Torino: l’obiettivo Nazionale, pungolo in più per tanti giocatori

Torino: l’obiettivo Nazionale, pungolo in più per tanti giocatori

Approfondimenti / Il Torino ha un nutrito manipolo di giocatori che punterà a far bene in granata per mantenere o conquistare il proprio posto in nazionale

1 Commento

Terminato il calcio mercato, la rosa granata si inizia delineare in modo molto più chiaro. L’ultima sessione di mercato ha portato a Torino molti giocatori di grande esperienza, creando come mai successo – negli ultimi anni – come ossatura un mix tra giocatori esperti che hanno un presente o hanno avuto un passato nella loro Nazionale e giovani di belle speranze che puntano a far bene in maglia granata anche per farsi conoscere meglio dai ct dei loro paesi di appartenenza.

TURIN, ITALY - AUGUST 28: Andrea Belotti of FC Torino celebrates his second goal during the Serie A match between FC Torino and Bologna FC at Stadio Olimpico di Torino on August 28, 2016 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – AUGUST 28: Andrea Belotti of FC Torino celebrates his second goal during the Serie A match between FC Torino and Bologna FC at Stadio Olimpico di Torino on August 28, 2016 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

I NAZIONALI – Un nutrito numero di giocatori del Torino, oltre a militare in granata, difende anche i colori della propria nazionale di appartenenza. Il giocatore che guida questo manipolo di calciatori è sicuramente Joe Hart, portiere inglese con una grande esperienza internazionale arrivato nell’ultima sessione di mercato dal Manchester City dove a seguito dell’arrivo di Guardiola era diventato un separato in casa. Il britannico ha deciso di scendere in terra sabauda proprio anche per non perdere il posto tra i pali nella nazionale “dei Tre Leoni” dove vanta uno score di ben 64 presenze. Altro nome di grande rilievo che ha conquistato un posto in nazionale è quello di Andrea Belotti, infatti l’attaccante bergamasco – grande sorpresa granata della scorsa stagione – dopo essere stato escluso dai convocati per l’Europeo da Conte, ha trovato la prima convocazione con il nuovo ct Ventura e ha esordito nell’amichevole contro la Francia; se dopo l’infortunio, riprenderà a segnare con regolarità a quella partita ne seguiranno tante altre. Acquah e Obi sono giocatori fondamentali per il centrocampo di Ghana e Nigeria, mentre Josef Martinez è una delle punte principali del Venezuela dove con delle ottime prestazioni si è guadagnato i galloni da titolare: il “vinotinto” ora è chiamato alla definitiva consacrazione anche con il Torino dopo un paio di stagioni in chiaroscuro. Infine ci sono gli under 21 GustafsonLukic e Benassi, quest’ultimo capitano e perno della nazionale giovanile italiana che dopo essere stato inserito nelle liste come riserva agli europei, se disputerà un buon campionato entrerà definitivamente nel giro della nazionale maggiore, il ct Ventura lo conosce molto bene e sicuramente starà monitorando le sue prestazioni con attenzione. Infine inseriamo in questa lista Adem Ljajic e Arlind Ajeti che sono stati esclusi dall’ultimo giro di convocazioni di Serbia e Albania a causa dei loro infortuni, ma il cui posto nelle rispettive selezioni nazionali non è in discussione. Italy Training Session

CHI VUOLE RIPRENDERSI LA NAZIONALE – Su tutti spiccano i nomi di De Silvestri e Valdifiori che per diversi motivi – gli infortuni il primo, l’ultima stagione deludente il secondo – sono usciti dal giro della nazionale azzurra, ma come ha fatto capire ieri durante la loro presentazione l’esterno romano,  sono intenzionati a disputare una grande stagione in granata anche per riprendersi la maglia azzurra. Un altro nome di grande spessore è quello di Leandro Castan, il giocatore che ha fatto le fortune della Roma in coppia con Benatia, era entrato nel giro della Seleçao verdeoro per poi perderla dopo aver avuto un grave problema di salute: l’obiettivo del giocatore carioca è proprio quello di tornare sui suoi livelli, e un campionato da protagonista al Torino potrebbe per lui valere una nuova convocazione.AC Milan v FC Torino - Serie A

CHI VUOLE ARRIVARE IN NAZIONALE – Infine ci sono coloro che non hanno mai indossato la maglia della nazionale, ma sicuramente hanno le carte in regola per poterci arrivare come la coppia Baselli-Zappacosta arrivata la scorsa stagione dall’Atalanta. Il primo era stato vicino all’azzurro nell’Ottobre scorso quando un infortunio gli impedì di rispondere alla convocazione di Conte, per lui poi un proseguo di campionato poco positivo che lo hanno allonatato dal giro azzurro; ma questo nuovo inizio di stagione – due gol in due gare – potrebbe portarlo presto a vestire la maglia della nazionale italiana. Stessa sorte potrebbe toccare a Davide Zappacosta che era stato inserito tra i pre-convocati per l’Europeo da Conte, l’esterno laziale punta a scalare le gerarchie di Mihajlovic anche per poter arrivare a indossare l’azzurro: obiettivo certamente non facile, avendo davanti un giocatore come De Silvestri Lucas Boyè giovane arrivato quest’estate in granata, sembra essere un giovane molto promettente e ha già mostrato delle belle giocate, se dovesse continuare così presto per lui potrebbero aprirsi le porte della nazionale Under 20 argentina. Questo Torino ha tantissimi giocatori possono ambire a un posto in nazionale, per questo motivo avranno un’ulteriore spinta emotiva per disputare una grande stagione: grinta e motivazioni non mancheranno, per un Toro più “internazionale” che mai. 

Daniele Delbene

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 9 mesi fa

    La nazionale del futuro potrebbe essere piena di granata: Belotti, Baselli, Benassi, De Silvestri, Zappacosta. Vorrebbe dire che il Toro avrebbe fatto dei super campionati, da zona Champions. Se il rendimento di Martinez in maglia granata fosse stato pari a quello con il Venezuela forse non ci sarebbe stato bisogno di richiamare nemmeno Immobile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy