Torino-Lazio, parla Ventura: ”Sono contento perchè abbiamo giocato da squadra, peccato per la sconfitta”

Torino-Lazio, parla Ventura: ”Sono contento perchè abbiamo giocato da squadra, peccato per la sconfitta”

Post partita / Il commento del tecnico granata dopo la sfida giocata contro i biancocelesti

Commenta per primo!

Ecco le parole del mister granata nel dopopartita; un Ventura soddisfatto soprattutto dell’approccio della sua squadra e che non è apparso particolarmente turbato dalla sconfitta: ”Abbiamo disputato una buonissima partita contro la squadra più in forma del campionato. Abbiamo concesso poco. Abbiamo però fatto tre errori e subito due gol, perché la Lazio è questa: qualità assoluta e quando sbagli paghi. 

L’aspetto che più ha soddisfatto il mister è stata l’unità mostrata dalla squadra: ”Faccio pubblicamente i miei complimenti alla mia squadra, a tutti i giocatori, perché nonostante la sconfitta hanno giocato da squadra per tutta la durata della partita e questo mi soddisfa molto, è il dato fondamentale ed è la cosa che mi interessa di più: che a prescindere da chi giochi la squadra resti unita e dimostri una crescita continua e costante. Noi dobbiamo riuscire a farci trovare sempre pronti a prescindere dall’avversario che abbiamo davanti”

Poi Ventura si concentra su una analisi più specifica dei singoli: ”Gaston Silva? Lo proviamo spesso in allenamento come esterno sinistro, lui è stato bravo a farsi trovare pronto ed ha disputato una buona partita. Anche Jansson e Basha comunque hanno fatto molto bene, anche se sono stati sfortunati perché hanno commesso i due errori da cui sono nati i gol, ma sono comunque contento della loro prova. Basha poi non giocava da tantissimo tempo titolare, ma sa benissimo come sono i nostri schemi, li conosce a memoria perché è qui da quattro anni e sa perfettamente come comportarsi in ogni situazione”.

Infine il tecnico del Torino ha detto la sua sulla questione turnover e sulla sfida allo Zenit:”Turnover? No: avrei fatto queste scelte comunque a prescindere dalla partita con lo Zenit perché molti giocatori hanno bisogno di rifiatare. In tanti hanno già giocato gli stessi minuti dell’intera stagione scorsa e avevano bisogno di un po’ di riposo. Contro lo Zenit vogliamo provare a qualificarci e mettercela tutta. Se continuiamo a giocare da squadra nulla ci è precluso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy