic lo sappiamo tutti perchè se ne và, Immobile pure (tra l’altro un giocatore che non è mai stato nostro e che la società non avrebbe mai trattenuto)… per come sono andate poi le cose, avrei trattenuto Glik, questo si era possibile, se solo si fosse deciso fin da subito di cedere il serbo…. l’errore stà qui, secondo me. Però Sinisa lo voleva assolutamente e confidava che rimanesse, almeno per un altro anno. In questo Cairo gli è andato dietro… forse ha sbagliato Cairo in questo senso…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. igor - 11 mesi fa

    Vorrei solo dirvi che sinisa con la samp é arrivato davanti al toro di ventura; nonostante a gennaio gli vendettero gabbiadini eder e mezza squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. igor - 11 mesi fa

    Vorrei solo dirvi che s

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. abatta68 - 11 mesi fa

    Mah…. Io non so come facciate ad avere tutte queste certezze… Sinisa non capisce una mazza, i giocatori sono troppo scarsi, quelli che avevamo prima erano tutti campioni, ecc.
    Abbiamo visto una sola partita disputata da una formazione piena di rincalzi e persa all’ultimo secondo, a Milano, non contro il Crotone.
    Io ricordo i discorsi che si facevano qui sul forum a marzo/aprile, quando si parlava di cacciare via Ventura subito e di rivoluzionare la squadra, il modulo e l’atteggiamento, oltre al modo di comunicare con i tifosi. Sono state fatte queste scelte in questa direzione, ovvero prendendo un allenatore che rappresenta la rottura con il ciclo di Ventura, con tanto di scelte tecniche alternative, con giocatori che potessero andare bene al nuovo tecnico e cessioni che potessero garantire grandi entrate da utilizzare per il nuovo ciclo che, non sarà di un anno mi auguro, ma ben più lungo…. Questo è l’anno zero di Sinisa, a mio avviso migliore dell’anno zero di Ventura, sia per la rosa a disposizione sia per le possibilità economiche della società. I soldi delle plusvalenze non devono solo servire a comprare nuovi giocatori…. Dovrebbero servire a tenere quelli forti che si confermeranno quest’anno per gli anni futuri, continuando ad inserire un po alla volta i giovani, come Boye Parigini e Barreca, oltre a far maturare Belotti, Baselli e Benassi, che mi pare siano rimasti e sui quali si intende costruire l’ossatura del nuovo Toro, a partire dal lavoro diVentura dello scorso anno….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Yuri - 11 mesi fa

      “Io ricordo i discorsi che si facevano qui sul forum a marzo/aprile, quando si parlava di cacciare via Ventura subito e di rivoluzionare la squadra, il modulo e l’atteggiamento, oltre al modo di comunicare con i tifosi.”

      Chimarla IPOCRISIA è un eufemismo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Pimpa - 11 mesi fa

    Giovani,tenetevi forte che sta per arrivare Vainquer dalla Roma,così concluderemo trionfalmente la campagna acquisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. DELTA - 11 mesi fa

    ma con CHI la rivoluzioniamo la squadra , con gli acquisti che il nano non ha fatto ? o , peggio ancora , con quelli che ha fatto ? o magari con quelli che sono stati venduti ?
    ogni giorno di più il braccino ci prende per il c…o e ancora trova chi lo difende !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. gian.ca_831 - 11 mesi fa

    Dubito fortemente che la squadra possa essere rivoluzionata col Bologna, forse verrà inserito Baselli al posto di Obi (me lo auguro) e Iago se Liajc non dovesse recuperare; per il resto non mi aspetto altro, mi piacerebbe Barreca in fascia sx e Boye pronto a sostituire Martinez…domenica bisogna vincere!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Pimpa - 11 mesi fa

    Tra le due alternative,la storia dimostra quale è quella giusta.
    L’odiato serbo non capisce niente di calcio e ha un carattere indisponente.
    Spero che venga esonerato il prima possibile,ma bastava capire un po’ di calcio per non ingaggiarlo mai neanche per scherzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Max -Rex - 11 mesi fa

    La mia impressione è che si parla troppo poco di fascia sinistra in difesa …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. policano1967 - 11 mesi fa

    tenersi martinez e dare via anche se in prestito parigini che ha disputato un ottimo campionato di b la dice lunga sulle intenzioni societarie.cosa ha da dimostrare piu martinez se nn quello di trovarsi un lavoro??ma questo e solo una parte della tragicommedia che si sta mettendo in atto.un altra sarebbe vedere molinaro sulla sinistra titolare ed il rischio e serio.il discorso per moretti e diverso ma nn cambia la sostanza.e logoro oramai e nn ha piu nulla da dare ma finche ha retto era una colonna importante.e stato un mercato a incassare il piu possibile e quando finira la telenovela maxsimovic ci troveremo con altri soldi in cassa ma che nn si possono spendere perche nn vi era in tempo tecnico per intavolare qualche trattativa….parole di cairo nn mie.arrivera castagne se probabilmente partira zappacosta.alla fine sara unmercato da 5 al max 5 e mezzo.alla fine se le cose andranno male la nostra ira si abbattera su sinisa e cairo ne uscira come sempre pulito.quando i tifosi del toro capiranno chi vende i giocatori e chi li compra forse avranno le idee piu chiare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rizzigol - 11 mesi fa

      Sinisa è partito con una squadra quasi pronta in ritiro mancava solo il regista (ruolo parzialmente coperto dal Tachtsidis). Per il portiere Miha stesso aveva dichiarato gerarchie e ruolo coperto poi tornati dal ritiro nessuno andava più bene. Cosa può fare la società se si vede costretta a rifare mezza squadra con 10 giorni di mercato ?
      I giocatori vanno preparati per tempo le cose provate gli schemi e le coperture rodati.
      Per mentalità calcistica Miha è superiore a Ventura per l’idea di provare sempre a dominare l’avversario ma Ventura in quanto a lavoro sul campo parlo di preparazione, formazione dei profili insegnamento è meglio. Comunque aspetto il risultato del campo per tirare le somme.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 11 mesi fa

      Per la precisione non è la società ad aver bocciato Parigini e tenuto Martinez. L’allenatore ha fatto queste scelte e la società ha agito di conseguenza, difatti quando lo stesso allenatore ha bocciato pure Gaston e Jansson, la società li ha sistemati altrove. Ci si può lamentare per gli acquisti che non arrivano, per i soldi che non vengono reinvestiti, per il resto cerchiamo di essere onesti nelle critiche.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Torissimo - 11 mesi fa

    Non si parla di Ljajic, ma non è scontato che recuperi. Nel caso, chi giocherebbe al suo posto? Mi sembra poi difficile che giochi Castan…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Puliciclone - 11 mesi fa

    Secondo me i casi sono due: o Sinisa sa capire tutto in un amen e quindi sarebbe un grande, oppure c’è da aver paura. Stiamo disfando una squadra che avevamo messo assieme con pazienza e fatica, troppi volti nuovi tutti assieme non mi lasciano molto tranquillo… In più, devono ancora arrivare un regista, un interno di centrocampo, un difensore al posto del serbo (per me non ha più nome) e forse un attaccante visto che Martinez ha già dato prova e riprova che non è all’altezza e allora ripensiamo al fatto che con Giampiero non giocava mai e tanti gli dicevano che aveva paura a lanciare i giovani….!! E ripensiamo anche al fatto che se schieri Bruno Peres è meglio avere dietro una difesa a tre, vero Spalletti? Altro che iperdifensivista Ventura….!! De Silvestri a San Siro mi è piaciuto, Zappa al Sassuolo secondo me non è una tragedia, corre e si sbatte, ma se va all’attacco per cross e dribbling è zero, tanto vale avere un terzino quasi bloccato. Tutto dipende dalla cessione del serbo e da quanto e chi compriamo per il centrocampo e la difesa, possiamo ancora fare bene, però ripeto, tutto questo andirivieni un po’ mi preoccupa. Mi ha lasciato un po’ così anche la cessione di Jansson, senza motivazioni… Bocciato da Sinisa? Anche per lui ha capito tutto in un attimo? O genio o ce ne pentiremo, ai posteri l’ardua sentenza….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rizzigol - 11 mesi fa

      Concordo su tutto,
      Comunque non mi piace questo modo di lavorare di Miha ( le sue idee di calcio invece sì ).
      C’è voluta tutta la preparazione per epurare i giovani e adesso in 5 giorni si deve rifare tutto. Stavolta credo che la società abbia poche colpe sul mercato ( Regista ).
      In quanto per il portiere Miha stesso aveva dichiarato gerarchie e ruolo coperto, e la società aveva messo in mano all’allenatore una squadra praticamente quasi pronta in tempi ragionevoli.
      Adesso siamo in difficoltà perché non è facile lavorare sul mercato con così pochi giorni e assemblare i giocatori.
      Comunque vediamo che ne riesce a tirare fuori Miha in ogni caso risponderà lui delle sue idee e azioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Donchisciotte - 11 mesi fa

    Cambiate squadra siete più snob dei gobbi. E non capite nulla di calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG'59 - 11 mesi fa

      tu continua invece a vivere di illusioni: io l’ultimo scudetto (40 anni) c’ero e ho goduto e ho visto giocare una squadra e dei giocatori che tu, forse, conosci solo per nome.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Donchisciotte - 11 mesi fa

        Io c’ero pure ma quei tempi sono finiti. E non parlo del Toro ma del calcio in generale. Scendete dalle nuvole

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Pimpa - 11 mesi fa

    Sarà un Toro forse diverso ma in ogni caso,giriamola come ci pare,modestissimo nei suoi interpreti,modestissimo nel gioco,con giocatori fuori ruolo.
    Peggio del Bologna non fosse altro perché loro hanno un allenatore a differenza nostra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Donchisciotte - 11 mesi fa

    Siete delle zitelle acide

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. FVCG'59 - 11 mesi fa

    Dunque, poche idee ma ben confuse: il portiere, la difesa, il centrocampo e l’ala destra, non male per essere alla seconda di campionato! Tante belle certezze però in uscita, con plusvalenze: del resto siamo il Toro 1906, mica il Sassuolo, nato ieri ma lui si in EL, e i vecchi si sa, hanno bisogno di tempo per capire, riflettere, decidere… mentre gli altri vanno avanti, si fanno gli stadi di proprietà, si danno degli obiettivi e programmi seri noi ci leggeremo su RCS che fine avremo fatto e perché! FVCG comunque è sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. gooolster - 11 mesi fa

    Siamo passati da un tecnico che ti faceva crescere allenamento dopo allenamento, partita dopo partita contro, spesso, lo scetticismo generale, ad un tecnico in cui ti giochi la vita in mezzo allenamento/partita sbagliato/a….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy