Torino-Lazio: anche il tridente biancoceleste è temibile

Torino-Lazio: anche il tridente biancoceleste è temibile

L’avversario / Anderson, Immobile e Keita compongono un attacco di primo livello

Commenta per primo!

Domenica pomeriggio andrà in scena uno scontro di vertice tra Torino e Lazio. La squadra granata grazie al suo attacco sta disputando un inizio di stagione molto positivo, infatti l’attacco disegnato da Mihajlovic è uno dei più prolifici del campionato e potenzialmente è tra i più forti; ma il Torino non è l’unica squadra ad avere a disposizione un grande attacco, anche i biancocelesti, avversari di giornata del Toro possono contare su un tridente offensivo formidabile.

L’ATTACCO – La squadra di Simone Inzaghi adotta un modulo molto simile a quello di Sinisa Mihajlovic, infatti scende in campo con uno speculare 4-3-3. Il tridente offensivo dei biancocelesti è composto da giocatori dotati di una grande esplosività come Felipe Anderson e Keita Baldè con al centro dell’attacco un bomber di razza come Ciro Immobile, ex giocatore del Torino (Qui l’approfondimento sul suo ritorno al Grande Torino). Il brasiliano dopo essere stata una delle più grandi sorprese nella squadra che ha portato la Lazio a disputare i preliminari di Champions League, mentre l’anno scorso è incorso in una stagione non molto positiva come il resto della squadra. In questa stagione sembra essersi ritrovato e grazie alla sua fantasia e alla velocità di dribbling che lo contraddistingue, il giocatore è una vera e propria arma in più per questa squadra. Sulla corsia opposta agisce Keita, esterno senegalese piccolo e molto agile che grazie alla sua velocità spacca le difese avversarie; in estate è stato vicino ad abbandonare la Lazio, ma le incomprensioni con la società sembrano essere state superate definitivamente e il tecnico piacentino punta forte di lui per far si che la sua squadra raggiunga traguardi importanti. Il centro dell’attacco è guidato da Ciro Immobile, attaccante che è esploso definitivamente con il Torino; dopo aver deluso all’estero, ha avuto una nuova (fugace) apparizione con il Torino nella seconda parte della scorsa stagione prima di sposare il progetto della Lazio. L’attaccante napoletano sta attraversando un grande momento periodo di forma e sta trascinando a suon di gol – fino ad ora 5 reti realizzate in campionato – a una posizione di alta classifica.  

LE ALTENATIVE – Le seconde scelte  sono rappresentate dal serbo Djordjevic, che è stato a lungo fermo per un grave infortunio e non è più riuscito a recuperare quella cattiveria sotto porta che lo aveva contraddistinto nella prima parte della sua esperienza alla Lazio, dallo spagnolo Luis Alberto che è stato acquistato quest’estate dal Deportivo La Coruna, anche lui giocatore molto agile e abile negli inserimenti, dal giovane Lombardi che ha timbrato il suo esordio in Serie A con una rete nella trasferta vittoriosa contro l’Atalanta. C’è anche l’olandese Kishna che però probabilmente salterà la sfida contro il Torino a causa di un infortunio. Il tecnico Inzaghi può contare su un attacco molto fantasioso che si contraddistingue per le giocate veloci e per gli inserimenti negli spazi, se il Torino vorrà vincere contro la Lazio dovrà prima di tutto bloccare le pericolose sortite offensive di Felipe Anderson e Keita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy