Torino, le riflessioni verso il derby: il pressing alto sarà replicabile con la Juventus?

Torino, le riflessioni verso il derby: il pressing alto sarà replicabile con la Juventus?

Verso il match / Con i bianconeri bisogna stare attenti: basta un momento di distrazione per venire puniti

di Redazione Toro News

Il Toro arriva da un bel match giocato nell’ultima giornata di campionato a San Siro contro il Milan di Gattuso, in cui ha ottenuto un pareggio che gli va persin stretto: dopo una grande partita, soprattutto nel primo tempo, dei ragazzi di Mazzarri, i granata avrebbero meritato la vittoria se non fosse stato per un grande intervento di Donnarumma su un colpo di testa di Iago Falque. Ora tocca alla Juve affrontare questo Torino.

GESTIONE DELLE ENERGIE – Tornando al match di domenica a San Siro, i granata di Mazzarri hanno svolto pressing a tutto campo per l’immediato recupero palla, che col Milan ha funzionato molto bene per i primi 70 minuti ma ha poi causato la stanchezza degli ultimi 20 minuti, parte di match in cui il Toro è stato messo alle strette dai rossoneri rischiando di mandare all’aria tutto l’ottimo lavoro svolto precedentemente (Cutrone, ad esempio, si è divorato un gol sul finale di partita che avrebbe portato tre punti ai rossoneri).

LE RIFLESSIONI – Nel derby contro la Juventus sara importante per il Torino gestire meglio le energie poiché gli uomini di Allegri sono molto cinici sotto porta e non perdonano distrazioni. Quindi Mazzarri e lo staff dovranno riflettere a lungo sull’opportunità di riproporre questo tipo di atteggiamento molto aggressivo o se apportare alcuni accorgimenti tattici per evitare cali fisici. Da non trascurare anche la qualità dei giocatori della Juve (Pjanic su tutti ma anche Bonucci) che potrebbero essere in grado, grazie a un passaggio filtrante, di far saltare il pressing di squadra. Se è vero che alcuni uomini di Allegri arriveranno al match con qualche energia in meno considerato l’impegno di questa sera in Champions League contro lo Young Boys, nel piano partita andrà considerato il fatto che sarà necessario mantenere lo stesso tono fisico e agonistico per novantacinque minuti. Senza mai dimenticare che saranno fondamentali la voglia e la grinta che i granata metteranno sul terreno di gioco.

 

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 4 mesi fa

    Io confermerei la squadra in blocco senza pensarci due volte, c’e’ un problema pero’: i primi 70 minuti, ok perfetti, pero’ se poi caliamo e lasciamo il gioco a loro siamo fottuti, col cavolo che i loro attaccanti la sparano a lato come cutrone…

    CMQ e’ un derby, arriviamo molto bene all’appuntamento, si troveranno anche energie e motivazioni non ancora viste in campionato.

    conto pure su zaza, da ex, un golletto o cmq un tot di cattiveria e rivincita… e se per caso gioca soriano, pure lui.

    alla fine che piaccia o no ci sara’ mezzo mondo a guardarla sta partita, se non trovano la grinta sabato non la trovano mai piu’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Hagakure - 4 mesi fa

    Solo questo ho da dirvi (allenatore e giocatori):

    “Qui non siamo tra gente rozza e selvaggia come nell’ambiente di “quelli là”. E possiamo ragionare da gentiluomini assennati. Io non faccio minacce: io dico semplicemente che l’onore della parrocchia (del Toro) è nelle vostre mani. Anzi: nei vostri piedi. Ognuno faccia il suo dovere di buon cittadino (giocatore). Se poi, naturalmente, c’è qualche barabba che non ce la mette tutta fino all’ultima goccia, io mica faccio le tragedie di Peppone che spacca le facce!
    Io gli polverizzo il sedere a pedate!”.

    (Don Camillo – Giovannino Guareschi)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Calogero - 4 mesi fa

    Strategia? Ha ha ha ha, catenaccio all’italiana è l’unica opzione, palloni lunghi, pedalare e spera in Dio che si azzecchi un contropiede. Non abbiamo i giocatori per poter fare calcio con la Juve, se giochiamo a viso aperto ne prendiamo 3 o 4. Sono più esperti, sono più rapidi, tecnicamente superiori a noi quasi in ogni reparto, tranne probabilmente in porta, sono più pagati, tutelati dagli arbitraggi, in pratica giocheremo contro una delle prime 5 squadre in Europa che ha in organico gente come Cristiano Ronaldo e Mario Mandžukić solo per citarne alcuni, con interessi finanziari da legare a un insieme di calciatori che “deve” risultare sempre vincente…Forse qualche fratello granata sogna ancora nella favola che prima o poi ci comprerà uno sceicco ricchissimo, per ora sono i gobbi in quella posizione non hanno lo sceicco, ma un sacco di realtà finanziarie e imprenditoriali che spalleggia e tutela per la vecchia signora, al punto che uno sceicco di passaggio gli può solo fare un baffo per usare un eufemismo… Ha ha ha ha ha

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-14003131 - 4 mesi fa

      Non rimane che attaccarsi alla bottiglia allora…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ciccio76 - 4 mesi fa

    Elementi cardine , come gia’ e’ stato scritto, sono Bonucci e Pijanic , contrastare loro vuol dire inaridire almeno del 70% la fonte del gioco . L’impresa è ardua ma giochiamocela senza timori eccessivi e poi alla fine tireremo le somme. FVCG. P.S. sono ottimista faremo una bella partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Il_Principe_della_Zolla - 4 mesi fa

    Ricette non ce ne sono. La qualità del Torino FC è quella che è, c’è da dire che gli Innominabili ci snobbano, e la troppa sicurezza puo’ giocare qualche scherzo. Nessuna opzione sul risultato, ma guai ai cali di concentrazione, alle mollezze viste troppe volte quest’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. drino-san - 4 mesi fa

    Il problema dei gobbi non é tanto che ti puniscono in contropiede, ma che se fanno un gol addormentano la partita. Se segnano fine dei giochi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Luke69 - 4 mesi fa

    …se vogliamo sperare in qualcosa testa di ghisa dovrebbe schierare un 4-4-2 con ansaldi – berenguer a sinistra e lollo e ola Ina a destra a prresidiare le fasce, izzo e n’koulu centrali , meitè rincon a centrocampo e belotti e iago libero di spaziare dietro a gallo per non dare punti di riferimento a bonucci
    La partita si vince fermando le loro fasce laterali, ma purtroppo ciò non avverrà perché a uno che sa contare fino a 10 non possiamo chiedere di contare fino a 100…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. maurozuec_343 - 4 mesi fa

    Pressing alto e ne prendiamo 6…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granata - 4 mesi fa

    Sono tre le pedine fondamentali per loro. Amano costruire molto bassi per cui il primo è Bonucci. Poi a centrocampo uno è Betancourt o in alternativa Pijanic e l’altro è Dybala. Pressare alto è un obbligo se non li si vuole fermare in prossimità dell’area di rigore. Bisogna raddoppiare le marcature e ripartire. I primi difensori saranno Belotti e Iago. Mi conforta la prestanza fisica di Meitè e Rincon. Mi preoccupano, per questa partita i cambi. Anche se un idea , ce l’avrei…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 4 mesi fa

      Non si fà così… i cambi rispetto alla formazione (quella di Milano si presume).. Analisi, tesi, sintesi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 4 mesi fa

        Ciao Birillo, scusa ma non l’ho capita

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Tarzan - 4 mesi fa

    Mia personale opinione. No, non è replicabile perché nell’uno contro uno loro sono più forti, però tanto anche chiudersi dietro significa essere condannati (siamo chiari, con belotti e iago falque non siamo in grado di fargli male in contropiede). Quindi sì, spero che si replichi l’atteggiamento della partita col milan e si pressi alto, anche se la cosa è estremamente rischiosa. Perderemo, ma proseguiamo nel tentativo di assumere la mentalità della grande squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_512 - 4 mesi fa

      Concordo !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fb - 4 mesi fa

      Concorderei a patto che non si sbraghi
      Meglio difendere una sconfitta di misura e magari va di culo che si pareggia al 90’, piuttosto che aggredire e finire 0-5

      Con una caporetto, poi facciamo 0 punti fino alla sosta, come al solito

      Certo che anche a me piacerebbe giocarmela alla pari, ma preferisco non sputtanarmi il campionato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CarlosMarinelliCampobasso - 4 mesi fa

        Sono d’accordo

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy