Torino, la vittoria con l’Athletic Bilbao ha fruttato 350.000 euro

Torino, la vittoria con l’Athletic Bilbao ha fruttato 350.000 euro

Europa League / Senza contare i diritti televisivi, ecco un piccolo resoconto delle entrate a quota fissa di cui dovrebbe aver beneficiato il Toro in questo torneo

 

Per nove tifosi su dieci, la vittoria del San Mamés ha voluto dire prima di tutto lustro e qualificazione: un gruppo tornato finalmente ad alti livelli, che sfata il tabù basco, buttando fuori dal torneo una squadra proveniente dalla Champions League. Sussiste, però, nei fatti puramente economici, un altro motivo valido per gioire: il Toro, infatti, restando in Europa League, continua a beneficiare di introiti economici di non secondario valore.

CIO’ CHE SI PUO’ CALCOLARE – L’UEFA ad inizio anno ha reso note le modalità secondo la quale saranno distribuiti i premi monetari durante il torneo: il 60% del capitale netto messo a disposizione dalla UEFA è costituito da pagamenti a quote fisse, il restante 40% da quote variabili che fan riferimento ai diritti televisivi specifici di ogni squadra. Ovviamente, ciò che si può calcolare fa riferimento a quel 60%, in soldoni 125 milioni di euro, messi a disposizione dalla UEFA, che li ridistribuisce alle squadre a seconda dei risultati ottenuti.

IL BILANCIO GRANATA – Naturalmente, non è possibile risalire alle cifre riguardanti i diritti televisivi, ma è possibile calcolare quanto economicamente il Toro abbia beneficiato dei pagamenti a quota fissa. La partecipazione ai gironi, intanto – secondo quanto riportato dal sito ufficiale UEFA – dovrebbe aver garantito al club di Cairo 1,3 milioni di euro (a cui aggiungiamo subito 140mila euro derivanti dal superamento degli spareggi); a questa cifra, inoltre, si devono sommare i bonus vittoria (200mila euro), pareggio (100mila euro) e qualificazione. Il Toro, quindi, dovrebbe aver beneficiato di un bonus di 800mila euro, a cui si aggiunge quello relativo al raggiungimento del secondo posto del girone, pari a 200mila euro. In più, le squadre partecipanti ai sedicesimi beneficiano di un ulteriore premio di 200mila, mentre la vittoria al San Mamés e la conseguente qualificazione agli ottavi ha portato ben 350mila euro bonus.

Cairo, dunque, senza contare i diritti televisivi, dovrebbe aver beneficiato di un totale di 2.990.000 euro. Se i granata, poi, riuscissero nell’impresa di San Pietroburgo e si qualificassero per i quarti di finale, otterrebbero un ulteriore bonus di 450.000, aumentando ancora di più il totale degli introiti. Quasi 3 milioni di euro, dunque, sono stati incassati dalla casse granata secondo i parametri di quota fissa, ma la cifra si alza considerevolmente se si pensa ai diritti tv che mancano in questo calcolo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy