Torino, le indicazioni di Mihajlovic: nessuno “rottamato” a priori

Torino, le indicazioni di Mihajlovic: nessuno “rottamato” a priori

Verso il raduno / Tutti i giocatori attualmente sotto contratto avranno la chance di mettersi in mostra se motivati

numeri

Verso il raduno del 10 luglio, mentre tutti sono ancora in attesa di capire che fisionomia avrà il gruppo assegnato a Mihajlovic, c’è una certezza. Ogni cambio di allenatore porta con sè, ovviamente, lo stravolgimento delle gerarchie. Un tecnico neo-arrivato, quando comincia una stagione, cambia gli equilibri all’interno dello spogliatoio e quelli in campo apportando le sue visioni del gioco del calcio. E’ quello che succederà anche a Torino, con Sinisa Mihajlovic, che però darà a tutti il modo di partire alla pari.

Tutti avranno modo di mettersi in mostra e formare il convincimento dell’allenatore nei propri confronti: i nuovi arrivati come coloro che erano già al Torino la scorsa stagione. Nessun pregiudizio nei confronti di nessuno per un allenatore che guarda in primis alle motivazioni di ciascun giocatore. Chi farà vedere la voglia di mettersi in discussione avrà le sue chances.

Tra questi, anche i “fedelissimi” di Ventura: i vari Gazzi, Bovo, Moretti, Vives e Molinaro, gente che ha dato tutto in passato, fino all’ultima goccia di energia per il Toro, agli ordini di Ventura, che ha sempre tenuto in grande considerazione la sua vecchia guardia. Come per tutti gli altri giocatori, nessuna preclusione nei loro confronti solo perchè è cambiato l’allenatore: saranno valutati come tutti. Se si riterrà di poter fare a meno di alcuni di loro, verranno messi sul mercato; in caso contrario, anche loro avranno la chance di poter risultare ancora utili al progetto del Toro.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pimpa - 1 anno fa

    Ad esclusione di Moretti, tutti gli altri hanno dimostrato di essere dei modesti calcianti che, anche in una squadra modesta come quella che verrà sicuramente fuori dalla prossima sessione di mercato,non meritano di calcare il terreno di gioco se non in caso di estrema necessità perché il loro valore è quello e prescinde dall’allenatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Polimagik - 1 anno fa

    Certo che noi “GRANATA” siamo sempre molto critici!!!
    O.K.!
    Vives e Gazzi possono essere delle buone riserve attualmente, e forse piu’ per Gazzi che per Vives, é meglio trovarsi un’altra squadra per poter giocare di piu’!
    Ma Bovo e soprattutto Moretti li vedrei bene ancora nel Toro di quest’anno!
    A Moretti solo per quello che ha fatto in campo in questi anni e per le sue qualità nel tenere unito lo spogliatoio…meriterebbe la fascia di CAPITANO!!!
    Poi ognuno la pensi come vuole…alla fine sara’ il MISTER a tirare le somme…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata70 - 1 anno fa

      Concordo per Moretti capitano, gli altri sempre utili.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cecio - 1 anno fa

    Eccezion fatta per Moretti, gli altri spero che Mihajlovic li veda per quello che sono…dei rincalzi e neanche tanto buoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pazko - 1 anno fa

    Possono essere dei buoni rincalzi, e bisogna vedere chi arriva come titolare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Franco - 1 anno fa

    Gazzi, Bovo, Moretti, Vives …..mamma mia al solo pensiero che potrebbero tornare titolari ….la “vecchia guardia” ….rabbrividisco!!!!…..facciamo finta di non aver letto va….meglio !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 anno fa

      Per me l unico da tenere è moretti

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy