Torino-Livorno

Torino-Livorno

Copre le carte ma non troppo Gianni De Biasi quasi obbligato nella formazione viste le assenze forzate di Stellone e Gallo, senza dimenticare Bovo in convalescenza dopo l’operazione al piede. L’unico dubbio può riguardare la difesa, vale a dire Di Loreto ma, visto che Franceschini ha recuperato, dovrebbe toccare ancora a lui scendere in campo, tra l’altro l’ex reggino è esperto di permanenza in A proprio grazie…

Copre le carte ma non troppo Gianni De Biasi quasi obbligato nella formazione viste le assenze forzate di Stellone e Gallo, senza dimenticare Bovo in convalescenza dopo l’operazione al piede. L’unico dubbio può riguardare la difesa, vale a dire Di Loreto ma, visto che Franceschini ha recuperato, dovrebbe toccare ancora a lui scendere in campo, tra l’altro l’ex reggino è esperto di permanenza in A proprio grazie al suo passato in terra calabrese. A centrocampo rimane in forse De Ascentis febbricitante, ma proprio l’ex amaranto non vorrà mancare l’’impegno con i suoi vecchi compagni di squadra, per cui stringerà i denti e scenderà in campo. In chiave offensiva, fuori Stellone, toccherà ancora a Muzzi guidare l’attacco supportato da Rosina e Lazetic, quest’ultimo è un altro ex così Abbruscato, pronto a giocare nella ripresa. I diffidati nel Toro sono Bovo, Gallo, Pancaro, Stellone.

Nel Livorno ha recuperato Amelia, ma gli manca ancora la forma giusta, per cui continuerà a posizionarsi in porta Manitta, in campo dovrebbero essere presenti tutti gli ex del match, da Grandoni e Galante in difesa, allo spauracchio in attacco formato da Lucarelli supportato da Fiore. Entrambi sono al centro del prossimo mercato, Cairo ha fatto delle avance all’attaccante, mentre per il fantasista potrebbero riaprirsi le porte della Fiorentina, di certo c’è che non tornerà al Valencia. I diffidati amaranto sono Pfertzel, Pasquale.

Le partite in programma oggi, che interessano da vicino il match dell’Olimpico, sono: Chievo-Ascoli; Cagliari-Roma; Empoli-Reggina; Lazio-Parma; Palermo-Siena e Sampdoria-Catania. La gara più difficile ce l’ha il Siena che si batterà contro un Palermo che non può rischiare di perdere anche la zona Uefa, mentre il Cagliari e il Parma incontreranno le due romane già certe di essere in Champions League. La Reggina incontrerà l’Empoli in lotta per la zona Uefa insieme alla Fiorentina (che sarà di scena a Messina), mentre il compito più facile sembra essere quello del Chievo che incontrerà l’Ascoli già retrocesso, ma che non fa sconti a nessuno. Il Catania andrà a Genova contro una Sampdoria praticamente appagata.

La zona a rischia vede in classifica: Torino e Livorno 39 punti, Parma e Catania 38, Siena e Cagliari 37, Reggina e Chievo 36. Già retrocesse Messina e Ascoli.

Probabili formazioni:

Torino: Abbiati; Comotto, Brevi, Franceschini, Balestri; Barone, Ardito, De Ascentis, Lazetic, Rosina, Muzzi. All. De Biasi

Livorno: Manitta; Grandoni, Knezevic, Galante, Balleri, Morrone, Passoni, Filippini, Pasquale, Fiore, Lucarelli. All. Orsi

Arbitro: Saccani

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy