Torino: la rete inviolata, questa sconosciuta. Con l’Empoli un cambio di trend

Torino: la rete inviolata, questa sconosciuta. Con l’Empoli un cambio di trend

Statistiche / I granata finora sempre bucati nel corso dei 90′, anche in Coppa Italia: contro i toscani è necessario invertire la tendenza per cominciare a (ri)trovare solidità

Quattro partite disputate in stagione, sette gol incassati. Che la difesa fosse il reparto della rosa del Torino che avrebbe subito maggiori cambiamenti nel corso del mercato estivo era cosa nota, e così anche che i nuovi interpreti di ruoli così delicati avrebbero necessitato di un certo tempo per creare quell’affiatamento fondamentale per divenire una retroguardia affidabile ed in grado di trasmettere sicurezza al resto della squadra; che i palloni finora raccolti in fondo alla rete siano tuttavia troppi, è un dato altrettanto indiscutibile.

L’avvio di campionato dei granata è stato più problematico del previsto sia sotto l’aspetto del gioco che meramente per quanto riguarda la fase difensiva in se: a dire la verità il Torino, nelle figure di Daniele Padelli prima e Joe Hart poi, non ha tuttora ancora subito una sola rete che possa essere definita frutto di un’azione elaborata da parte degli avversari, fatta forse eccezione per il gol di La Mantia nel match di Coppa Italia contro la Pro Vercelli: tutte le altre marcature sono arrivate attraverso clamorosi errori individuali di singoli granata, che hanno in qualche modo favorito la gioia avversaria per via di errori tecnici evidenti durante azioni in movimento o concedendo calci di rigore attraverso falli parimenti evitabili.

Chiaro è, ad ogni modo, che qualcosa deve essere cambiato a stretto giro di boa per quanto riguarda i puri meccanismi difensivi del Torino, a prescindere da quel feeling tra giocatori che come si è detto è normale non sia ancora presente e crescerà di settimana in settimana: i numeri non perdonano, ed affermano che i granata non sono riusciti a concludere finora nemmeno un incontro mantenendo la propria rete inviolata, addirittura come precedentemente ricordato contro la Pro Vercelli – formazione militante nel campionato cadetto – dall’unico tiro verso la porta è arrivata la marcatura avversaria, una ritualità che non può logicamente perdurare per tutto il corso della stagione.

Atalanta BC v FC Torino - Serie A
Il felling tra i difensori in casa Torino deve ancora decollare

Già a partire dalla sfida contro l’Empoli dunque, sarà importante per i ragazzi di Mihajlovic dimostrare progressi sotto questo punto di vista e riuscire a terminare l’incontro senza raccogliere il pallone in fondo al sacco: la rete inviolata manca in casa granata addirittura da nove partite considerando anche lo scorso campionato, quando l’ultimo match senza subire reti risale alla vittoria in casa del Bologna datata 16 aprile, 33° giornata. Ritrovare la solidità difensiva, che per tante stagioni ha costituito il vero e proprio punto di forza, sarebbe un passo fondamentale per questo Torino ancora in fase di costruzione, che si sta lentamente plasmando: un obiettivo in più quindi nel match contro i toscani, terminare la sfida senza incassare alcuna marcatura avversaria, per cominciare a ritrovare le proprie certezze difensive.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy