Torino, le indicazioni di Mihajlovic: Parigini al centro della scena

Torino, le indicazioni di Mihajlovic: Parigini al centro della scena

In vista del raduno / Il tecnico motiva il giovane attaccante: utile per la riforma Tavecchio e quelle caratteristiche tecniche…

Vittorio Parigini Italia U21

In vista del raduno, è un periodo di vacanze “attive” per Sinisa Mihajlovic. Il tecnico, sempre col telefono in mano e in contatto con la società, sta pianificando le mosse da compiere, sia in sede di calciomercato che di gestione dei calciatori che troverà certamente al raduno del 10 luglio.

TELEFONATA IMPORTANTE – Tra le indicazioni che trapelano e che ci danno indizi su quello che sarà il progetto di una stagione che prenderà il via con il ritiro di Bormio, c’è l’evoluzione della situazione relativa a Vittorio Parigini.  L’attaccante classe 1996, ora in vacanza a Formentera nei piani iniziali sarà al centro dei piani di Mihajlovic e del Torino. Il tecnico serbo, nel “giro di telefonate” con cui ha contattato nei giorni scorsi tutti i giocatori della rosa, avrebbe fatto capire al talentuoso giocatore made in Torino che punterà eccome su di lui.

Vittorio Parigini, ovviamente, è fondamentale per il Torino che deve occupare i quattro posti riservati ai giocatori “club-trained”, ossia cresciuti nel proprio vivaio: regola che ogni società di Serie A dovrà osservare in vista della riforma Tavecchio. Se il giocatore, per questa stagione, potrà ancora valere come elemento “Under 21”, essendo nato nel 1996, è per il futuro che il club granata avrà, come tutti gli altri, un grande bisogno di calciatori cresciuti nel proprio vivaio che siano maturi al punto giusto e all’altezza dal punto di vista tecnico. E su Parigini, dopo tre stagioni in prestito, è il momento di puntare con decisione anche perchè è alta l’attenzione di altre società sul giovane di Moncalieri (Sassuolo e Fiorentina tra le altre), che a 20 anni ha già alle spalle tre campionati di Serie B e fa parte della Nazionale Under 21.

Inoltre, Parigini dal punto di vista tecnico-tattico è un profilo che interessa eccome a Mihajlovic. Il tecnico predisporrà una squadra che vedrà nel 4-3-3 e nel 4-3-1-2 i due moduli di base, e Parigini ha le caratteristiche che combaciano bene con entrambi i moduli. Può infatti essere schierato attaccante esterno nel 4-3-3 e seconda punta nel 4-3-1-2. Versatilità, grandi doti fisiche e capacità di vedere la porta, invece, sono le doti tecniche caratteristiche di un ragazzo che tra meno di un mese avrà l’opportunità che aspettava da tempo: quella di giocarsi le sue carte con la Prima Squadra del Torino.

13 commenti

13 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. andrea_cornell_392 - 1 anno fa

    io oltre a Peres darei via pure Maksimovic, Moretti, Vives, Molinaro e GAzzi… con i guadagni fare un bel 4-2-3-1 spettacolare no??
    GOMIS; ZAPPACOSTA-JANSSON-HELANDER-AVELAR; BENASSI-BASELLI; IAGO F-SAPONARA-LIJAIC; BELOTTI.
    PANCHINA:
    PADELLI; SABELLI-AJETI-G.SILVA-BARRECA; ACQUAH-OBI; PARIGINI-BOYE-MARTINEZ; MAXI L.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ddavide69 - 1 anno fa

    Tutto quello che volete , ma puntare su Baselli, Parigini e Belotti una intera stagione mi sembra veramente un azzardo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rossogranata - 1 anno fa

    NEL 4-3-1-2 BASELLI DIETRO LE DUE PUNTE CHE SARANNO PARIGINI E BELOTTI !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Polimagik - 1 anno fa

    Comunque. ..BASELLI NON SI TOCCA! ALTRIMENTI CI ARRABBIAMO. … (..Remember Lentini…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Placebo75 - 1 anno fa

      STRA-CONFERMO!!! Esigo che diventi, con Belotti, il nostro trascinatore (magari in cabina di regia)!!! Dal suo recupero misurerò il talento di Miha

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CONTE VERDE - 1 anno fa

    siamo certi che Miha abbia telefonato proprio a tutti ? se cosi’ fosse non riesco a comprendere come non sia riuscito a convinvcere CIRO IMMOBILE del suo progetto tecnico.o il numero gli era stato vietato dal solito President Dux che quando c’e’ da cacciare la grana sul serieo si inventa le solite balle spaziali..sento parlare di Iago Falque e Muriel come possibili soluzioni offensive..c’e’ da ridire solo a sentirle..con Belotti & Immobile avevamo un signor attacco da almeno 30 go, in due..tenendosi dalla parte ragionevole del pronostico.. e perdipiu’ ancora molto giovani ..continuo a non capire il perche’ di questa assurda rinuncia..a meno che il Progetto TORO sia anche questa stagione nonostante il nuovo allenatore pura UTOPIA utopia…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 anno fa

      bah , per quello che ne posso capire , è giusto puntare sui giovani (anche meglio se italiani) , pero’ per evitare di bruciare tutto ci vanno anche dei giocatori con una certa esperienza e di livello , l’ultima stagione insegna : a parte i fuori ruolo , dopo i vari Zappacosta, baselli , benassi , belotti , martinez e anche acquah … si puo’ dire quel che si vuole ma senza immobile e a tratti maxi lopez saremmo andati in serie b.

      Adesso sarebbe ora di integrare ai nuovi (leggi Parigini e magari Gomys ) ,uno che possa sostituire immobile , ma una prima scelta non un’altra scommessa !! Altrimenti a forza di scommettere , se ci và male la coppata ….meglio non pensarci.

      Direi che al posto di Immobile ci andrebbe qualcuno come Gabbiadini o comunque di quella levatura , se va via anche peres non puo’ certo essere de silvestri il sostituto , anche avelar non mi pare che sia una certezza dopo due infortuni alla stessa gamba , per non parlare di glik…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. CONTE VERDE - 1 anno fa

    prova

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Placebo75 - 1 anno fa

    In questi giorni sono tutti dei gran ‘bla bla bla’ perchè, di concreto, non c’è nulla e, presumo, fino al termine degli Europei poco accadrà comunque. Tra questi voci, trovo davvero preoccupanti quelle che parlano di nostri giovani italiani, quest’anno inespressi, merce di scambio per portare a casa dei pupilli di Miha: vedi Baselli per Kucka oppure Zappacosta per De Silvestri.
    Non voglio crederci, ma sarebbe una politica allucinante. Trovo doveroso per i calciatori stessi in primis, subito dopo per il nuovo mister, dimostrare in granata il loro vero valore.
    Per quest’anno auspico una leggera rivoluzione che porti sì il cambio di modulo (e di atteggiamento!) ma che, in concreto, porti al Toro un portiere, uno/due ‘C’entrocampisti (la C maiuscola è d’obbligo) e una punta se Ciro si dimostrasse un piccolo uomo.
    Per il resto, dentro i giovani e Miha devi dimostrare di essere un ‘A’llenatore facendo rendere al 100% il restante, che non è poco, della rosa. FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Alexrunner - 1 anno fa

    E secondo me anche Aramu se non verrà dato in prestito potrà ritagliarsi uno spazio. In più io se va via Peres punterei forte su Zappacosta affiancandogli Carissoni. …uno di cui sentiremo parlare!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. NeroWolfe - 1 anno fa

    Avanti così….cazzo…!!!!

    AVANTI COSI’….!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. dbGranata - 1 anno fa

    FINALMENTE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. kimigo - 1 anno fa

    Vai Vitto!!! orgoglio granata!!! I giovani sono l’entusiasmo di questo Toro!! Avanti i giovani!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy