Torino-Lazio, in casa dei granata i biancocelesti sono (quasi) imbattibili

Torino-Lazio, in casa dei granata i biancocelesti sono (quasi) imbattibili

I precedenti / Sono tante le volte in cui gli uomini di Pioli sono usciti imbattuti dall’Olimpico, ma quelle tre vittorie granata…

Glik in contrasto con Klose corner

Torino e Lazio hanno in programma di scontrarsi domenica, all’ora di pranzo (12:30), allo stadio Olimpico di Torino, luogo in cui ci sono stati diversi precedenti tra le due squadre: c’è una sostanziale parità nei risultati, con 37 vittorie granata, 35 biancocelesti e ben 51 pareggi. Quindi è il segno X a prevalere su tutti gli altri risultati, anche se negli ultimi dieci match è stato solo uno il caso di punteggio in parità tra le due squadre, il 27 gennaio 2008 con uno scialbo 0-0.

CONTROLLO BIANCOCELESTE– Per i dati e i precedenti è proprio così: la Lazio vince molto a Torino contro i granata, tanto da essere riuscita a conquistare per ben sei volte la vittoria all’Olimpico nelle ultime dieci partite disputate: andando a ritroso, l’ultima vittoria biancoceleste in casa del Toro è proprio dello scorso anno, il 16 marzo 2015, in un match che vide la consacrazione di Felipe Anderson, che proprio in quella gara mise a segno una doppietta, nel secondo tempo, che tagliò le gambe ai granata impegnati in una lunga rincorsa verso l’Europa. Andando sempre indietro nel tempo, bisogna andare molto indietro per ritrovare una vittoria della Lazio, fino al 2008: dopo il pareggio di gennaio, nel settembre dello stesso anno i biancocelesti si imposero per 1-3 davanti al pubblico granata. Nella squadra capitolina c’erano due stelle, allora nel pieno della loro attività, ovvero Mauro Zarate, che segnò una doppietta, e Goran Pandev, a segno anche lui.

Torino-Lazio
Mauro Zarate, ora veste la maglia della Fiorentina: nel suo passato alla Lazio segnò una doppietta al Toro

QUELLE TRE VITTORIE DI MISURA… – Ma il Torino si è preso qualche soddisfazione contro la squadra di Roma, riuscendo ad imporsi nel proprio stadio due match consecutivi e sempre con il punteggio di 1-0: sono state due vittorie importanti, senza dubbio, perché hanno dato lustro ad una squadra che stava emergendo. Le vittorie sono giunte entrambe nel 2013, che si può proprio definire come un anno di cambiamento: grazie alla partita di marzo 2013, con quel gol di Jonathas al minuto 82, da un passaggio di Cerci, il Torino riuscì a salvarsi e rimanere in Serie A. La stagione successiva, quella 2013-2014, il Torino cominciò con un nuovo giocatore, Ciro Immobile, che divenne poi capocannoniere: ancora una volta la Lazio, in casa granata, e gli uomini di Ventura sconfissero ancora i biancocelesti grazie ad un gol al minuto 19 del capitano Kamil Glik. Infine c’è un’altra vittoria granata, sempre per 1-0, nel lontano gennaio 2002.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy