Torino, le ultime dal Filadelfia: Damascan e Lukic verso un altro forfait

Torino, le ultime dal Filadelfia: Damascan e Lukic verso un altro forfait

Report / I granata di Mazzarri hanno effettuato una seduta tecnico-tattica in preparazione all’amichevole contro la Chapecoense

di Redazione Toro News

Seduta pomeridiana al Filadelfia per il Torino di Mazzarri, che a porte chiuse ha lavorato in preparazione al match amichevole contro la Chapecoense (mercoledì 1° agosto, ore 21.30, stadio Olimpico-Grande Torino, in diretta tv su La7 e Torino Channel). Al lavoro tecnico-tattico hanno preso parte tutti gli effettivi della rosa tranne Damascan e Lukic, ancora in via di riabilitazione dopo i rispettivi problemi muscolari: entrambi dovrebbero saltare anche l’appuntamento contro i brasiliani dopo quello con il Nizza. Ancora indisponibili, ovviamente, Kevin Bonifazi (post operazione di sport ernia) e Lyanco, sempre in Brasile per recuperare la condizione. Il programma di domani prevede una seduta pomeridiana ancora a porte chiuse.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granatadellabassa - 4 mesi fa

    @Vanni
    Low cost ad agosto non lo trovano. Andrà a settembre…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 4 mesi fa

    Il nostro medico non doveva andare in Brasile per verificare di persona le condizioni di Lyanco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granatadellabassa - 4 mesi fa

    Il nostro medico non doveva andare in Brasile per verificare di persona le condizioni di Lyanco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 mesi fa

      Boh. Così ha detto la dirigenza o diligenza. Staranno aspettando un Low Cost.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ACT1906 - 4 mesi fa

    Mah più son giovani e più si spaccano….. Boooooooo
    FORZA TORO!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. schmat - 4 mesi fa

      È sempre stato così… l’ingresso nella serie A e nei suoi ritmi è sempre molto difficile, per giovani e per stranieri. Giovani + stranieri = rottura sicura. Succede letteralmente a tutti, e quando si adeguano e riprendono si vede di che pasta sono fatti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13758358 - 4 mesi fa

    se non può giocare cosa importa il luogo dove fa riabilitazione, tra le altre cose in accordo con la società. La malattia dove la passate voi? a casa vostra o nella sede legale della vs azienda?
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 4 mesi fa

      Se io pago, e tanto, un mio dipendente, e questo dipendente mi passa un anno ad essere pagato per non lavorare per cause di forza maggiore, mi sembrq normale volere che stia qui e non “la’”.
      Avevo comunque solo posto una questione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GlennGould - 4 mesi fa

      E cmue, con una dirigenza con le palle, col cavolo gli avrebbero permesso di stare in Brasile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kalokagathia - 4 mesi fa

        Lyanco a me personalmente non ha dato l’impressione di essere una fichetta perditempo, anzi tutto l’opposto. Mi pare che abbia energie da vendere e tanta voglia di mostrare a tutti ciò di cui è capace; probabilmente è conscio di avere ottimi mezzi e di conseguenza ha buone ambizioni, è tutto nel suo interesse darci dentro.
        Non saprei se ci sia qualcosa dietro: si dice spesso che quando i giocatori passano lunghi periodi fuori dai campi sia per problemi di droga o per mafia o buch. Comunque speriamo in bene perché sti brasiliani son sempre tutti particolari…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. andrimo - 4 mesi fa

        Quale sarebbe la convenienza per Lyanco di cazzeggiare sul recupero??? Perdere mesi in cui potrebbe eventualmente giocare e magari aspirare a palcoscenici ancora migliori????
        Io non capisco chi trova del marcio nel fatto che questo giocatore stia facendo la rieducazione a casa propria…boh…proprio non capisco…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. schmat - 4 mesi fa

        Se avessimo un medical center all’altezza ovviamente l’avremmo tenuto qui. Ma siccome noi il J-Medical, Milan-lab o cose del genere non le abbiamo, benvenga pagargli le cure dove conosce medici, lingua e ambiente. Si guarisce anche più in fretta!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. sysma_558 - 4 mesi fa

      Veramente visto che si parla di riabilitazione sportiva il luogo importa eccome.!!! Mica è un impiegato del comune. E poi non capisco perché è il nostro medico a muoversi mentre lyanco dovrebbe invece stare al nostro centro sportivo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13746076 - 4 mesi fa

    Ma ai 2 ragazzotti che è successo? La preparazione di Mazzarri li ha messi ko…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GlennGould - 4 mesi fa

    Ma perché Lyanco sta fisso in Brasile? Qualcosa non mi quadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. sysma_558 - 4 mesi fa

    Ma L’hanno il recupero non lo può fare in Italia? 7 in Brasile?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. andry48 - 4 mesi fa

    Se lo dici tu avrai fei sicuri riscongri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13946570 - 4 mesi fa

    Ma lukic e damascan non la stanno tirando un po’ troppo per le lunghe?

    Cristiano

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy