Torino, la rimonta non è una novità: è già la quarta di questo campionato

Torino, la rimonta non è una novità: è già la quarta di questo campionato

I granata hanno recuperato sei punti, recuperando da una situazione di svantaggio

di Redazione Toro News

La rimonta per il Toro di Mazzarri ormai è diventata un’abitudine. I granata già in quattro occasioni hanno dimostrato di non mollare e di fare risultato anche partendo da una situazione di svantaggio. Quella avvenuta domenica pomeriggio allo Stadio Grande Torino contro il Genoa ne è l’esempio per eccellenza. Toro sotto 1 a 0 al 36’ su una rete di Kouamé dopo una mischia rocambolesca su un calcio d’angolo. I granata però non si sono abbattuti anzi, allo scadere del primo tempo, in tre minuti, prima hanno pareggiato grazie a un gran gol di Ansaldi al 47’e subito dopo sorpassato i rossoblu con un rigore trasformato dal Gallo Belotti al 50’ dopo un fallo su Iago Falque dentro l’area di rigore. Con questa vittoria in rimonta, i granata di Mazzarri ora sono da soli sesti in classifica a quota 21 punti.

COME NEL 2014 – Una vittoria in rimonta quella ottenuta domenica contro il Genoa che ricorda molto quella del 13 aprile 2014 a Torino sempre contro i rossoblu. Quella ci furono Cerci e Immobile a ribaltare le sorti della partita. All’85’ Gilardino portò avanti in rossoblu, ma la gioia del gol durò poco: prima Immobile con un gran tiro a giro sul secondo palo col suo destro e poi Cerci l’azione successiva con un altro gran gol da posizione simile sotto lo stesso angolo completarono la rimonta granata. Allo stadio tutti impazziti per una giornata che ancora oggi molti tifosi ricordano ancora con molta gioia. Una delle rimonte più belle mai fatte dal Toro di Ventura.

MOTIVAZIONE – La rimonta ovviamente è un fattore positivo: dimostra la forza, il carattere e la voglia di una squadra di vincere una partita. Queste condizioni però si verificano soprattutto quando la squadra si trova in svantaggio: in ben quattro occasioni questa stagione i granata hanno rimontato la partita recuperando ben 6 punti. Sebbene a volte ci vuole uno schiaffo per tirarlo fuori, il Toro di Mazzarri fino ad ora ha mostrato di avere carattere. Con Inter (sotto 2 a 0), Udinese (sotto 1 a 0) e Fiorentina (sotto 1 a 0), i granata sono riusciti a portare a casa il pareggio mentre contro il Genoa addirittura la vittoria. Rimontare è sempre un buon segno, ma ancora più bello sarebbe vedere una squadra motivata e grintosa fin dall’inizio, senza il bisogno di subire gol per mostrare a pieno il suo valore. La speranza di Mazzarri è che la squadra prenda consapevolezza dei propri mezzi e che giochi ogni partita come se fosse sempre in svantaggio: questa è la chiave per la vittoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy