Torino, le parole di Ventura su Glik: “Ha raggiunto questo livello grazie alla sua disponibilità”

Torino, le parole di Ventura su Glik: “Ha raggiunto questo livello grazie alla sua disponibilità”

Documentario su Kamil Glik/ La Federazione polacca ha realizzato un documentario sul capitano del Toro. Ventura: “Ormai sa leggere alla perfezione tutte le situazioni per andare a segno”

Qualche giorno fa, proprio su queste pagine, vi avevamo raccontato come la Federazione polacca abbia effettuato delle riprese per un documentario su Kamil Glik, capitano del Toro e cardine della Nazionale del suo Paese appunto. Il reportage è stato pubblicato sul canale youtube LaczyNasPilka, il portale lifestyle ufficiale della federazione polacca. All’interno di questo, le interviste al rapper Willie Peyote, autore della canzone dedicata al difensore, al nostro Manolo Chirico, e al tecnico Giampiero Ventura, che conosce ormai Kamil alla perfezione, e che ha espresso il suo parere sul capitano. Ecco le sue parole.

“Ogni allenamento è un mezzo per migliorarsi, e questo gli permette poi di essere competitivo anche mentalmente”. Tanti gol quest’anno, spiegati così da Ventura: “Il fatto che adesso creda molto di più in se stesso anche nelle palle inattive, il fatto che abbia messo a segno già cinque gol e ne tanti ne abbia sbagliati, perché già quest’anno ne ha sbagliati 3-4 incredibili a pochi metri, vuol dire che ormai legge completamente la situazione e sa andare a colpire al momento giusto, quindi è un giocatore di grande prospettiva”. E ancora, preferisce non prendersi tutto il merito per la sua crescita, ma lasciarne gran parte al lavoro del suo difensore: “Credo che ci siano grandi meriti da parte sua perché noi possiamo cercare di collaborare con un calciatore e di aiutarlo a crescere ma dall’altra parte deve esserci la volontà e la disponibilità nel voler crescere. Lui ha avuto questo, questo è il suo grande merito, e sta finendo questo percorso di crescita che è evidente a tutti, perché da tre anni a questa parte stiamo parlando di un giocatore completamente diverso”.  

Glik è ormai un vero leader dentro e fuori dal campo. Apprezzato da compagni, allenatore e osannato dai tifosi, dei quali è diventato la bandiera indiscussa, è ormai candidato a lasciare un posto indelebile nella storia del Toro. Il documentario testimonia la sua influenza non solo in Serie A, ma anche in patria. Esempio di un calcio che forse non c’è più, professionista vero, uomo di poche parole e tanti fatti, Glik è forse il primo vero simbolo granata da tanti anni a questa parte. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy